a:link {color:red;}a:visited {color:purple;}
freddie-collins-309833
PAOLO MALEDDU
PAOLO MALEDDU

Per maggiori informazioni, puoi scrivere a:

paolo.maleddu@gmail.com

+39 3496107688

Il Blog

La moneta è uno straordinario strumento di creazione e distribuzione di benessere per tutta l'Umanità. Non può esserlo solo per una esigua schiera di Usurai malati di delirio di onnipotenza.


04/08/2018, 23:15



LE-BANCHE-DI-ALLAH-:-VERO-MOTIVO-DELLA-DEMONIZZAZIONE-DELL’ISLAM--


 Un post pubblicato da MONDART il 1 Maggio 2011, naturalmente sempre molto attuale



Riprendiamo a pubblicare gli illuminanti e sempre attuali post di MONDART:

01maggio 2011
 
LEBANCHE DI ALLAH: VERO MOTIVO DELLA DEMONIZZAZIONE DELL’ISLAM 

Paesicanaglia, scontro di civiltà, spietati dittatori, armi didistruzione di massa, stragi di civili ...

Sembrerebbesolo un brutto film di 007, se queste cazzate del tutto infondate nonportassero ad azioni ben precise e pericolosissime per l’intero globo.

Ela loro infondatezza è talmente evidente a chi solo abbia la volontàdi aprire un po’ gli occhi, che alla fine sarà costretto a chiedersi: "Cosa c’è veramente sotto?   Qual’è il vero movente di questoodio dell’Occidente verso l’Islam (e non il contrario come vi dice ilTg)?  Perché certi stati sono etichettati come "canaglia"ed altri no?

Eancora: perché la necessità di sterminare queste popolazioni, diinfierire con l’uranio impoverito che impedirà per sempre la ripresadi una vita normale su quelle terre, se la guerra fosse spinta soloda motivazioni energetiche? 

Ecco:loro (gli indiani d’America) oggi penso saprebbero rispondereperfettamente almeno a questo ultimo quesito, in quanto non bastòloro rinunciare alle proprie terre, non bastò essere chiusi inriserva, perché alla fine vennero comunque sterminati in massa(ohibò, per gli yankees è la prassi, ma una prassi che, comevedremo, ha una sua motivazione ben precisa). 

Cosatemevano, oggi come allora, i massoni componenti il CongressoAmericano? Pensateci bene. Fin dal suoistituirsi nell’Europa delle Signorie, e a maggior ragione col suoemigrare nel Nuovo Mondo, la massoneria deve porsi come "PensieroUnico" (non è dunque una novità odierna, condizionefondamentale e necessaria al compito (di cui si era autoconferita) diriorganizzazione sociale, di debellare i vecchi dogmi, i vecchipoteri, le vecchie aristocrazie per la costruzione di una nuovasocietà a propria immagine e somiglianza, nonché posta sotto la suaguida esclusiva. 

ILMOTIVO PRIMO dello sterminio degli indiani d’America non era dunquetanto la conquista dei territori (chiusi in riserva erano ormai deltutto inoffensivi), quanto  LA COMPLETA DISTRUZIONE DELLA LOROCULTURA, la completa distruzione di ogni forma di pensiero che nonfosse in linea con il "Sogno Americano". Perché saràproprio attraverso il "Sogno Americano" indottoartificialmente nell’immaginario della popolazione che l’élite potràmettere in atto tutti quegli strumenti di dominio atti al suo pieno estabile raggiungimento del Potere ed al pieno controllo del popolo. Equesto era un punto imprenscindibile allora, così come lo è oggi:non a caso le terre che non riescono a colonizzare culturalmentevengono tacciate di "stati canaglia": per il semplicemotivo che hanno una diversa cultura, una cultura che fa a pugni coni pilastri della pseudo-cultura americana, pilastri necessari aperpetrare le loro truffe atte ad ottenere il dominio incontrastato. 

Abbiamodetto appena qualche post indietro come lo strumento principe usatodai delinquenti massoni occidentali per parassitare le loro vittime(e quindi ottenere il pieno controllo della politica,dell’immaginario, del pensiero stesso, come è avvenuto, facendo unesempio vicino, proprio in Italia) sia la leva monetaria, attraversola quale indurre il debito pubblico che schiavizzerà completamentela nazione sotto attacco. Maper poter fare questo, deve essere indotto sia nei governanti chenella popolazione una mentalità di tipo americaneggiante, ed unaeconomia che usi le stesse leggi dell’occidente. 

Bene:leggendo l’articolo seguente ed i link sotto riportati saremo ingrado di capire perfettamente perché l’Islam sia tanto temuto daitopastri di Topolinia, e perché contro queste popolazioni,gratuitamente tacciate di terrorismo, si sferri tutta la potenzabellica Usa, e tutta la cattiveria del Congresso e dell’éliteeconomica occidentale. Saremofinalmente in grado di vedere il "tassello mancante" allacomprensione logica del fenomeno. Infine,alla luce di quanto letto, vi invito ad una riflessione sul tema:"Similitudine tra Debito Pubblico e Peccato Originale" ...che ci condurrà acapire tante altre cose. Buona lettura. 

ILTASSELLO MANCANTE: IlProblema della Finanza Islamica (DalBlog di Paolo Franceschetti)

"Quindila domanda, per citare Paolo Barnard, non è "perché ciodiano". La domanda giusta, il tassello che manca, è chi hainteresse a distruggere l’Islam, e perché?"

Lapossibile risposta mi è venuta mentre, scorrendo alcune pagine delDigesto, mi è saltata agli occhi la voce "finanza islamica".Incuriosito dal fatto che in un testo giuridico occidentale ci siauna voce sulla finanza islamica, ho iniziato a leggere. Vediamo ipunti centrali della finanza islamica quali sono. E vediamo se forsenon è questo il nodo centrale del problema dei rapporti tra mondooccidentale e islamico. 

 Capisaldidel sistema finanziario sono: 

 Divietodi prestiti ad interesse. Spieghiamoche significa questo e che ricaduta ha sul sistema bancario. 
1) Seuna banca presta soldi ad una società, lo fa acquistando in cambiouna piccola quota di essa, partecipando quindi agli utili e alleperdite. Questo significa, rispetto alle nostre banche, meno rischi. 
 2) Se un privato vuole acquistare una casa, la banca compra lacasa, e poi la cede al privato, che pagherà una quota mensile comerata d’acquisto, e che verrà riscattata alla fine. Se il privatonon riesce a pagare, la banca si tiene la casa, e il privato è comese avesse pagato un affitto. Ma si evitano tutte le assurdità delnostro sistema, in cui per un debito insoluto a rimetterci le pennesono spesso sia le banche che i privati, grazie al nostro assurdosistema processuale. Inaltre parole, il sistema bancario islamico fa si che sia la bancasia il privato rischino molto meno, e siano entrambe interessateall’affare.

 Divietodi speculazioni finanziarie con strumenti finanziari rischiosi. Inuna parola, nel mondo islamico sono vietati i derivati, i Bond, etutti quei prodotti che hanno provocato la crisi finanziariaoccidentale, e che provocheranno il collasso della nostra economia,consegnandola in mano ai cinesi.

Dettain altre parole, lafinanza islamica si basa su principi opposti rispetto a quelli sucui si basa la nostra finanza. Elo stesso quotidiano "Il sole 24 ore" ammette che con lafinanza islamica non si corre il rischio di rimanere "sommersidai debiti".

 Ilsistema ha poi dei vantaggi secondari non indifferenti, come quellodi facile tracciabilità del capitale, che limita la possibilità dicommettere azioni palesemente illegali.

 Èovvio inoltre, che il sistema islamico garantisce dagli abusi dellebanche; in altre parole, da noi capita sovente che, se una bancavuole cagionare la rovina economica di un soggetto, chieda ilrientro dei capitali prestati, chiudendo l’accesso al credito ebloccando arbitrariamente i conti del debitore; con la finanzaislamica questo diviene praticamente impossibile perché il debitoreè anche un "socio" della banca in affari, e quindi labanca non potrebbe rovinare il debitore a meno di non rovinare sestessa. 

 Ora,come ben sanno alcuni partiti di estrema sinistra ed estrema destra,che hanno incluso il problema delle banche centrali tra i punti delloro programma, èil nostro sistema finanziario la chiave per capire come va il mondo.Guerre, crisi finanziaria, Unione europea, sono problemi legati daun unico comune denominatore, cioè il problema della proprietàdelle banche centrali e dell’emissione del denaro (emissionelasciata in mano alle banche private, anzichè agli stati, con tuttele conseguenze del caso). 
Ricordiamo inoltre che la finanza internazionale è sostanzialmentein mano a poche famiglie ebraiche, Rothschild e Rockefeller sopratutte. 

 Alcontrario, negli stati islamici la moneta è battuta direttamentedallo Stato, essendo le banche centrali in mano allo Stato.

Èpossibile quindi che il vero problema alla radice del conflittoarabo-israeliano non sia l’odio razziale derivato da questionireligiose.
 Il veroproblema è invece quello finanziario, perché se i principi dellafinanza islamica prendessero piede nel nostro paese, sarebberorisolti molti dei problemi che affliggono i paesi europei, a partireda quello della casa. Al contrario, sarebbero tolti di mezzo,proprio quei capisaldi che hanno permesso l’attuale crisifinanziaria, e il potere attuale si troverebbe privo di queglistrumenti che hanno portato allo sfascio politico, economico, egiudiziario, l’Italia attuale. 

 Eccoperché i nostri media continuano a proporci storie di Imamterroristi, di bombe sventate, di regimi canaglia, ma non affrontanomai il problema delle banche islamiche; perché affrontare ilproblema della finanza islamica significa affrontare il problemadella nostra finanza.
 Ed ecco perché da noi si vedono macellerieislamiche, negozi islamici, moschee, ma nessuna banca, mentre lepochissime banche che propongono strumenti di finanza islamica inrealtà si limitano a proporre strumenti di finanza italianamascherati da prodotti islamici. Per poter aprire una banca initalia ci vorrebbe il via libera della massoneria, ma ciò nonavverrà probabilmente mai perché la cosa è troppo pericolosa pernoi, in quanto se poi si permettesse anche agli italiani di accedereal sistema creditizio islamico, è probabile che queste bancheavrebbero un boom, a danno delle nostre.

 Etutto parte da lì. Il problema italiano, la crisi finanziaria, lamancanza di alloggi, la mafia, l’immigrazione ... tutto parte da lì.
Non dalla mafia, né dai terroristi, né dai musulmani cattivi. Mada Draghi, dalla BCE, dal Trattato di Lisbona, da Intesa-SanPaolo,dai politici. I quali vogliono la mafia, vogliono i terroristi,vogliono i musulmani cattivi, affinché non si capisca che il veroproblema sono loro. 

 Poscritto. 

 Scrittoquesto articolo, sono andato alla ricerca di altri che abbianoespresso la mia idea, cioè che il conflitto con l’Islam nasce atavolino per ragioni finanziarie, non religiose. Riporto qui ilpezzo di un’intervista di Nicoletta Forcheri a Marco Saba. 

 SECAPISCO BENE, LA QUESTIONE MONETARIA INFLUENZA I RAPPORTIDIPLOMATICI E LE SCELTE GEOPOLITICHE?
 Si.dobbiamo capire che in questo momento stiamo assistendo a unoscontro tettonico tra la piattaforma economico-bancaria occidentalee quella islamica. 

 INCOSA CONSISTE LO SCONTRO TETTONICO? 
 Ufficialmenteè uno scontro religioso tra Islam e Occidente, ma in realtà vertesul mercato monetario e la concezione di far banca.Fondamentalmente, il sistema bancario occidentale si appropria siadel capitale sia degli interessi, mentre la banca dell’Islam siappropria solo del capitale, poiché gli interessi sono proibitidalla Shari’a. Inoltre, un concetto che appare tanto rivoluzionarioin Europa come quello del Reddito di Cittadinanza, è già in vigoreda anni in alcuni Paesi arabi.                                                    L’economistasmascherato 

 Cos’éla finanza islamica e quali sono le sue regole 
 IlSole 24 Ore

 Natanegli anni Settanta del secolo scorso in Medio Oriente, la finanzaislamicasegue la Sharia, la legge islamica, che fissa in materia di finanzatre principi capitali: ildivieto di chiedere interessi,considerati una forma di usura;la condivisione dei rischi e dei profitti tra creditore e debitoree, infine, l’obbligo di appoggiare tutte le transazioni finanziariesudi un attivo reale, e ciò in teoria esclude il ricorso a prodottiderivati. 

 Secondoi precetti del Corano, il denaro non può quindi stare fermo egenerare altro denaro. Per crescere deve essere investito inattività concrete e produttive (come ad esempio gli immobili). 
 Lebanche islamiche si distinguono così in modo sostanziale dallebanche occidentali. Ad esempio, piuttosto che concedere un mutuo aduna persona che vuole comprare una casa, riscuotendo in cambio uninteresse sul prestito, la banca acquista direttamente la casa e poila concede in affitto al cliente, che si impegnerà a versare lacifra corrispondente in più rate mensili, pagando una commissionesul servizio ottenuto. Quando avrà pagato tutte le rate, il clientediverrà il proprietario della casa. 

 Daquando sono nate, le banche islamiche sono cresciute a un tassoannuo del 15 per cento, e il loro giro d’affari è pari all’1 percento del mercato finanziario globale. Le stime disponibili parlanodi risorse pari a circa 750 miliardi di dollari, ma secondo leprevisioni alla fine del 2015 queste potranno arrivare fino a 2.800miliardi. Anche i Sukuk, le obbligazioni islamiche, hanno conosciutoun grande sviluppo. Basti pensare che solo nel 2007 le emissioni dititoli conformi alle leggi coraniche hanno superato i 30 miliardi didollari.


1

PAOLOMALEDDU.COM @ ALL RIGHT RESERVED 2018

INFO COOKIE POLICY | TERMINI DI SERVIZIO

Articoli correlati

Enthusiastically visualize adaptive catalysts for change whereas cross functional e-services.
Credibly negotiate efficient testing procedures rather than multifunctional innovation. ​

LE BANCHE DI ALLAH : VERO MOTIVO DELLA DEMONIZZAZIONE DELL’ISLAM

04/08/2018, 23:15

LE-BANCHE-DI-ALLAH-:-VERO-MOTIVO-DELLA-DEMONIZZAZIONE-DELL’ISLAM--

Un post pubblicato da MONDART il 1 Maggio 2011, naturalmente sempre molto attuale

Create a website