a:link {color:red;}a:visited {color:purple;}
freddie-collins-309833
PAOLO MALEDDU
PAOLO MALEDDU

Per maggiori informazioni, puoi scrivere a:

paolo.maleddu@gmail.com

+39 3496107688

Il Blog

La moneta è uno straordinario strumento di creazione e distribuzione di benessere per tutta l'Umanità. Non può esserlo solo per una esigua schiera di Usurai malati di delirio di onnipotenza.


18/05/2018, 23:33



IL-DESIDERIO-SUPERIORE-----GENESI---I-SEGRETI-DEL-LIBRO-ETERNO


 IL CONCETTO DI PACE HA IL SEGUENTE SIGNIFICATO : "PRENDO SOLAMENTE QUELLO CHE MI SERVE PER SOPRAVVIVERE; IL RESTO NON MI APPARTIENE"



GENESI, Cap. I

IL DESIDERIO SUPERIORE

Siamo arrivati al momento della nascita "dell’essere umano dentro di noi". Un nuovo desiderio "umano" è nato dentro di noi. Prendiamoci del tempo ed esaminiamo attentamente questo desiderio e tutto ciò che comporta.

Per farlo, prenderemo in considerazione l’antica fonte orale che completa i Libri del Pentateuco. È chiamata Midrash (la Torah Orale). È stata tramandata oralmente da maestro a studente nel corso di migliaia di anni. È arrivata ai nostri
tempi insieme al Vecchio Testamento e non è meno considerata della sua controparte scritta.

Il testo seguente è tratto dal Midrash, verte sulla creazione dell’uomo: "Quando il Santo, che sia benedetto, giunse a creare l’uomo, gli angeli che lo assistevano si divisero in gruppi e fazioni, e alcuni dicevano ’Che sia creato’, mentre altri insistevano ’Che non sia creato’".

"L’amore disse ’Che sia creato, perché egli elargirà atti d’amore’. La verità disse ’Che non sia creato, perché egli sarà intriso di falsità’. La Rettitudine disse ’Che sia creato, perché egli compirà azioni giuste’. La Pace disse ’Che non sia creato,
perché egli sarà pieno di conflittualità’..."

"Gli angeli che Lo assistevano dissero al Signore: ’Sovrano dell’Universo! Che cos’è l’uomo, che Tu te ne preoccupi, ed il figlio dell’uomo, al quale Tu pensi? Tutto questo disturbo per cosa è stato creato?’

’Se così fosse’ Egli disse loro ’La pecora ed il bue, tutti loro, perché; perché sono stati creati gli uccelli dell’aria ed i pesci del mare? Una torre piena di buone cose ma nessun ospite - che piacere ne trae il suo padrone dall’averla riempita?’"

Qual è il significato di questo passaggio, che racconta dettagliatamente la "conversazione" del Creatore con gli angeli? Ma, prima di tutto, chi è il Creatore? Il Creatore è la Legge unificata della Natura, la Legge dell’Amore e della donazione, che è dentro ed intorno a noi. Egli è immutabile ed eterno.
Noi non Lo percepiamo, perché viviamo in base a leggi completamente diverse, ma lo scopo unico della nostra vita è di rivelarLo.

Gli "angeli" sono forze della natura (del Creatore), che obbediscono a questa Legge e che non sono in grado di agire o pensare in modo autonomo. Si potrebbe dire che gli angeli sono semplicemente la personificazione delle forze che sono
al servizio della Legge dell’Amore e della dazione.

Tieni presente che il Midrash parla di ciò che è stato rivelato dai Kabbalisti - coloro che hanno iniziato la correzione e che hanno scoperto la forza della dazione, il Creatore.

Naturalmente le forze opposte incominciano a manifestarsi, incarnandosi nella natura umana, che è totalmente egoistica e malvagia.

Immagina di accendere una torcia nel buio totale. Mentre essa illumina ciò che si trova intorno a te, scopri di essere rimasto seduto in una fogna per tutto il tempo. Dapprima potresti pensare che sarebbe stato meglio rimanere nel buio ma
non è il caso di pensare così. Almeno ora sai da dove arriva
la puzza e perché sei stato così infelice. Il nostro compito è di
ripulire la fogna, cioè mettere le briglie al nostro egoismo. Come? Questo è precisamente ciò che il Midrash spiega.

Esso ci racconta che l’uomo è come se fosse "sospeso" tra due forze opposte, collocato a metà strada tra il bene ed il male. Egli è in mezzo tra queste due forze che agiscono dentro di lui. Come diciamo spesso "Sto tra il cielo e la terra".

Allora, dentro di noi ci sono delle forze ("angeli") in equilibrio con la natura che parlano a favore della "creazione dell’uomo" (dentro di noi). Poi ci sono gli "angeli" che non sono in equilibrio con la Natura e che sono contro la creazione dell’uomo. Essi "già lo sanno" che l’uomo userà queste forze per il male, danneggiando se stesso ed il mondo intero.
Detto questo, tieni bene a mente che tutte queste forze - gli angeli che parlano a favore e contro - sono forze del Creatore. Tutto questo gran vocio è stato concepito dal Creatore per un unico scopo: perché scegliessimo autonomamente da che parte stare.

L’uomo nasce egoista. Sin dall’inizio egli sprofonda in uno stato di squilibrio e preferisce la falsità alla verità. Questa è la ragione per cui la qualità della verità, chiamata "il sigillo del Creatore", obietta contro la creazione dell’uomo. E lo fa per il suo stesso bene - per evitargli di soffrire, poiché egli non è in equilibrio con la Legge generale.

"La verità disse, ’Che l’uomo non sia creato, perché egli sarà intriso di falsità’. La Rettitudine disse, ’Che l’uomo sia creato, perché egli compirà azioni giuste’".

Proprio perché l’uomo è un egoista, avrà l’opportunità di rendersene conto e di mostrare quindi misericordia. Grazie alle sue buone azioni egli sarà in grado di comprendere ciò che è buono, in modo che in seguito egli potrà acquisire la
qualità della dazione e correggersi. È come se questo "angelo" dicesse, "Tutte le qualità dell’uomo saranno corrette perché io esisto dentro di lui, quindi non c’è da preoccuparsi".

Ma c’è anche "l’angelo della pace".

"La Pace disse, ’Che l’uomo non sia creato, poiché egli sarà pieno di conflittualità’". Essa protesta perché l’uomo è opposto alla pace. L’uomo vive per se stesso ed il suo solo pensiero è di possedere tutto. E se tutti vogliono solamente per se stessi, approfittandosi degli altri senza vergognarsene, che razza di pace potrebbe mai esserci?

L’uomo è aggressivo, gode delle disgrazie degli altri, fa di tutto per danneggiare gli altri e desidera avere più di quello che gli serve per la sua esistenza. Le qualità negative che sono in lui lo elevano al di sopra del livello animato ma, mentre il
livello animato è in armonia con la Natura, l’uomo non lo è!

Il leone e la mucca prendono dal loro ambiente solo ciò di cui hanno bisogno per sostenersi ma l’uomo non fa così. La Natura impone questa condotta agli animali ma non all’uomo. Non c’è una singola qualità nell’uomo che egli utilizzi per raggiungere la pace. Il concetto di pace ha il seguente significato: Prendo solamente quello che mi serve per sopravvivere; il resto non mi appartiene.

L’uomo è nato con il grottesco desiderio di governare e dominare il mondo intero a vantaggio delle sue necessità, ciò è opposto alla qualità di donazione della Natura. Questa è la ragione per cui l’angelo della pace parla con tanta veemenza contro la creazione dell’uomo, in quanto egli porterà solamente discordia e guerra nel mondo.

E, a dire il vero, vediamo che la storia del genere umano è un susseguirsi di guerre. Se l’uomo si rendesse conto della sua essenza, capirebbe che tutto ciò a cui riesce a pensare è come usare gli altri a proprio vantaggio. Questo è ciò che noi
intendiamo per "guerra": l’eterno conquistare il territorio altrui, vale a dire la riduzione in schiavitù dell’ "IO" di qualcun altro da parte del mio "IO".

Tutto il progresso del genere umano nel corso dei millenni ha portato, alla fine, allo sviluppo di armi di distruzione di massa. L’uomo ha cercato modi per dominare, trarre profitto ed usare le sue forze per elevarsi sopra gli altri. Ecco perché l’angelo della pace ha ragione quando dice che l’uomo è tutto discordia. Non una delle sue inclinazioni è diretta al conseguimento dell’equilibrio con il proprio ambiente circostante, che gli permetterebbe di dare agli altri quanto spetta loro. Invece l’uomo anela ad ottenere e controllare tutto ciò che appartiene agli altri.

Il Midrash sostiene che, in questa forma, l’uomo non dovrebbe nemmeno arrivare nel mondo. La ragione è chiara: il Midrash è una direttiva che "vive" dentro l’uomo ma l’uomo le oppone resistenza e non vuole vivere secondo le sue indicazioni. Perciò gli angeli che si oppongono alla creazione
dell’uomo hanno inizialmente ragione. Date le circostanze
l’uomo non dovrebbe essere creato, in quanto è opposto a tutta la Natura.

Tuttavia, quando l’uomo usa i suoi poteri correttamente ed arriva alla correzione, egli diventa il re della Natura e del mondo, tutto il processo comincia ad avere un significato e l’uomo diventa uguale al Creatore.

È già stato detto che il Creatore è la legge omnicomprensiva della Natura, che include tutti gli "angeli", cioè le forze e le leggi. Il Creatore dice loro "Nonostante tutto Io sono a favore della creazione dell’uomo, nonostante i suoi difetti,
perché vedo che attraverso questo processo egli conquisterà un livello spirituale. Questo è ciò che mi serve da lui. Egli si correggerà. Egli si sbarazzerà del suo ego e verrà da Me. E quando lo farà, sarà per sua scelta e non perché schiavo della
Mia Luce. Questo è molto importante".

Quindi al Creatore non importa dello stato iniziale della Creazione e di tutti gli stati che attraversiamo. Egli già ci vede nello stato finale, che è la ragione della nostra esistenza.

La battaglia descritta nel Midrash è sempre presente nell’uomo. Ad ogni passaggio, in ogni momento della vita, l’uomo lavora per costituire questo equilibrio e per portare, di conseguenza, l’equilibrio al mondo intero. Egli non può restare fermo, in quanto ogni stato lo spinge ad agire, ed egli sceglie il suo cammino ad ogni passo. In ogni preciso momento, l’uomo deve connettersi allo scopo della Creazione, analizzare perché il Creatore ha scelto di crearlo, nonostante tutte le forze e le qualità che si sono opposte alla sua creazione. A
dire il vero, lo scopo del lavoro dell’uomo sta nel giustificare la sua stessa creazione.

Questo è ciò che succede dentro ognuno di noi; abbiamo solamente bisogno di predisporci a percepirlo.

Prossimo brano : DI CHE COSA E’ FATTO L’UOMO.


1

PAOLOMALEDDU.COM @ ALL RIGHT RESERVED 2018

INFO COOKIE POLICY | TERMINI DI SERVIZIO

Articoli correlati

Enthusiastically visualize adaptive catalysts for change whereas cross functional e-services.
Credibly negotiate efficient testing procedures rather than multifunctional innovation. ​

IL DESIDERIO SUPERIORE - GENESI - I SEGRETI DEL LIBRO ETERNO

18/05/2018, 23:33

IL-DESIDERIO-SUPERIORE-----GENESI---I-SEGRETI-DEL-LIBRO-ETERNO

IL CONCETTO DI PACE HA IL SEGUENTE SIGNIFICATO : "PRENDO SOLAMENTE QUELLO CHE MI SERVE PER SOPRAVVIVERE; IL RESTO NON MI APPARTIENE"

Create a website