a:link {color:red;}a:visited {color:purple;}
freddie-collins-309833
PAOLO MALEDDU
PAOLO MALEDDU

Per maggiori informazioni, puoi scrivere a:

paolo.maleddu@gmail.com

+39 3496107688

Il Blog

La moneta è uno straordinario strumento di creazione e distribuzione di benessere per tutta l'Umanità. Non può esserlo solo per una esigua schiera di Usurai malati di delirio di onnipotenza.


26/08/2018, 17:01



FICTION-E-TALK-SHOW-SONO-GLI-ASPETTI-PIU’-PERICOLOSI-DELLA-TELEVISIONE


 Mondart ci spiega quale sia la vera funzione della Tv, le tecniche di condizionamento e controllo utilizzate




Questo post venne pubblicato il 3giugno 2011 nel blog di Mondart.

 FICTION E TALK SHOW SONO GLI ASPETTI PIU’ PERICOLOSI DELLA TELEVISIONE 

 Latelevisione è la Mamma, il Sistema è il Papà, la Popolazionel’eterno bambino da indirizzare e/o controllare, ma sempre evitandoche cresca

 Torniamoa parlare di Televisione quale aspetto più emblematico del lavoropsicologico che viene condotto sulle nostre menti al fine di tenercinella condizione di eterna sudditanza. Non è solo la Tv ovviamentea fare questo, ma TUTTO il messaggio sociale nel suo complesso; epoiché il nostro fine è cominciare a "vedere ilcondizionamento", per poter difendercene e riuscire a pensare erealizzare delle alternative, prenderemo ancora una volta la Tv comeemblema più chiaro e decifrabile, nonché il più potente : bastaandare a rileggersi quanto prevedeva il Pianodi Rinascita Democratica(altrimenti detta P2 o "Propaganda 2", nome che è laprecisa dichiarazione d’intenti di un modus operandi) per capireinfatti quale importanza è stata attribuita al mezzo televisivo alfine di plasmare e soggiogare le coscienze. 

 Perinciso, il piano prevedeva la destrutturazione della stessa Rai persostituirla con televisioni private (allora la Rai aveva ancora unafunzione "educativa", e chi ha la mia età ricorderàcertamente programmi come "Non è mai troppo tardi"; lefiction parlavano dell’arguzia, della capacità sapiente di"uomini", sia che si trattasse di Padre Brown che diPeppone e Don Cammillo; le storiellepubblicitarie di Caroselloerano inserite in un contenitore che aveva ancora una suasostanziale eticità). 

  IlPotere infatti altro non è che "pensiero condiviso edaccettato" (e su questotorneremo in un prossimo post) ed il problema di controllare la massasi è sempre posto al Potere; nell’antichità per esempio talecontrollo veniva svolto egregiamente dalle Religioni. Laforma di controllo è sempre e comunque l’induzione di un inconsciocollettivo, induzionepraticata non attraverso la ragione (che è del tutto impotente atale scopo) ma attraverso l’emotività, le emozioni, la suggestione,la paura e il desiderio, attraverso un meccanismo sottile di premi edisincentivi psicologici, insomma attraverso gli strumenti propri diogni educazione, e ben noti ad ogni genitore ... con la differenzache, mentre un bravo genitore tenderà alla crescita, all’effettivosviluppo ed autonomia del proprio bimbo, qui si cerca l’effettoopposto, ossia un perenne incatenamento ad uno stato di fanciullescainferiorità, sudditanza, bisogno di riferimento ad un "superiore"che fornirà tutte le risposte. 
 A questo scopol’individuo non deve plasmarsi, ma rimanere "poltiglia sociale",massa appunto il cui comportamento sia riconducibile a poche e benprecise dinamiche facilmente prevedibili e controllabili, cheverranno infine sempre qualitativamente livellate verso il basso (enon verso l’alto come dovrebbe fare un’educazione che si rispetti.)É esattamente lo stesso concettodel "Dogma" medievale, che non era discutibile, che nonammetteva risposte al di fuori di se stesso (ricordate "Il Nomedella Rosa"?), pena l’esser tacciati e perseguitati di eresia. Latelevisione attraverso fiction e talk show non impone dogmi ma limitala rosa delle possibili alternative e quelle approvate dal sistema,promuovendole e premiamndole finché verranno inconsciamente ritenutele sole percorribili. 


 Ora,diventa necessità automatica fare un volo pindarico proprio sullamassoneria, ossiail pensiero che originariamente si contrappose nel modo più energicoe vitale al Dogma ecclesiastico ... massoneria che dunque parte benema finisce male, finendo per esercitare (e il Piano P2 aopracitatoserva solo da piccolo esempio di ciò) lo stesso potere che siproponeva combattere. 

 Diciamo,in una parola, che il potere economico che si celava dietro lamassoneria ha visto quanto poteva risultare per sé vantaggiosorimanere in questa condizione "ad eternum", senza piùuscire allo scoperto : era l’espediente perfetto per la vittoriasulla corrosione storica del potere stesso, consunzione studiata eteorizzata dal Giambattista Vico coi suoi "corsi e ricorsi"storici. Consunzione che viene determinata dall’opposizione, ocomunque dal "non consenso" della parte integra dellapopolazione; questo ci istruisce anche sul perché la ricerca delconsenso sia così importante paradossalmente proprio tra i poteriche si pongono come assoluti e autoritari. 
 La grande vittoria del disegno massonico riguardante ilcontrollo dell’opinione è vertita su due punti essenziali: 
 1)Impedire che la popolazione sia "integra"nella sua capacitàdi intendere e volere 
 2) Impedire il realizzarsi di una realealternativa ad un modello di comportamento indotto. 
 Ma anche su questi punti torneremo con maggiorchiarezza. 

Oggiassistiamo infatti ad una stranissima "schizofrenia sociale"dove, se da una parte sono stati pienamente applicati gran partedegli assunti massonici nel tessuto sociale (distruzione dellasovranità degli Stati, distruzione del potere persuasivo dellareligione cattolica, distruzione della famiglia come nucleo sociale einsieme di valori di riferimento, ecc - e questo poteva anche nelleintenzioni primigeni avere un valore in sé positivo), nonè stata parallelamente sviluppata nella popolazione quella maturitàindividuale che le avrebbe permesso di giovarsi positivamente diquesti cambiamenti, ossia la crescita individuale e l’evoluzionedell’individuo verso l’autogoverno; alcontrario, si è lavorato sempre più per trasformare la popolazionein "massa" (quindi un processo contrario dide-individuazione) ancor più pilotabile che non nel medioevo. La massoneria quindi, come tutti imovimenti rivoluzionari guidati da una classe, ha distrutto un poteresemplicemente per rimpiazzarlo con una nuova tirannide, la tirannidepsico-capitalista, ed affermare e consolidificare il suo potere. Altro che sviluppo dell’Umanità e del progresso ...cialtronate di astutissimi manipolatori. 

Siassiste infatti sul piano psicologico ed ideologico a quanto siassiste sul piano economico: mezzipotenzialmente ottimi e portatori di vera libertà e crescitaindividuale (una VERA politica monetaria ed un VERO mercato liberonon strumentalizzati da poteri occulti sarebbero stati per esempioottimi strumenti di sviluppo collettivo) sono stati ritorti contro lamassa a favore di una piccola élite, permettendole di ottenere emantenere un controllo duraturo nel tempo.
 Sul pianodel consenso, si sono sfruttate invece le nuove conoscenzepsicologiche per plasmare gli individui in modo da far lorodesiderare le catene stesse che li avrebbero imprigionati(emblematica in tal senso la frase pronunciata in 1982 dalTorturatore, "finirai per amarmi"). 

Matorniamo veramente a noi:  Chivi ha messo in testa infatti, per fare solo un esempio, che doveteessere governati da una struttura esterna piramidale ed autoritaria??? Anche questa è una balla colossale, come balla colossale èl’affermazione che "altrimenti ci sarebbe il caos generale"... mica vero, ed un esempio vivo e lampante lo abbiamo visto nonsolo con l’esempio portato nell’ultimo post, ma noi blogger l’abbiamoquotidianamente sotto gli occhi ogni santo giorno : la rete.

  Larete infatti (sempre che non venga imbrigliata) è il perfetto"esperimento in vitro" dell’autogoverno anarchico: benchéin rete ognuno sia libero di fare quel che vuole senza controlli,senza premi né punizioni di sorta; di dire le cose più eccelse comele più grosse idiozie, di comportarsi da criminale come da mentesublime, sarà alla fine proprio la libertà e l’apertura del sistemastesso ad autoperfezionarlo, a selezionare la qualità sia deicontenuti che del servizio.
 Il singolo utente infatti,proprio in quanto non massificato da condizionamenti esterni impostida un soggetto manipolante, saràincentivato ad usare la propria testa, peresempio, per capire se fidarsi o meno di una fonte, per capire se unblog parla di cose sensate o di cialtronerie, e dovrà fare tutto unlavoro di confronto, verifica e controllo continuo su se stesso e sulmateriale a disposizione, esercitare continuamente la sua capacitàdi analisi e di senso critico, ed infine affidarsi solo al suo buonsenso: ossia l’esatto contrario della delega deresponsabilizzante, eproprio il tipo di lavoro che politicamente abbiamo rinunciato afare, delegandolo a puri approfittatori, e che dovremo per forzatornare a fare se vogliamo trovare un rimedio all’attuale stallo. Un lavoro che migliora non solo il singolo mala struttura stessa ... cosa impensabile negli attuali ordinamentipolitici. 

Ovvioche qualsiasi alternativa al marcio sistema concretizzatosi debbaprevedere un lavoro analogo, ossiaun riappropriarsi della testa, del tempo, ed infine delladecisionalità. Ed ovvio che questo sarà tanto più possibile quantopiù il sistema che si andrà ad instaurare avrà le caratteristichedella Rete.
 (Confesso che a tutt’oggi il web èper me un vero mistero, mi verrebbe da dire che la massoneria ciabbia concesso quest’ultima possibilità nella partita vitale che sista svolgendo sotto i nostri occhi, mentre tutte le altre vie sonoimpedite ... e se così fosse, bisognerebbe effettivamentericonoscere una volontà di "Illuminazione" a chi per altroverso ci incatena, facendoci ostinatamente capire la fallacità deivecchi sistemi ... ma questa è solo un’illazione, magari unasperanza ... dovrei essere un 33° grado per saperlo, ma sono solo al32) ... Comunque sia, vale la pena sfruttare al massimo taleopportunità, e capire che il sistema"web" può essere perfettamente trasferito anche a sistemasociale: ipirla, gli approfittatori, i lucratori, i trolls, i disinformatorisul web vengono facilmente sgamati, e dopo poco nessuno se li fila.Un sistema che si auto correge istante per istante: la vera vittoriasulle teorizzazioni del Vico. Ed anche questo saràargomento degno di futura e più ampia trattazione.

(Perdonate le frequentidivagazioni, ma ad un certo punto il quadro diventa talmente chiaronella sua totalità che un elemento richiama indissolubilmentel’altro, e comunque torneremo, approfondendoli, sugli spunti diriflessione qui presentati al volo). 

Ma ora torniamo veramente a noi eall’argomento del titolo.

  TALKSHOW :

Hogià detto altre volte che chi affermache il ruolo principale dei Media sia semplicemente quello didisinformare sbaglia di grosso: ilvero compito dei media è creare un immaginario, e quindi deicomportamenti indotti in modo che quelli non confacenti al Potere nonsiano nemmeno presi in considerazione dalle masse così indottrinate.Finché sarà il soggetto stesso a considerare inopportuno un certocomportamento, proprio come avviene nel bambino che impara a fare lapupù nel vasino.

  L’indottrinamento,come abbiamo già detto, avviene a livello emozionale e noninformativo: latelevisione non "impone" niente, ma propone ben determinatiatteggiamenti che saranno emotivamente premiati a discapito di altri:questo lo vediamo benissimo per esempio nei talk show, o in programmicome "amici", "uomini e donne" o "il grandefratello", dove viene premiata la superficialità, l’apparire,l’istintività ecc sul ragionamento, sulla sensibilità, sullacreatività, sul pensiero acuto, sull’analisi intelligente.L’ignoranza è premiata a livello conscio come l’aggressività el’atteggiamento impulsivo sono premiati a livello inconscio da unpersonaggio superiore che controlla il gruppo, ed a cui bisogna fareperenne riferimento prima di esprimere un’opinione. Tipica in tal senso la tattica di far scaturire una discussione cheverrà abilmente pilotata dal conduttore di turno a sfociare inrissa, con conseguente svalutazione di ogni riflessione logica epremiazione dell’impulsività, della rissa, del leader che urla piùforte, o più bello, o più carismatico. Ogni obiezione valida verràsmorzata sul nascere, o apertamente derisa dal "branco"(ora capite perché anche Maurizio Costanzo fu uno dei primitesserati della P2). 

Dividerela massa in due grandi fazioni è una tattica comodissima, sempreadottata e proposta in tutti i comportamenti sociali (sport, politicaelettorale, dibattiti culturali, discussioni in genere, ecc) perchécomporta una serie innumerevole divantaggi in termini di controllo e creazione del consenso:innanzituttoil vantaggio di dividere artificiosamente una massa che potrebbeaffrontare in modo unitario una questione, con ottime possibilità dirisolverla: si creeranno così contrapposizioni interne alla massastessa, che porteranno ad ignorare o svuotare completamente il verocontenuto di partenza. Anche qui si uscirà con un nulla di fatto, ocomunque con la votazione della soluzione già voluta dalcontrollore.
 Ildibattito, invece di far uscire da un vero confronto pacifico energieed idee utili ad affrontare l’argomento, avrà stressato gli astantie distrutto ogni energia positiva volta ad affrontarlo serenamente, el’argomento stesso di partenza verrà quasi sempre eluso. Questoviene presentato come procedura democratica, rispettosa delcontradditorio. Quasi sempre poi le due proposizioni iniziali sullequali si andranno a dividere gli astanti sono false, o contengono duemezze verità, in modo che sia già potenzialmente assurdo affrontareil dibattito in quei termini.


FICTION 

 Perché affermo che il pericolo risiede soprattutto inquesto genere di programmi, e non nella informazione lacunosa deinotiziari ? 
 Perché questi programmi agiscono esattamente nel mondo descritto in"Babbo Natale e Coca-Cola",ossia propongono degli Archetipi emozionali, dei mondi fantasticiinterni coi quali saremo portati ad identificarci, sostituendoli aquelli spontaneamente formatisi nella cultura popolare nel corso disecoli di pratica del buon senso. Così che l’esempio da imitare nonsarà più il Padre Brown , acuto investigatore ma anche sensibile eprofondo scrutatore dell’animo umano, ma prima il Magnum PI ed infineil CSI, completamente spersonalizzato in "ruoli" squallidied iperspecialisti. Per fare solo un esempio, ovvio.

  ÈL’EMOTIVITA’ E NON IL RAGIONAMENTO A MUOVERE LE MASSE

Inoltretali programmi fanno leva sull’emozionalità della gente, sulloro sentire "di pancia"e non sulla testa, in quanto quello è lo strumento più idoneo aguidare masse spersonificate.
 La fiction"Carabinieri"per esempio ci inculca un immaginario di genuinità quasi campagmoladel corpo, di vicinanza alla gente, di quasi !amicizia", mentresappiamo che tutto ciò è assolutamente falso, in quanto iCarabinierisono ormai un corpo alivello trasnazionale,che risponde a fredde ed impersonali direttive europee. Ma questo nonè accettabile dal nostro immaginario, che preferisce credere allafavoletta del buon carabiniere di paese, di un piccolo paese comeGubbio per esempio (contrapposto alla mostruosità anonima della UE),con tanto di prete che va in bicicletta e si interessa alle indagini,con gli sviluppi amorosi interni che hanno il solo scopo di aumentareed accreditare un’immagine"umana" del corpo e via di questopasso.

Ese riuscite a tenere spenta la Tv per una settimana, vi accorgereteche quello che vi mancherà, come una sorta di astinenza, è proprioil tal personaggio, la tal fiction entrata nei vostri cuori (a me peresempio piaceva Montalbano), segno indelebile che il condizionamentoemotivo ha fatto centro, che "vivete come vera" questaemozione , e quanto più la realtà è squallida, quanto più ilsingolo è frustrato dalla sua vita quotidiana, tanto più taliemozioni riusciranno ad installarsi fermamente nel vostroimmaginario. 
 Peccato che siano soloportatrici del consenso. 

SI,DIRETE, MA ALLA FINE IL MAGGIOR CONDIZIONAMENTO STA SEMPRE NELLAMANIPOLAZIONE DELLE NOTIZIE ... 

Balle.Lacartina al tornasole è ancora una volta fornita da Internet, dove lenotizie si trovano, eccome ...! Eppure pressoché tutti i blogger silamentano che questo non serve a far cambiare di una virgoladirezione alla gente. 
 Infattile azioni di massa vengono SEMPRE intraprese sull’ondata emotiva,non sul ragionamento logico né tanto meno sull’approfondimentointellettuale ... per quello occorrono INDIVIDUI, ed entrano nelcircolo vizioso ... il potere trasforma gli individui in massaproprio per ottenere un facile consenso e rendere del tuttoinapplicabile ogni azione individuale basata sulla reale comprensionedei fatti. 

 Unesempio classico: chiha compreso a fondo il meccanismo schiavizzante della moneta debitosuggerisce spesso sui blog, anche molto chiaramente, che boicottarele banche basterebbe a dare una bella botta al sistema (in effetti,con una riserva frazionaria al 2%, ritirare per esempio i risparmi ildanno glielo farebbe, eccome, in quanto toglierebbe legna da ardereal meccanismo del moltiplicatore bancario) ... eppure tanti locapiscono ma nessuno si muove, perché ???
 Perché se "logicamente" lo comprendono,"emozionalmente" restano attaccatissimi alla loro banca eal loro denaro, alla paura indotta di perdere tutto, la banca insommacontinua ad essere vissuta proprio come la Tv, la "Grande MammaBuona" che ti accoglie e che mai e poi mai ti farebbe del male oagirebbe contro il tuo interesse ... e il potere sfruttacriminalmente proprio queste emozioni sotterranee, con le analisi disorta. Deve proporre sogni, aspirazioni, chimere che prendano "dipancia" la massa, sfruttando proprio le sue frustrazioni. 

Perfinire quindi, anche nei notiziari non è tanto il fatto che unanotizia venga censurata a renderli pericolosi, quanto, ancora,l’emotività sulla quale si fa leva come unica chiaved’interpretazione e lettura delle notizie stesse: l’assassinio, ildisordine, la paura, il cataclisma, la corruzione, l’ingiustizia, ilcaos che fanno dire alla massa rassegnata che "contro tuttoquesto non si può far niente".
 (Eccoperchè i notiziari sono tanto prodighi di cattive notizie, ma nonpresentano mai una sola analisi o ipotesi di soluzione: "lasoluzione non esiste, e questo è il migliore dei sistemi possibili:queste cose succedono per caso, o per la malvagità della gente"... questo è il solo messaggio finale inconscio che deve arrivare).


1

PAOLOMALEDDU.COM @ ALL RIGHT RESERVED 2018

INFO COOKIE POLICY | TERMINI DI SERVIZIO

Articoli correlati

Enthusiastically visualize adaptive catalysts for change whereas cross functional e-services.
Credibly negotiate efficient testing procedures rather than multifunctional innovation. ​

FICTION E TALK SHOW SONO GLI ASPETTI PIU’ PERICOLOSI DELLA TELEVISIONE

26/08/2018, 17:01

FICTION-E-TALK-SHOW-SONO-GLI-ASPETTI-PIU’-PERICOLOSI-DELLA-TELEVISIONE

Mondart ci spiega quale sia la vera funzione della Tv, le tecniche di condizionamento e controllo utilizzate

Create a website