Il racket dei vaccini COVID – parte 1 – MN #123



Il racket dei vaccini COVID – parte 1 – MN #123:

 L’argomento dei vaccini è ormai al centro della vita politica, religiosa e sociale di molti Paesi. E’ ormai chiaro che la strategia generale perseguita dalle grandi case farmaceutiche e dai politici che le appoggiano sia d’imporre la vaccinazione obbligatoria continua e ripetuta a tempo indeterminato e con frequenza elevata. Il tema sta dividendo le nazioni […]

La Finanza, i banchieri, le multinazionali, i politici, i giornalisti della "stampa libera" e delle Tv, persino il Papa, spingono  tamponi, vaccini, lockdown e parlano in maniera compulsiva di medicina e sanità: non vi sembra ci sia qualcosa di strano?

Inoltre, lo fanno togliendo il microfono  agli unici abilitati a parlarne con cognizione di causa: i medici e gli scienziati. Soprattutto quelli di diverso parere che sollevano dubbi apportando analisi documentate sulla pericolosità di questi ESPERIMENTI SU ESSERI UMANI.

I criminali in giacca e cravatta anziché fare la guerra al virus,  hanno apertamente dichiarato guerra ai Popoli, ormai superflui.

Ma gli errori sono troppi, evidentemente dettati dal panico, e i dubbiosi e i "complottisti" crescono di numero e in qualità in tutto il pianeta. Negli Usa, l'evidenza dei brogli elettorali contro Trump, la demenza senile del supposto leader del mondo occidentale (Joe Biden) e le responsabilità di Anthony Fauci nella creazione e diffusione del Sars Cov 2 stanno emergendo. In Europa, l'ossessionante e sospetta propaganda in favore dei vaccini e le crescenti "reazioni avverse" stanno velocizzando il risveglio dei Popoli e le manifestazioni contro i Governi traditori. 

La consapevolezza popolare finirà per avere la meglio sulla dittatura sanitaria. Del resto, i regimi dittatoriali, anche i più feroci, non sono la normalità: creando tensioni crescenti e moltitudini di nemici, hanno una durata limitata e una fine certa.

Commenti