a:link {color:red;}a:visited {color:purple;}
freddie-collins-309833
PAOLO MALEDDU
PAOLO MALEDDU

Per maggiori informazioni, puoi scrivere a:

paolo.maleddu@gmail.com

+39 3496107688

Il Blog

La moneta è uno straordinario strumento di creazione e distribuzione di benessere per tutta l'Umanità. Non può esserlo solo per una esigua schiera di Usurai malati di delirio di onnipotenza.


26/09/2018, 17:01



"...-non-sono-i-soldi-l’obiettivo,-ma-il-Potere-di-controllo-sulle-popolazioni-mondiali.--Il-denaro-è-solo-lo-strumento-del-Vero-Potere.


 LA GRANDE TRUFFA - Cap. XIX : Evoluzione e trasformazione della moneta



LA GRANDE TRUFFA     Cap. XIX

EVOLUZIONE E TRASFORMAZIONE DELLA MONETA

Thomas Greco introduce a questo punto alcune forme alternative di moneta espiega come poter organizzare in una comunità un mezzo di scambio locale,da affiancare alla circolazione della valuta ufficiale.
Quali sono i vantaggi più evidenti di una sana moneta locale?
 Lo si è già accennato: aiutano l’economia della comunità in quantosopperiscono alla cronica insufficienza di denaro, che come abbiamo detto,viene inviato in luoghi lontani alla ricerca di investimenti speculativi chedanno dei profitti in tempi brevi.
La moneta locale non emigra, rimane all’interno della comunità dove èconosciuta e viene accettata, mantenendo abbondante la liquidità monetaria ela fluidità degli scambi. 
Indirizza i consumi verso merci prodotte nel territorio da fornitori eproduttori locali che hanno tutto l’interesse ad aderire all’iniziativa, circolatra la popolazione invece di essere tenuta in banca a produrre interessi, ed èperciò distribuita più democraticamente all’interno della società. 
Soprattutto, non nasce di proprietà delle banche, non è quindi gravata dainteresse e non può essere addebitata alle popolazioni. Nessun signoraggiobancario.Attenzione però: la moneta locale è solo un palliativo, non la soluzione.Infatti non risolve il problema principale in modo radicale, e viene contestatada molti come elemento che ci allontana dalla soluzione reale, che rimane larestituzione al popolo della proprietà della moneta al momentodell’emissione. 


Piccola curiosità: ogniqualvolta la digito sul computer, la parola signoraggio  viene automaticamente sottolineata in rosso, come tutti i termini che ilprogramma non accetta perché non appartenenti alla lingua italiana e/osegnalati come errori.Per il programma immesso nel computer la parola signoraggio non esiste.
 Torniamo all’ultimo stadio dell’evoluzione della moneta: la compensazione oclearing. 
I rapporti tra le banche avvengono già per compensazione. Non c’è piùnessun passaggio materiale di denaro tra gli istituti di credito, ma nei rapporticon noi clienti i banchieri preferiscono dare l’impressione di prestarci un"qualcosa" di materiale: denaro. 
Mentre in effetti non ci prestano niente. 


"Le banche preferiscono agire come se il denaro fosse una cosa da"prestare" ad interesse. 


Cos’altro fanno le banche? 


 Autorizzano alcuni dei loro clienti ad introdurre del denaro in circolazione.Lo fanno dopo aver valutato la solvibilità del cliente ed il valore dei suoibeni, garantendogli un "prestito". 
Questo processo si chiama "monetizzazione", perché trasforma in liquiditàil valore di beni immobili.


 Il sistema della moneta debito.
 Le banche chiamano questo modo di agire, "fare un prestito", nonostanteniente venga prestato.
 Le banche addebitano un interesse su questi "prestiti". 
Ciò trasforma il "credito" in moneta debito gravata da interesse. 
Che origina un obbligo di crescita che destabilizza l’intera economia". 


Sin qui Thomas Greco.
 Siamo quindi tornati alla competizione per quell’interesse mancante che ibanchieri non mettono in circolazione, costringendoci ad una lotta fratricidaper la sopravvivenza, al fallimento sicuro di parte degli operatori economici,con il corollario dei pignoramenti dei beni di proprietà.
 Il raggiungimento dell’obiettivo ultimo: soffocare l’economia per impoverircie poterci meglio controllare.
 Come si può, con questi presupposti, non considerare un crimine benpianificato il sequestro della casa di abitazione di un cittadino che non è nellecondizioni di estinguere il debito infinito? 
Per poter permettere che almeno una parte della popolazione paghi i debiticontratti, le banche continuano a erogare credito obbligando le attivitàproduttive ad una crescita infinita insostenibile in un mondo finito, neltentativo, vano per molti, di ripagare il debito crescente. 
È chiaro che questo sistema è destinato a crollare su sé stesso, dal momentoche il debito, sempre più grande del capitale prestato, continuerà a crescere enon potrà essere ripagato. Ma, dopotutto, ai banchieri potrebbe anche andarbene così, dal momento che non sono i soldi l’obiettivo, ma il Potere dicontrollo sulle popolazioni mondiali. 
Il denaro è solo lo strumento del Vero Potere.


 In conclusione, attualmente, solo per l’utilizzo del mezzo di scambio che giàci dovrebbe appartenere paghiamo il valore nominale su di esso riportato, 100euro per una banconota di tale valore, oltre ad un interesse inestinguibile. 
Con la graduale ma crescente scomparsa delle banconote, sostituite dallacarta di credito, il denaro si ridurrà definitivamente ad una sempliceregistrazione numerica.
 Gli Usurai non avranno neanche più necessità di stampare carta, dovrannosolo accreditare e addebitare dei numeri nei conti correnti, e continueranno asottrarci tutto il valore monetario messo assieme con una vita di lavoro, ansiae sofferenza, solo tenendoci la contabilità. 
Naturalmente, il lavoro contabile sarà affidato per intero a politicanti senzadignità, lautamente retribuiti per nascondere la verità al popolo. A sua volta, la classe politica farà svolgere il lavoro vero e proprio ad un esercito didipendenti pubblici, mentre i Grandi Parassiti internazionali continueranno dachissà dove a dettare al gregge umano le regole da seguire per rinforzare lagabbia virtuale che ci tiene prigionieri. 


Le transazioni avverranno con impulsi elettronici dei telefonini o magari conchip sottocutanei che possono essere semplicemente spenti ogniqualvoltaqualcuno di noi non potrà far fronte ai sempre più numerosi impegni neiconfronti delle banche o avesse la temerarietà di sfidarne il volere.In tal caso ci troveremmo fuori dalla società degli uomini, emarginati esegnalati al pubblico disprezzo, senza aver commesso nessun reato contro lacollettività. 
Guai a contrastare gli Usurai internazionali, dittatori globali senza volto.



1

PAOLOMALEDDU.COM @ ALL RIGHT RESERVED 2018

INFO COOKIE POLICY | TERMINI DI SERVIZIO

Articoli correlati

Enthusiastically visualize adaptive catalysts for change whereas cross functional e-services.
Credibly negotiate efficient testing procedures rather than multifunctional innovation. ​

"... non sono i soldi l’obiettivo, ma il Potere di controllo sulle popolazioni mondiali. Il denaro è solo lo strumento del Vero Potere.

26/09/2018, 17:01

"...-non-sono-i-soldi-l’obiettivo,-ma-il-Potere-di-controllo-sulle-popolazioni-mondiali.--Il-denaro-è-solo-lo-strumento-del-Vero-Potere.

LA GRANDE TRUFFA - Cap. XIX : Evoluzione e trasformazione della moneta

Create a website