a:link {color:red;}a:visited {color:purple;}
freddie-collins-309833
PAOLO MALEDDU
PAOLO MALEDDU

Per maggiori informazioni, puoi scrivere a:

paolo.maleddu@gmail.com

+39 3496107688

Il Blog

La moneta è uno straordinario strumento di creazione e distribuzione di benessere per tutta l'Umanità. Non può esserlo solo per una esigua schiera di Usurai malati di delirio di onnipotenza.


21/05/2018, 20:20



LO-STATO-SECONDO-RAGIONE-O-LO-STATO-COMMERCIALE-CHIUSO-:-J.-G.-Fichte
LO-STATO-SECONDO-RAGIONE-O-LO-STATO-COMMERCIALE-CHIUSO-:-J.-G.-Fichte


 IL PRIMO SCOPO DI OGNI UMANA ATTIVITA’ E’ DI POTER VIVERE ... CHE CIO’ CHE ESISTE SIA DIVISO UGUALMENTE FRA TUTTI ...



Quanto sono distanti i concetti semplici e umani della onesta ripartizione tra tutti della ricchezza comune disponibile di un grande pensatore come Fichte dalla guerra di tutti contro tutti, dei più forti e disonesti contro i più deboli e indifesi, alla quale siamo costretti ad assistere, impotenti, al giorno d’oggi !
 
LO STATO SECONDO RAGIONE O LO STATO COMMERCIALE CHIUSO

Filosofia, Cap. I 


Origini e natura del diritto di proprietà


"... io direi : ufficio dello stato sia prima di tutto di dare a ciascuno il suo, immetterlo nella sua proprietà, e poi proteggervelo.


Il primo scopo di ogni umana attività è di poter vivere; e a questa possibilità di vivere hanno diritto uguale tutti quelli che la natura ha chiamato alla vita. La divisione predetta deve adunque essere fatta anzitutto in modo che tutti possano esistere. Vivere e lasciar vivere!


Inoltre, ogni uomo vuol vivere il più agiatamente che sia possibile; e poiché ciascuno esige ciò come uomo, e nessuno è più o meno uomo dell’altro,  così tutti hanno in questa esigenza diritto uguale. In conformità di questa uguaglianza di diritto, deve la divisione esser fatta in modo che tutti e ciascuno possano vivere presso a poco ugualmente bene. Possano, io dico, non debbono. Se uno vive meno agiatamente degli altri, deve ciò dipendere da lui solo, non da qualsivoglia altro, in alcun modo. 


... vostro còmpito è soltanto questo: che ciò che esiste sia diviso ugualmente fra tutti.  


La parte che tocca a ciascuno è di diritto il suo ; egli deve averla, se ancora non gli sia stata aggiudicata. In uno stato conforme alla ragione egli la ottiene, ma nella spartizione che, innanzi al risveglio e al governo della ragione, viene fatta dal caso o dalla forza, non la ottiene certamente ognuno; mentre altri si appropria di più di quello che gli toccherebbe per sua parte.  E però deve essere mira dello stato realmente esistente, il quale voglia avvicinarsi alla ragione, di attribuire mano a mano a ciascuno il suo  nel nel senso stabilito. Il che importa, come spiegai innanzi, che destinazione dello stato è di dare a ciascuno il suo."



1

PAOLOMALEDDU.COM @ ALL RIGHT RESERVED 2018

INFO COOKIE POLICY | TERMINI DI SERVIZIO

Articoli correlati

Enthusiastically visualize adaptive catalysts for change whereas cross functional e-services.
Credibly negotiate efficient testing procedures rather than multifunctional innovation. ​

LO STATO SECONDO RAGIONE O LO STATO COMMERCIALE CHIUSO : J. G. Fichte

21/05/2018, 20:20

LO-STATO-SECONDO-RAGIONE-O-LO-STATO-COMMERCIALE-CHIUSO-:-J.-G.-FichteLO-STATO-SECONDO-RAGIONE-O-LO-STATO-COMMERCIALE-CHIUSO-:-J.-G.-Fichte

IL PRIMO SCOPO DI OGNI UMANA ATTIVITA’ E’ DI POTER VIVERE ... CHE CIO’ CHE ESISTE SIA DIVISO UGUALMENTE FRA TUTTI ...

Create a website