TRE VIE VERSO LA COSCIENZA COSMICA




 Fintanto che sia presente anche solo un minimo fremito di pensiero e di irrequietezza mentale, non si può raggiungere la Coscienza Cosmica. La tecnica di concentrazione della Self-Realization Fellowship aiuta moltissimo a migliorare la qualità e la forza della concentrazione. La pratica di essa risparmierà al ricercatore serio anni di infruttuoso vagare sul piano subconscio. Questo è un piano che dovete evitare, perché è gremito di esperienze spirituali illusorie e immaginarie. Per avere vere esperienze spirituali e realizzazioni della verità si deve raggiungere lo stato supercosciente.

Il mondo ha l'abitudine di insegnare molto e di praticare poco. Voi potrete ascoltare cento volte una conferenza sullo zucchero, ma non ne conoscerete il sapore se non dopo averlo assaggiato. E neppure può essere conosciuto lo splendore di alcun vero insegnamento, se non attraverso la pratica. Voi dovete vivere gli insegnamenti dei profeti e delle grandi anime. Allora le loro verità diventano vostre, e voi realizzate che la verità è dimostrabile e universale. Se praticherete la verità, che vi confessiate cristiano, induista, buddista o appartenente a qualsiasi altra religione, il Cristo vi riconoscerà come suoi, e così faranno Krishna, Buddha e tutte le altre divine incarnazioni della Verità.

Seguite con costanza il sentiero della verità. Ricordate che fra mille, solo pochi cercano Dio, e fra quei ricercatori forse uno solo Lo conosce veramente. Chi è perseverante realizzerà Dio. Perciò fate del vostro meglio per rendere la meditazione un'esperienza regolare nella vostra vita. Possiate voi mai dimenticare Dio e non accontentarvi mai finché non Lo avrete trovato! Siate in grado di dire:"Dietro questa forma finita io sento l'Infinito". Io non vengo mai a far lezione finché non so che Egli è con me. Non insegno mai finché non ho stabilito questa comunione completa; e io so che, quando parlo da questo piano, gli studenti non dimenticheranno quello che hanno imparato.

Commenti