a:link {color:red;}a:visited {color:purple;}

Paolo Maleddu


download


                                                        Il pianeta azzurro


                 Vaste distese bianche di vapore acqueo con immensi oceani azzurri sottostanti.

                                                            Scarseggia l’acqua su questa Terra?



Tutto ciò che si trova su questo Pianeta dell’Abbondanza, montagne, foreste, frutti, energia, minerali, fiumi, oceani, sorgenti d’acqua … appartiene agli esseri viventi che lo abitano.


In mezzo a tanta abbondanza di risorse naturali, noi, gli Esseri Umani dotati di intelligenza e Coscienza, padroni incontrastati, permettiamo che ci venga imposta una cultura della scarsità e viviamo perennemente angosciati e pesantemente indebitati.




                                                                                          Con chi ?

                                                       ANNO   1773 :
             IL PIANO DI MAYER AMSCHEL ROTHSCHILD                                 PER DOMINARE IL MONDO

Secondo William Guy Carr, in “Pawns In The Game”, l’incontro iniziale di questi programmatori ex-officio ebbe luogo nel Laboratorio Orafo di Mayer Amschel Bauer a Francoforte nel 1773. Bauer, che adottò il nome di Rothschild o Scudo Rosso, dallo scudo rosso che appese sulla porta per pubblicizzare la propria attività, “aveva solamente trentanni di età quando invitò ad incontrarsi a Francoforte dodici altri uomini ricchi e influenti. Era sua intenzione convincerli che se avessero acconsentito ad unire le loro risorse, avrebbero potuto finanziare e controllare il Movimento Rivoluzionario Mondiale e usarlo come loro Manuale di Azione per conquistare il controllo totale della ricchezza, le risorse naturali e la forza lavoro del mondo intero. Raggiunto tale accordo, Mayer dispiegò il suo piano rivoluzionario. Il progetto sarebbe stato appoggiato da tutto il potere che sarebbe stato possibile comprare con le loro risorse unite. Con l’uso astuto della ricchezza comune sarebbe stato possibile creare tali avverse condizioni economiche che le masse sarebbero state ridotte ad uno stato prossimo alla morte per fame a causa della disoccupazione … I loro propagandisti assoldati avrebbero alimentato sentimenti di odio e vendetta contro la classe al potere, rivelando stravaganze reali e inventate, comportamenti licenziosi, ingiustizie, oppressione e persecuzione. Avrebbero
pure inventato atti infamanti per screditare altri che, se lasciati liberi di agire, avrebbero potuto interferire con il loro piano complessivo …
Rothschild si incentrò su un manoscritto e iniziò a leggere un piano d’azione accuratamente preparato.


1. Egli dichiarava che la LEGGE non è altro che FORZA sotto mentite spoglie. Sosteneva che era logico concludere che “Per legge della natura, il diritto risiede nella forza”. 2. La libertà politica è un’idea, non un fatto. Per impossessarsi del potere politico tutto ciò che era necessario era predicare “Liberalismo” in modo che l’elettorato, in nome di un ideale, avrebbe consegnato parti di potere e prerogative che i complottisti avrebbero potuto allora riunire nelle loro mani. 3. Il relatore asseriva che il Potere dell’Oro aveva usurpato il potere dei governanti Liberali … Fece notare che era irrilevante per il successo del loro piano che i governi al comando venissero sconfitti da nemici esterni o interni, dal momento che il vincitore avrebbe necessariamente chiesto l’aiuto del “Capitale” che “ È interamente nelle nostre mani.” 4. Sosteneva che l’uso di qualsiasi mezzo disponibile per raggiungere il loro obiettivo era giustificato per il fatto che il governante che amministrava secondo etica non era un abile politico perché si era reso vulnerabile e si era messo in una posizione precaria. 5. Asseriva che “Il nostro diritto risiede nella forza. La parola DIRITTO è un pensiero astratto e non prova nulla. Io trovo un nuovo DIRITTO … di attaccare con il DIRITTO del FORTE, per ricostruire tutte le istituzioni esistenti, e diventare Signore sovrano di tutti coloro che ci lasciarono Diritti sui loro poteri offrendoceli con il loro liberalismo. 6. Il potere delle nostre risorse deve restare invisibile sino al momento in cui avrà acquisito una forza tale che nessun inganno o forza possa metterlo in pericolo. Continuò sottolineando venticinque punti. Il numero 8 aveva a che fare con l’uso di bevande alcoliche, droghe, corruzione, e tutti i vizi con i quali corrompere sistematicamente la gioventù di qualsiasi nazione. 9. Si riservavano il diritto di sequestrare le proprietà private con ogni mezzo e senza esitazione, se così facendo si assicuravano sottomissione e sovranità. 10. Noi saremmo stati i primi a mettere gli slogans Libertà, Uguaglianza e Fraternità nella bocca delle masse, per preparare una nuova aristocrazia. La qualifica per questa aristocrazia è la RICCHEZZA che dipende da noi. 11. Le guerre devono essere indirizzate in modo tale che le nazioni impegnate su entrambi i lati siano ancora più indebitate con noi. 12. I candidati a cariche pubbliche devono essere servili e obbedienti ai nostri ordini, in modo da poter essere prontamente disponibili. 13. Propaganda – la loro ricchezza congiunta avrebbe controllato ogni fonte di informazione. 14. Instabilità e depressioni finanziarie avrebbero infine condotto a un Governo Mondiale, un nuovo ordine di un unico governo mondiale.”


Un piano d’azione diabolico datato 1773, i cui sviluppi possiamo riconoscere rileggendo ora, con occhi meno ingenui la storia (quella vera, non quella ritoccata appresa sui banchi di scuola) degli ultimi secoli e che possiamo vedere in diretta, attuato dal vivo ancora ai giorni nostri con una dose di sadismo che non ha niente di umano.
Live, sui nuovi flat screen, per i nostri cervelli anch’essi totalmente piatti.


Un programma terribile, cinicamente realizzato in oltre duecento anni in una guerra vile perché non apertamente dichiarata contro le popolazioni mondiali, che dovrebbe toglierci immediatamente ogni dubbio (per chi ancora ne avesse) sugli obiettivi enunciati dagli Usurai stessi e sulla loro totale assenza di empatia verso i propri simili.
Nel programma esposto dal capostipite della dinastia dei Rothschild, sui quali non a caso pesa la non certo invidiabile e ormai diffusamente accettata convinzione di essere i maggiori responsabili di tanta sofferenza inflitta all’Umanità intera nel corso degli ultimi secoli, possiamo leggere chiaramente le linee guida che ancora oggi ispirano l’azione dei banchieri Usurai che governano il mondo e dei leader politici “servili e obbedienti ai nostri ordini, in modo da poter essere prontamente disponibili”.
Rileggendo attentamente queste poche righe comprendiamo con chiarezza come, partendo dalla forza invisibile ma quasi onnipotente del denaro e utilizzando concetti e ideali come strumenti, l’élite dominante sia riuscita prima a conquistare e poi a mantenere saldamente il controllo dell’intero pianeta.
Essi stessi ci confermano l’esistenza del grande recinto mediatico più volte ricordato, costruito grazie alla propaganda e alla loro ricchezza congiunta che permette il controllo di ogni fonte di informazione. La gabbia mentale nella quale tenerci prigionieri con slogan ad effetto come LEGGE, DIRITTO, Liberalismo, Libertà, Uguaglianza e Fraternità, “… droghe, corruzione e tutti i vizi con i quali corrompere sistematicamente la gioventù di qualsiasi nazione”.
Infine, last but not least, due espliciti proclami di grande attualità: “9. Si riservavano il diritto di sequestrare le proprietà private con ogni mezzo e senza esitazione …”, e l’esteso utilizzo della loro arma preferita negli ultimi duecento anni di storia , l’indebitamento dei popoli attraverso le guerre: “11. Le guerre devono essere utilizzate in modo tale che le nazioni impegnate su entrambi i lati siano ancor più indebitate con noi”.


Ogni commento è superfluo.


                                                                                                                                Tratto da : "IL PARADISO TERRESTRE"

Create a website