MARIO DRAGHI ? MAI DISPERARE !!




Fermo restando il fatto che il Popolo deve essere messo in condizioni di decidere del proprio futuro dando (con le elezioni) a persone di riconosciute qualità morali e provate capacità l'incarico di amministrare al meglio per tutti le risorse del Paese, e che l'ennesima nomina di un non eletto a Presidente incaricato della formazione del Consiglio dei Ministri rimanga una palese ingiustizia, credo che non sia il caso di disperarsi prevedendo il peggio.

Nel panorama politico mondiale enormi cambiamenti stanno avvenendo sotto i nostri occhi. Il Grande Risveglio delle popolazioni mondiali è stato avviato ed è ormai inarrestabile. Gli psicopatici che hanno a lungo governato il pianeta a loro piacimento stanno commettendo gravi errori dettati dal panico. Davvero pensate che riusciranno a vaccinare continuamente 8 miliardi di persone contro virus creati in laboratorio o altri immaginari e mutanti e rinchiudere in supposti campi di concentramento coloro che si opporranno? La credibilità di stampa e Tv, del Papa, dei Governi mondiali, di supposti esperti e delle Istituzioni in generale è in caduta libera: per quanto ancora potrà reggere?

Abbiamo appena avuto un Presidente degli Stati Uniti che, finalmente, ha cercato di fare gli interessi del proprio Popolo contro il volere dell'élite, e abbiamo assistito a quali meschini sotterfugi l'establishment ha dovuto ricorrere per allontanarlo (momentaneamente) dal centro del potere, rivelando al mondo il proprio volto malvagio, avido, corrotto e operante al di fuori delle Leggi. Tutto ciò lascia un segno: metà della popolazione mondiale ha capito, e l'altra metà seguirà presto.

Mario Draghi? 

Se, come sembra, si è riveduto su gran parte del suo passato trascorso a servire i Poteri Forti contro la gente comune, tanto meglio. In caso contrario, verrà travolto e spazzato via anche lui dagli eventi. Una sempre più ampia fascia di popolazione è ormai consapevole e riesce a giudicare con cognizione di causa.

A differenza dei suoi predecessori assolutamente insignificanti, Draghi sa benissimo che il Sistema, ormai insostenibile, è arrivato al capolinea e, se diverrà Presidente del Consiglio, non sarà per suicidarsi politicamente di fronte alla storia, ma per intraprendere un lungo percorso verso soluzioni che conosce molto bene.

 Gli sarà permesso?  Non potremo aspettarci cambiamenti radicali, ma sperare è lecito.

Quello che segue è un brano tratto dall'ultima pagina de "PERCHE' LE TASSE NON SONO DOVUTE",  pubblicato a novembre del 2014. Era un primo segnale di un cambiamento annunciato da un importante pubblicazione dell'establishment.


" Manca poco alla realizzazione totale del progetto, ma, per nostra fortuna, non arriverà mai a compimento. Il Sistema è già imploso su sé stesso e il risveglio di una massa critica sufficiente di popolazione mondiale sta procedendo velocemente. 

Gli stessi Poteri Forti stanno lanciando dei messaggi inequivocabili: cambiamenti significativi sono non più prorogabili. In un articolo apparso sul numero di Settembre/Ottobre 2014 di Foreign Relations, la rivista del Council on Foreign Relations (Cfr, il più importante think-tank tra quelli visibili), ci sono delle frasi che hanno dell’incredibile, visto che provengono dal vertice del Governo mondiale invisibile. Ecco alcune frasi (l’intero articolo è riportato sul mio sito www.paolomaleddu.com) che fanno ben sperare in un deciso cambiamento di rotta:  

"… le Banche Centrali dovrebbero dare denaro direttamente alla gente … I Governi devono fare meglio … le banche centrali, come la Fed, dovrebbero consegnare direttamente il contante ai consumatori …consegnare alle famiglie dei contribuenti dei loro paesi un certo ammontare di denaro. Il governo potrebbe equamente distribuire contante a tutti i nuclei familiari …depositando i fondi in milioni di conti correnti … Ma i responsabili politici tuttavia continuano a resistere all’idea.”

Sembra che i Grandi Usurai, dopo averli comprati con i loro soldi, stiano scaricando i politici, indicandoceli come gli unici che si oppongono ai tentativi di soluzione della crisi.

 “Le più forti fonti di resistenza ai trasferimenti di contante sono politiche e ideologiche … Ma non ha senso preoccuparsi della solvenza delle banche centrali: dopo tutto, possono stampare altro denaro… Il tempo è giunto per questo tipo di innovazioni.” 

L’ultima frase ha il valore di una sentenza, considerando la fonte autorevole da cui proviene.

 É la fine di un ciclo storico e dell'età oscura. Quando l’azione umana si riduce a un mero mercanteggiare materialistico di merci e interessi particolari, senza un principio guida superiore, trascendente, spirituale, la decadenza si fa inevitabile e inarrestabile. Una volta completamente colmata la misura e raggiunto il Kaos, una età ben più felice avrà inizio, e l'equilibrio e l'armonia del Cosmos verranno inevitabilmente ristabilite."

Commenti