a:link {color:red;}a:visited {color:purple;}
freddie-collins-309833
PAOLO MALEDDU
PAOLO MALEDDU

Per maggiori informazioni, puoi scrivere a:

paolo.maleddu@gmail.com

+39 3496107688

Il Blog

La moneta è uno straordinario strumento di creazione e distribuzione di benessere per tutta l'Umanità. Non può esserlo solo per una esigua schiera di Usurai malati di delirio di onnipotenza.


03/09/2018, 17:32



l’unica-funzione-del-danaro-è-di-rendere-possibile-la-distribuzione-di-beni-e-servizi-...-il-sistema-finanziario-è-in-grado-di-rovinare-i-suoi-debitori-e-di-strappar-loro-"legalmente"-la-proprietà-...-
l’unica-funzione-del-danaro-è-di-rendere-possibile-la-distribuzione-di-beni-e-servizi-...-il-sistema-finanziario-è-in-grado-di-rovinare-i-suoi-debitori-e-di-strappar-loro-"legalmente"-la-proprietà-...-


 DICEVA GOETHE CHE "PENSARE E’ ESAGERARE"!



Leggendo le prime righe di questo terzo brano dedicato a Joaquìn Bochaca, che ha scritto alcuni altri libri molto interessanti che NON POSSONO CIRCOLARE NEL NOSTRO PAESE, mi è tornato in mente un detto (credo di Mark Twain) che dice che le banche ti prestano un ombrello quando il cielo è sereno, e te lo riprendono quando inizia a piovere ...

la finanza e il potere                       pag. 28

L’attuale sistema bancario, grazie all’uso degli assegni bancari, permette ai banchieri di somministrare prima il "potere di acquisto" ai loro concittadini, per poi sottrarglielo nel momento in cui ne avrebbero maggior bisogno. Una subitanea inondazione del mercato con danaro astratto - una autentica inflazione - fa salire i prezzi e aumentare la produzione. Il mercato viene sommerso da ogni tipo di prodotto e, conseguentemente , occorre moltissimo danaro per permetterne l’acquisto.
Assume fondamentale importanza tener presente che l’unica funzione del danaro è di rendere possibile la distribuzione di beni e servizi.
Il repentino ritiro del danaro, in queste circostanze, provoca necessariamente un’ondata di fallimenti e bancarotte ... e, come conseguenza, disoccupazione e miseria. 


Questo sistema, che sarà oggetto di scherno per le future generazioni, conferisce al banchiere il controllo del livello dei prezzi, e, come logica conseguenza, dei salari. Praticamente il banchiere mantiene, sui propri concittadini, un potere assoluto, un potere quale mai il più dispotico tiranno abbia immaginato: il potere di assoggettare alle sue pretese chiunque osi opporglisi, mediante la minaccia latente della rovina. Il moderno banchiere o, più esattamente, il sistema finanziario, è in grado di rovinare i suoi debitori e di strappar loro "legalmente" la proprietà. 


"Supponiamo che io sia un banchiere e che presti mille dollari a John Smith, con la garanzia della sua fabbrica. Subito dopo ritiro una parte dei miei altri prestiti, diminuendo così il potere di acquisto nella regione in cui John Smith svolge la sua attività. Come conseguenza di detta contrazione del potere d’acquisto e della relativa "domanda", i prezzi scenderanno e John Smith cesserà di guadagnare. Siccome deve pagarmi gli interessi sul prestito, egli comincia a diminuire il personale e a installare macchine che gli consentano di economizzare mano d’opera. Però io proseguo nella riduzione dei prestiti. e i prezzi continuano a scendere, tanto che, alla fine, John Smith si ritroverà senza mezzi. Egli mi informa che non può corrispondermi gli interessi. Pertanto gli sequestro la fabbrica e la pongo in vendita. La miglior offerta è di ottocento dollari e quindi me la tengo in pagamento del mio prestito. Poco più tardi riprendo a fare prestiti e i prezzi tornano a salire. La fabbrica di John Smith acquista ora un notevole valore giacché, somministrando il potere d’acquisto, ho fatto aumentare la "domanda" di quanto essa produceva. Così posso ora venderla per cinquemila dollari, lucrandone quattromila in piena legalità." 


L’esempio addotto potrà tacciarsi di esagerato. In verità ogni esempio, per servire da ammaestramento, deve essere in un certo senso caricaturale. Diceva Goethe che "pensare è esagerare"! Eppure il fatto illustrato si è verificato molte volte in pratica. Così, nel 1930, gli Stati Uniti d’America si trovavano con i magazzini zeppi, però mancava il danaro necessario a farne commercio, cioè a far giungere i prodotti ai consumatori. L’inflazione aveva spinto i piccoli risparmiatori a cercare fonti di investimento che garantissero un reddito superiore alla svalutazione del danaro. L’investimento maggiormente remunerativo era rappresentato dall’acquisto di azioni. Il "gioco al rialzo" provocò un sempre maggiore afflusso dei capitali nel mercato azionario, e quindi la sottrazione degli stessi al mercato del consumo merci. Ciò provocò il fallimento di numerose aziende medio-piccole.  Conseguenza di tali fallimenti fu la caduta verticale del valore dei titoli azionari di queste aziende. I piccoli azionisti temettero di perdere i propri risparmi e si affrettarono a vendere le azioni da loro possedute, provocando la caduta verticale di tutti i titoli quotati a Wall Street. Si verificò il famoso "crack" del "black friday" (Venerdì nero), le imprese fecero bancarotta a migliaia e il trenta per cento degli operai rimase senza lavoro. Le marcanzie erano più che abbondanti , i silos granari pieni da straripare - si dovettero financo distruggere i raccolti bruciandoli - la mano d’opera, sia specializzata che bracciantile, pronta al lavoro : mancava solo il danaro"! 
Le banche vennero in possesso di decine di migliaia di industrie, aziende commerciali, imprese agricole, negozi. Mancava danaro ... mancava qualcosa che, seppure ardua da guadagnare, risulta, in cambio, la cosa più facile da farsi: è sufficiente la tipografia dello Stato, che tutela e controlla la quantità emessa, acciocché sia proporzionata alla reale ricchezza prodotta. E tuttavia il governo statunitense non fece stampare il danaro occorrente. Per aumentare il volume di danaro circolante fu abbassato il tasso di sconto, a fine di scoraggiare l’immobilizzo di capitali presso le banche. Ciò aggravò la situazione di crisi dell’apparato produttivo, dato che all’aumento della liquidità non corrispose  una ripresa della produzione, bloccata dalla mancanza di capitali bancari di investimento. Da tale situazione gli U.S.A. usciranno soltanto con la politica economica di inflazione programmata voluta dal presidente Roosvelt, di ispirazione keinesiana ("new deal").


Continua ...


1

PAOLOMALEDDU.COM @ ALL RIGHT RESERVED 2018

INFO COOKIE POLICY | TERMINI DI SERVIZIO

Articoli correlati

Enthusiastically visualize adaptive catalysts for change whereas cross functional e-services.
Credibly negotiate efficient testing procedures rather than multifunctional innovation. ​

l’unica funzione del danaro è di rendere possibile la distribuzione di beni e servizi ... il sistema finanziario è in grado di rovinare i suoi debitori e di strappar loro "legalmente" la proprietà ...

03/09/2018, 17:32

l’unica-funzione-del-danaro-è-di-rendere-possibile-la-distribuzione-di-beni-e-servizi-...-il-sistema-finanziario-è-in-grado-di-rovinare-i-suoi-debitori-e-di-strappar-loro-"legalmente"-la-proprietà-...-l’unica-funzione-del-danaro-è-di-rendere-possibile-la-distribuzione-di-beni-e-servizi-...-il-sistema-finanziario-è-in-grado-di-rovinare-i-suoi-debitori-e-di-strappar-loro-"legalmente"-la-proprietà-...-

DICEVA GOETHE CHE "PENSARE E’ ESAGERARE"!

Create a website