L'INTERESSE SUL DENARO E' UN MALE ASSOLUTO: GLI INTERESSI NON "MATURANO"

 



L'interesse sul denaro è il male all'origine della miseria economica e della sofferenza umana che ne consegue. L'interesse sul denaro, che Ezra Pound sintetizzava mirabilmente in un singolo termine, Usura, è ciò che impedisce uno sviluppo armonico di una semplice economia di scambio di beni a beneficio della gente comune all'interno della comunità umana. 

Non ci può essere una remunerazione del capitale per il solo fatto di esistere e per il trascorrere del tempo. 

Chi lo ha deciso?

Il tempo non esiste. E' solo una convenzione creata, come tante altre, per semplificarci la vita all'interno della società civile. Il denaro non "matura" né "cresce" col "passare" del tempo, semplicemente perché il tempo non trascorre né "passa". 

Viviamo in un eterno presente.

La storiella del denaro che "matura" è un concetto rubato al mondo dell'agricoltura che segue i ritmi della Natura. In Natura  maturano i frutti sugli alberi e il grano nei campi: non per il trascorrere del tempo, ma per l'energia vitale che muove tutto l'Universo. Frutta, grano ed ortaggi crescono e maturano grazie alle azioni combinate di sole, acqua e nutrimento che le radici traggono dalla terra nella quale affondano. 

E' un processo naturale che Qualcuno ha organizzato per noi su questo Paradiso Terrestre in movimento, assicurandoci in tal modo l'alimentazione quotidiana con un minimo sforzo e in maniera quasi completamente gratuita. Noi umani invecchiamo non per il trascorrere del tempo, ma per l'uso e il conseguente deterioramento dei materiali di cui il nostro corpo è composto: tutto secondo Natura.

Ma il denaro non esiste in natura, né segue i processi naturali. E' una invenzione della mente umana, una convenzione creata per facilitarci la vita. Non può "maturare" né "crescere", essendo materia inerte. Dieci monete d'oro o dieci banconote di valore in una cassetta di sicurezza, non diventano undici dopo un anno per "maturazione" di interessi.

 Il denaro non genera denaro.

L'inganno degli interessi che maturano, venduto dalle classi dominanti che padroneggiano la materia monetaria alle ingenue popolazioni mondiali e ormai acquisito come un dogma inattaccabile, ha trasformato il Paradiso Terrestre in un Inferno per la gente comune. Si retribuisce il capitale piuttosto che il lavoro.

Una gran parte dell'Umanità, che assieme a tutte le altre specie viventi ha a disposizione tutte le straordinarie risorse disponibili, soffre la fame sul Pianeta dell'Abbondanza perché il denaro "matura" interessi. Non c'è più acqua e cibo per tutti, siamo diventati troppi: una parte cospicua di popolazione deve essere soppressa. Così hanno sentenziato quegli stessi personaggi che appartengono alle classi dominanti dei "Creatori di moneta" che da millenni governano il mondo a loro esclusivo beneficio. 

Innescato questo incredibile processo fraudolento, la vita sulla Terra si è trasformata in un gigantesco apparato che pompa denaro dalla base produttiva che compie tutto il lavoro fisico, alla classe improduttiva di speculatori e parassiti della società che si è posizionata al vertice della piramide sociale.

Oggi, i mostruosi Fondi d'Investimento che muovono capitali immensi condizionando a piacimento la finanza e l'economia mondiale, procedono speditamente a procurare la miglior remunerazione del capitale investito, senza badare alle disastrose conseguenze che le loro scelte possono arrecare alle popolazioni sparse sul pianeta. Sono diventati mostri (quasi) incontrollabili che nulla hanno più a che fare con la realtà dell'Essere Umano fino ad ora conosciuto.

Tutto grazie agli interessi che maturano sul denaro.

 


Commenti