AMORE FRATERNO CONTRO IL DELIRIO PSICOPATICO

L'AMORE FRATERNO ALL'INTERNO DELLA COMUNITA' UMANA E L'INCROLLABILE FIDUCIA IN NOI STESSI SONO L'ANTIDOTO CONTRO QUESTO DELIRANTE TENTATIVO DI RIDUZIONE IN SCHIAVITU' DI QUASI OTTO MILIARDI DI PERSONE


 

La creazione è la manifestazione di un atto di amore.

E' difficile non riuscire a cogliere l'amore nella bellezza e nella perfezione di questo meraviglioso Pianeta Azzurro e nel suo vagare pacifico nello spazio senza confini di un Universo altrettanto attraente.

Pertanto, neanche il delicatissimo momento caratterizzato da un terrorismo mediatico esasperato che va avanti da sette lunghi mesi ci può spaventare.

Diceva un grandissimo Vittorio Marchi che ogni cosa è perfetta così com'è nel preciso istante in cui accade.

Significa che non c'è da preoccuparsi per l'evolversi degli eventi perché, qualsiasi direzione prendano, sarà quella giusta.

Infatti, essendo la creazione una grandissima manifestazione d'amore, tutto ciò che accade nel creato è a fin di bene. Anche il male è in funzione del bene, nel senso che è dalla sofferenza che noi meglio apprendiamo.

Quindi: se riusciremo ad evitare lo stato di tirannia globale che si sta prospettando all'orizzonte, tanto meglio; ma se gli psicopatici che stanno cercando di condurci verso uno stato di schiavitù planetaria senza precedenti dovessero avere la meglio, vorrà dire che sarà una fase da affrontare prima di riassaporare il dolce gusto della libertà. 

Evidentemente, per poter meglio apprezzare il gusto della libertà di movimento, di parola e di pensiero, è necessario venirne privati per un po'.

Con l'uso della forza, possono limitare le libertà del corpo, non certo quelle dello spirito. Il nostro atteggiamento (dettato dal livello di consapevolezza di ciascuno) avrà naturalmente un ruolo importante in tutto ciò. Abbiate fiducia in voi stessi, nella potenza del numero e nelle enormi potenzialità dello spirito: mai arrendersi. 

Opponiamoci pacificamente ma con grande dignità e decisione a questo delirante tentativo di privarci dei più elementari diritti umani e civili: non ci riusciranno, e a lungo andare si ritorcerà contro di loro.

Commenti