a:link {color:red;}a:visited {color:purple;}
freddie-collins-309833
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. 
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. 
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. 
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. 
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. 

25/07/2018, 15:51



"-...--è-innaturale---e-quindi-impossibile---che-la-gente-crepi-di-fame-per-aver-prodotto-troppi-beni-di-consumo"-----Joaquìn-Bochaca-:-LA-FINANZA-Y-EL-PODER,--1979


 LA FINANZA E IL POTERE di Joaquìn Bochaca, pubblicato nel lontano 1979, è una lettura fondamentale per chi voglia comprendere la criminale ingiustizia del sistema bancario e l’incredibile potere di vita o morte che i banchieri hanno su di noi



Proporrò, in alcuni post successivi, brevi brani colti da questo splendido libricino scritto da Joaquìn Bochaca nel 1979, quando potere delle banche e funzionamento criminale del sistema bancario era ancora un argomento familiare a ben poca gente.
Il libro consta di due soli capitoli, "il furto" e "il secolo delle ruberie" : brevi, ma densi di significato.
Un piccolo estratto da:

il furto


Nel mondo moderno esistono materie prime a sufficienza, lavoro, impianti, mano d’opera qualificata, nozioni scientifiche e tecnologie adeguate e, in generale, ricchezze sufficienti ad alimentare - anzi, a sovralimentare - i suoi abitanti. E nondimeno, in detto mondo moderno, si rinnovano puntualmente, periodicamente, crisi "economiche", e disoccupazione operaia con il suo corollario : la fame. La scienza economica ufficiale giustifica questa alternanza di fasi di prosperità e di recessione, biascicando di benessere fittizio ed eccesso della produzione ed approdando alla stupefacente conclusione che sia logico e naturale veder gente ciondolare di fame e miseria accanto a magazzini straripanti di ogni mercanzia. Personalmente sono arrivato alla conclusione che la cosiddetta scienza economica contemporanea costituisca un fenomeno analogo a quello di certa pseudo-pittura che gli intellettuali "hippies" qualificano "ultramoderna" e gli archeologi "preistorica". Intendo dire che si tratta di un "bluff" piramidale, che però quasi nessuno osa denunciare per il timore di passare per ... incompetente, disinformato, retrogado, ecc., agli occhi della massa conformista e genuflessa in adorazione delle idee codificate. 

Quali che siano infatti le possibili obiezioni, è innaturale - e quindi impossibile - che la gente crepi di fame per aver prodotto troppi beni di consumo.



1
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. 
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. 
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. 
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. 
Create a website