THE SECRETS OF THE FEDERAL RESERVE : EUSTACE MULLINS

 



THE SECRETS OF THE FEDERAL RESERVE è uno dei più importanti libri pubblicati nel corso degli ultimi cento anni. In assenza di questo capolavoro di Eustace Mullins saremmo forse ancora ben lontani dal comprendere  LA GRANDE TRUFFA  celata ai nostri danni nei meccanismi dell'emissione monetaria e come poche dinastie di banchieri apolidi riescono a condizionare la geopolitica mondiale. Dobbiamo tutti essere molto grati al suo autore, scomparso nel 2010. Alcuni suoi video sono ancora presenti in youtube per chi volesse approfondirne la conoscenza.

Il libro non è mai stato tradotto in italiano. Dipendentemente dal tempo disponibile, andremo alla sua scoperta, almeno per quanto riguarda le parti essenziali. Iniziamo con l'Introduzione dello stesso Mullins.

INTRODUZIONE - prima parte

Nel 1949, mentre ero in visita a Ezra Pound che era un prigioniero politico presso l'Ospedale S. Elisabeth, Washington D.C. (una istituzione Federale per i malati di mente), il Dr. Pound mi chiese se avessi mai sentito parlare del Federal Reserve System. Risposi di no, visto la mia età di 25 anni. Mi mostrò allora un biglietto da 10 dollari con la scritta "Federal Reserve Note" e mi chiese se fossi disposto a fare qualche ricerca nella Biblioteca del Congresso sulla Federal Reserve System che aveva emesso quel biglietto. Pound era impossibilitato a recarsi egli stesso alla Biblioteca, in quanto detenuto senza processo dal governo degli Stati Uniti come prigioniero politico. Dopo che gli fu negata la possibilità di parlare via radio negli Stati Uniti, il Dr. Pound trasmise per radio dall'Italia nel tentativo di convincere gli americani a non entrare nella Seconda Guerra Mondiale. Franklin Delano Roosvelt aveva personalmente ordinato la messa in stato di accusa di Pound, spronato dalle richieste dei suoi tre assistenti , Harry Dexter White, Lauchlin Currie e Alger Hiss, i quali tre erano stati in seguito indiziati come connessi con lo spionaggio comunista.

Non avevo nessun interesse nella materia monetaria o nel sistema bancario, dal momento che stavo lavorando a un romanzo. Pound si offrì di contribuire al mio reddito con dieci dollari settimanali per qualche settimana. La mia ricerca iniziale mise in evidenza un gruppo bancario internazionale che aveva in segreto pianificato la scrittura del Federal Reserve Act e l'approvazione del piano come legge da parte del Congresso. Le ricerche confermarono ciò che Pound aveva a lungo sospettato. Disse : "Devi lavorarci come se fosse una storia poliziesca. Sono stato fortunato ad avere la Biblioteca del Congresso diretta durante la mia ricerca da un eminente studioso, George Stimpson, fondatore del National Press Club, così descritto dal New York Times del 28 Settembre  1952: "Amato dai giornalisti di Washington come "la nostra vivente Biblioteca del Congresso", Mr. Stimpson era un punto di riferimento molto apprezzato nel Capitol (Palazzo del Congresso, NdT). Funzionari governativi, Parlamentari e giornalisti si rivolgevano a lui per ogni genere di informazioni."

Facevo ogni giorno quattro ore di ricerca nella Biblioteca del Congresso, e di pomeriggio andavo all'ospedale St. Elisabeth. Io e Pound lavoravamo sulle annotazioni del giorno precedente. Quindi cenavo con George Stimpson alla Scholl' Cafeteria mentre sistemava il mio materiale, e infine me ne tornavo nella mia stanza a a digitare le annotazioni corrette. Sia Stimpson che Pound mi davano molti suggerimenti guidandomi in un campo nel quale non avevo precedenti esperienze. Quando le risorse monetarie di Pound si stavano esaurendo, feci domanda alla Guggenheim Foundation, alla Huntington Hartford Foundation e altre fondazioni per completare le mie ricerche sulla Federal Reserve. Sebbene le mie domande alle fondazioni fossero appoggiate da tre tra i migliori poeti d'America, Ezra Pound, E.E. Cummings ed Elisabeth Bishop, tutte le fondazioni rifiutarono di sponsorizzare questa ricerca. Allora ho messo per iscritto le mie scoperte fino ad oggi, e nel 1950 inizia ad occuparmi della pubblicazione del manoscritto a New York. Diciotto editori lo rifiutarono senza ulteriori commenti, ma il diciannovesimo, Devin Garrity, presidente della Casa Editrice Devin Adair, mi diede un consiglio amichevole nel suo ufficio: "Mi piace il tuo libro, ma non telo posso pubblicare," mi disse. "Nessuno a New York te lo pubblicherà. Perché non mi porti una bozza del tuo romanzo, e penso che potremo darti un acconto. Puoi dimenticarti di vederti pubblicato il libro sulla Federal Reserve. Dubito che possa essere mai pubblicato."

Questa era una notizia devastante dopo due anni di intenso lavoro. Lo dissi a Pound e cercammo di trovare un editore da qualche altra parte. Dopo due anni di richieste non accolte, il libro venne pubblicato in numero contenuto nel 1952 da due discepoli di Pound, Jhon Kasper e David Horton, utilizzando loro fondi privati,  con il titolo di "Mullins sulla Federal Reserve." Nel 1954, una seconda edizione con cambiamenti non autorizzati venne pubblicata in New Jersey, come "The Federal Reserve Conspiracy". Nel 1955, Guido Roeder pubblicò una edizione tedesca a Oberammergau, Germania. Questo libro venne sequestrato e l'intera edizione di 10.000 copie bruciata da agenti governativi guidati dal Dr. Otto John.





Commenti