Fiduciosi nel futuro : gli autentici valori umani di libertà, giustizia, lealtà nei comportamenti avranno la meglio.




 Ci sarà sicuramente un'inversione di rotta: il tentativo perverso e temerario di mettere in uno stato di schiavitù quasi otto miliardi di persone da parte di un'oligarchia psicopatica è destinato a fallire nel lungo periodo.

Il punto di non ritorno è già stato raggiunto negli Stati Uniti. Il risveglio di almeno la metà della popolazione americana è già avvenuto. Tra pochi giorni, il 6 e il 20 gennaio, sapremo chi governerà nei prossimi quattro anni quella che è ancora la prima potenza mondiale, ma, indipendentemente dal risultato elettorale, la consapevolezza dell'esistenza di un governo mondiale invisibile si è consolidata tra la gente comune ad ogni latitudine.

Mentre nel Sud del mondo (Italia compresa, purtroppo) i popoli riescono a subire quasi inspiegabilmente con impercettibili accenni di reazione anche le ingiustizie più palesi, il popolo statunitense ha nei suoi pochi secoli di esistenza ben assimilato e fatto suoi quei valori che parlano di libertà, giustizia, onestà, lealtà nei comportamenti. 

Apparentemente più ingenuo di altri, il popolo americano si indigna e si ribella di fronte all'ingiustizia, non si ritrae timoroso quando si rende conto di essere stato ingannato. Questo è ciò che fortunatamente sta succedendo negli Stati Uniti, e non possiamo che attendere fiduciosi gli sviluppi degli eventi di questo Gennaio 2021.

Qualunque sarà il risultato elettorale che verrà dato per buono, metà della popolazione americana si è resa conto di quale livello di corruzione sia pervasa la politica del Paese. E non resterà ad assistere passivamente.

Per quanto riguarda l'Italia, stendiamo per ora un velo pietoso sulla  mancanza di reazione in presenza di una corruzione ed incapacità senza precedenti a livello governativo.

 


Commenti