Testamento spirituale di Vittorio Marchi

 

La mission di Vittorio Marchi: portare conoscenza e consapevolezza all'Umanità.


"... al di là dell'educazione scolastica tradizionale ... non trovando mai risposte, ho continuato ad esplorare ... finché c'è stato un incontro determinante, la svolta della mia vita ... questa persona dotata di poteri particolari ... stando insieme a lui ho potuto constatare delle realtà che altrimenti mai avrei potuto conoscere e che erano molto al di là di quelle che viviamo nella nostra quotidianità ... sto parlando sia di una realtà visibile che invisibile ... a quel punto io dovevo rendere testimonianza di queste realtà che a me erano state date ... senza peraltro far leva su fenomeni trascendenti, miracolistici. Tutti fenomeni scientificamente spiegabili. 

  L'informazione in un Paese democratico deve essere libera e circolare, e purtroppo questo non è.

Finché l'Umanità ... non arriva, passo dopo passo, singolarmente, persona dopo persona, a quella che oggi viene chiamata pomposamente conoscenza, ma non lo è, non ci sarà verso di avere un po' di pace, un po' di tranquillità, un po' di solidarietà, un po' di fratellanza ...

Distruggere tutto non significa distruggere la Vita sulla Terra, anche se ci stiamo adoperando molto per farlo ... Il pianeta non ha paura di quella microfauna terrestre che è l'Umanità ... il problema riguarda l'uomo, la forma antropica ... l'evoluzione, attraverso miliardi di anni, ci ha messo così tanto per arrivare fino a noi ... la forma per ora più alta di evoluzione, e noi rischiamo di azzerare tutto proprio nel momento più importante di questa transizione verso l'umano, il vero umano, non l'uomanoide ... "

Commenti