La moneta sottratta ai Popoli: la più Grande Truffa di tutti i tempi.


 La moneta è una invenzione della mente umana: nasce nel preciso istante in cui i banchieri la scambiano con i Titoli di Stato o la cedono in prestito ad aziende e persone fisiche. Con l'inganno, siamo stati abituati a chiederla in prestito ai Creatori di moneta, i Grandi Usurai apolidi. Nessuno, nella scuola dell'obbligo o nelle facoltà universitarie, ci ha mai spiegato che la moneta  appartiene al Popolo che le dà valore accettandola e facendola circolare. In nostra assenza, non ci sarebbe nessun valore monetario.

I soldi che ci servono per vivere vengono emessi dai banchieri sotto forma di prestito e nelle banche  devono rientrare.

 I Grandi Usurai internazionali si sono impossessati con l'inganno e la complicità delle classi politiche del nostro denaro. Basiamo tutta una vita di lavoro su una moneta presa in prestito e che non sarà mai nostra se non ne rivendichiamo la proprietà. Possiamo solo prenderla in affitto e gli Usurai possono aumentare l'affitto quando vogliono: è così che vogliamo continuare a vivere? 

Tra il Popolo che chiede e l'Usuraio che concede, chi è il vero sovrano?

Moneta di proprietà del Popolo ma scippata con la complicità di governanti traditori che partecipano alla spartizione del bottino, gestita in regime di monopolio dai banchieri: il più grande furto di tutti i tempi. Come mai nessuno ne parla? Vogliamo iniziare a rivendicare ciò che è nostro senza farci distrarre da mille altri falsi problemi?

Biglietti di Stato a costo zero senza obbligo di restituzione a chicchessia: tutto il resto sono chiacchiere.

Commenti