a:link {color:red;}a:visited {color:purple;}
freddie-collins-309833
PAOLO MALEDDU
PAOLO MALEDDU

Per maggiori informazioni, puoi scrivere a:

paolo.maleddu@gmail.com

+39 3496107688

Il Blog

La moneta è uno straordinario strumento di creazione e distribuzione di benessere per tutta l'Umanità. Non può esserlo solo per una esigua schiera di Usurai malati di delirio di onnipotenza.


11/05/2018, 01:44



IL-MOVENTE-"TEORETICO":-PURITANI-E-VECCHIO-TESTAMENTO-----LA-RICCHEZZA-MATERIALE-COME-SEGNO-DI-ELEZIONE-DIVINA.-NESSUN-OBBLIGO-A-SOLIDARIETA’,--NE’--A-COMPIERE-OPERE-DI-BENE-


 VIOLENZA SANGUINARIA CONTRO IL GENERE UMANO. DECINE DI MILIONI DI VITTIME DEGLI USA DALLA FINE DELLA SECONDA GUERRA MONDIALE



IL MOVENTE "TEORETICO": PURITANI E VECCHIO TESTAMENTO
2° parte

Ecco:vediamo quindi di capire, attraverso qualche stralcio degli scrittidi John Kleeves, come e perché questa tribù si sia messa in testaqueste convinzioni tutte sue, rimandando per la lettura integrale alDownload di "UnPaese Pericoloso".
...

 Iltermine "puritano" si è affermato nel mondo occidentalecome sinonimodipersona bigotta e di costumi sessuali eccessivamente rigidi, maintimamente ipocrita. 
Questi erano ineffetti i tratti più evidenti dei Puritani storici. Ma i Puritanistorici erano molto più di questo. Come abbiamo visto, per uninsieme di circostanze nell’Europa del Quattro-Cinquecento si andavadelineando un nuovo tipo umano, un nuovo atteggiamento psicologicoverso la vita. Esso nasceva dall’incontrofra un individualismo materialistico istintivo e la teoretica delVecchio Testamento, chegli offriva una razionalizzazione, una protezione ed un sistema dipropagazione nello spazio e di perpetuazione nel tempo. Si originavacosì, una valutazione globale della vita che forniva soluzionispecifiche e coerenti in ogni aspetto dell’umano e che, lasciatalibera di esprimersi, avrebbe generato una civilizzazione nuova. IPuritani erano gli esponenti più coerenti di questa nuova culturaeuropea, coloro che più sfruttarono gli spunti del VecchioTestamento. Erano in effetti quelli che ne avevano più bisogno dalpunto di vista esistenziale e infatti, liberi di esprimersi nelcontinente nuovo, diedero vita alla civilizzazione americana. GliStati Uniti non sono una società culturalmente composita, o derivatadall’incontro e dal contributo di differenti culture. Negli StatiUniti non vi fu mai alcun melting pot. I Puritani formarono subitouna società culturalmente congrua e compatta, quindi di sempliceaggregazione da intuire e foriera di risultati concreti:conformandosi ad esso non era difficile raggiungere l’agiatezza,facilitati anche dall’obiettiva ricchezza del paese. Alla seconda oterza generazione i discendenti dei nuovi arrivati ne facevano giàparte, se non nominalmente, di sicuro nella realtà effettiva. 

..."Traevano ogni ispirazione dal Vecchio Testamento, o almenoerano convinti di farlo. L’ideafondamentale era che la ricchezza materiale, e più in generale ilbenessere materiale, compreso quello fisiologico, rappresentava unsegno di elezione divina. Unindividuo era eletto se Dio lo predestinava alla virtù di osservarei Comandamenti. Non c’era obbligo alla solidarietà reciproca né acompiere opere di bene. Il rispetto richiesto per i Comandamenti eraletterale, cioè formale. La figura di Gesù era totalmente ignorata,benché certamente si definissero "cristiani". I Puritani, come del resto un po’ tutti gli altri Protestanti,operarono una certa mirata selezione anche nell’ambito del VecchioTestamento, a ulteriore dimostrazione del principio utilitaristicoalla base di tutta l’operazione. Consideriamo, per esempio, laschiavitù. È vero che il Vecchio Testamento la giustifica, ma soloin una certa ottica. Fra gli ebrei storici gli schiavi diventavanotali in genere per un debito non pagato e quindi, una volta diproprietà del creditore, erano trattati bene e venivano consideratiun po’ come parte della famiglia. Dio enuncia a Mosè un certo numerodi precetti sul modo di trattare gli schiavi, ma i Puritani liignorano.

  ..."Un concetto importante per i Puritani, che si rivelò gravidodi conseguenze inaspettate, era quello di popolo eletto. Chiunquepensa che il Vecchio Testamento, nel parlare di "popolo eletto",si riferisca anche a lui deve convincersi di farparte di quella particolare "elezione" divina presain considerazione nel testo biblico; e così facevano i Puritani. Lpopolo eletto Dio destina una patria opulenta, e i Puritanicertamente si diressero in America pensando che fosse la loro TerraPromessa. Gli indiani erano destinati alla distruzione per loro manocosì come lo erano stati i cananei per Giosuè e i Giudici. Nonsolo, ma quando i Puritani scorgeranno un po’ più in là una terraricca o in qualche modo appetibile penseranno sempre di avernediritto, un diritto che giustificherà anche i mezzi più cruenti,stermini compresi. La debolezza della resistenza incontrata sarà unsegno divino, mentre la sua tenacia li scandalizzerà. Leimplicazioni in politica estera e militare di questa concezione nonpossono sfuggire e, come si vedrà, non cesseranno mai di influiresulla storia statunitense.

..."In campo religioso essinon riconobbero più la gerarchia della Chiesa d’Inghilterra, ebandirono tutte le manifestazioni esteriori di culto introdottearbitrariamente dalla Chiesa Cattolica, che quella aveva conservato:i vestimenti rituali, il segno della croce, particolarmente nelbattesimo, la genuflessione durante la Comunione, l’uso della fedenel matrimonio, l’osservanza delle festività per i Santi, compresala celebrazione del Natale, ed in genere tutto quanto prescritto dalThe Book of Common Prayer, una specie di breviario pubblicato dallaChiesa d’Inghilterra. In particolare celebrare il Natale nel NewEngland fu illegale sino alla prima metà dell’Ottocento, e ciònonostante la separazione fra Chiesa e Stato decretata dallaCostituzione del 1787.
 Laloro organizzazione politica si basò su due concetti fondamentali:quello dell’uomo singolo che doveva essere assolutamente libero dipoter fare la sua fortuna materiale, vincolato solo dal rispetto deiComandamenti; e quello della comunità che doveva solo sorvegliare ache i medesimi fossero appunto rispettati.

  ..."IPuritani rappresentavano l’antitesi della democrazia. Essinon credevano affatto che gli uomini fossero tutti uguali, etantomeno che avessero tutti gli stessi diritti. Alcuni in effettipotevano anche essere ridotti in schiavitù. Essi pensavano algoverno come ad una oligarchia di uomini virtuosi e meritevoli chesoli avevano - collettivamente, e quindi ... democraticamente -il diritto di regolare i modi e i mezzi coi quali un eletto aveva lapossibilità di realizzare appieno la volontà divina, che simanifestava col successo o l’insuccesso materiale. L’accesso a taleoligarchia non poteva essere negato a chi, diventato ricco e magariessendo anche in buona salute, dimostrava di essere per definizioneuno di loro. Di qui deriva un altro aspetto della loro apparentedemocraticità, oltre che del loro repubblicanesimo: l’abolizione delconcetto di élite aperta, appunto "democratica". Inpratica, alla nobiltà per diritto divino, indimostrabile, di stampomedioevale i Puritani sostituirono la nobiltà per diritto divinodimostrabile, appunto attraverso la ricchezza materiale. Gliamericani attuali accettano di buon grado che i loro dirigenti e altifunzionari dello Stato siano quasi tutti uomini estremamente ricchi, ela giustificazione risiede implicitamente in quel ragionamentopuritano.

  ..."Aquesto punto gli Stati Uniti non dovrebbero più essere degliillustri sconosciuti. 
 A partire dal 1945 hannoeretto attorno al proprio sistema un grande sbarramento, unacortina fumogena fatta di propaganda, didisinformazione, di travisamenti, di mezze verità e di bugie intereche toccano tutti gli aspetti della realtà, dalla storiaall’attualità, alle relazioni estere, e che è di una efficaciatremenda, perchè viene attuata su tutti i piani della comunicazioneumana realizzata grazie ad una concertazione così perfetta e cosìcorale da non avere precedenti nella Storia. Si può concludere chetutti i fatti della politica estera americana sono sempre staticaratterizzati dallo stesso motivo conduttore e sono servitiimmancabilmente a un unico scopo: procurarecondizioni le più vantaggiose possibili alle aziende americane cheoperano all’estero o con l’estero, cioè alle Multinazionali. Inaltri termini, sin dalle origini, la politica estera americana èstata calamitata da un preciso miraggio, situato in cima al suoorizzonte visivo: la conquista del mondo e delle sue risorse.

..."Un’altracostante emerge con evidente chiarezza nella storia americana. Ciriferiamo alla violenza sanguinaria contro il genere umano. Gliindiani furono sterminati e si è visto con quali sistemi e in qualeconsistenza numerica (circa cinque milioni). I neri furono soloschiavizzati, ma trattati come animali. In conseguenza delloschiavismo americano furono sterminati in Africa circa 40 milioni diindividui. Con i bombardamenti di civili durante la Seconda GuerraMondiale uccisero tre milioni di persone, in Europa e in Giappone.Provocarono poi la morte di un milione di persone in Corea eprobabilmente sei milioni di persone in Vietnam, Laos e Cambogia.Invadendo Panama nel 1989 bombardarono il quartiere popolare di ElChorrillo a Panama City uccidendo circa duemila persone; lo fecerosolo a scopo di punizione e come monito a non ribellarsi più agliStati Uniti in futuro. Non vi era nessuna necessità, infatti, lofecero per spargere il terrore, e questo può definirsi senz’altro"terrorismo". Durante la breve Guerra del Golfo colpironoancora i civili, uccidendone circa 300 mila.
 Finora ci siamo riferiti alle guerredichiarate, ufficiali, condotte alla luce del sole. Ci furono poi gli innumerevoli massacri, grandi e piccoli,perpetrati dai regimi-fantoccio degli Stati Uniti e che gli stessimanovrarono o incoraggiarono a compiere, nell’ambito della politicaneocoloniale del dopoguerra; qualche volta vi parteciparonodirettamente con uomini e mezzi, come per esempio in occasionedell’invasione di Timor Est da parte della neocolonia dell’Indonesia,nel corso della quale furono uccisi circa 700 mila civili. Iltotale di queste vittime, come si è detto in precedenza, è davalutare intorno ai 30 milioni di unità.

  Da"Un Paese Pericoloso", John Kleeves


1

PAOLOMALEDDU.COM @ ALL RIGHT RESERVED 2018

INFO COOKIE POLICY | TERMINI DI SERVIZIO

Articoli correlati

Enthusiastically visualize adaptive catalysts for change whereas cross functional e-services.
Credibly negotiate efficient testing procedures rather than multifunctional innovation. ​

IL MOVENTE "TEORETICO": PURITANI E VECCHIO TESTAMENTO - LA RICCHEZZA MATERIALE COME SEGNO DI ELEZIONE DIVINA. NESSUN OBBLIGO A SOLIDARIETA’, NE’ A COMPIERE OPERE DI BENE

11/05/2018, 01:44

IL-MOVENTE-"TEORETICO":-PURITANI-E-VECCHIO-TESTAMENTO-----LA-RICCHEZZA-MATERIALE-COME-SEGNO-DI-ELEZIONE-DIVINA.-NESSUN-OBBLIGO-A-SOLIDARIETA’,--NE’--A-COMPIERE-OPERE-DI-BENE-

VIOLENZA SANGUINARIA CONTRO IL GENERE UMANO. DECINE DI MILIONI DI VITTIME DEGLI USA DALLA FINE DELLA SECONDA GUERRA MONDIALE

Create a website