"Nel momento in cui il denaro viene concepito come il certificato del lavoro compiuto, le tasse risultano un’anomalia ...

 


"Lo stato concepito come il servizio pubblico. La moneta concepita come un servizio pubblico."

                                                                                  

 

"Nel momento in cui il denaro viene concepito come il certificato del lavoro compiuto, le tasse risultano un'anomalia, in quanto sarebbe semplicissimo emettere certificati di lavoro compiuto per lo Stato, senza affaticarsi inutilmente per recuperare certificati già in circolazione."

 

Due frasi tratte da ABC DELL'ECONOMIA del grande Ezra Pound.

Che piacere leggere le parole chiare e semplici di chi non ha niente da occultare, ma vuole piuttosto trasmettere verità e semplificare al lettore la comprensione dei concetti espressi !!
Quanta differenza con gli sproloqui contorti e oscuri di politicanti e Mistificatori della Narrazione Unica !!

 

Lo Stato concepito come il servizio pubblico ... non  strumento di oppressione e controllo sulle popolazioni.

 

La moneta concepita come un servizio pubblico ... un diritto, immessa in circolazione dallo Stato senza creazione di debito e in quantità adeguate, a beneficio della comunità, spesa in necessarie infrastrutture e in retribuzione dei dipendenti pubblici per un efficiente funzionamento della macchina statale.

 

 

Nel momento in cui il denaro viene concepito come il certificato del lavoro compiuto, le tasse risultano un'anomalia ... 


Se infatti ogni lavoro svolto a beneficio della comunità nazionale (il Popolo, noi, lo Stato) viene retribuito con certificati dichiarati per legge valuta ufficiale del Paese, che senso ha prelevare dalle tasche dei cittadini il denaro appena guadagnato col lavoro? 

Per impiegarlo come? 


LE TASSE NON SONO DOVUTE. 

SONO UN FURTO RESO LEGALE. QUANTUNQUE LEGALIZZATO, SEMPRE DI FURTO SI TRATTA.


 


 

Commenti