a:link {color:red;}a:visited {color:purple;}
freddie-collins-309833
PAOLO MALEDDU
PAOLO MALEDDU

Per maggiori informazioni, puoi scrivere a:

paolo.maleddu@gmail.com

+39 3496107688

Il Blog

La moneta è uno straordinario strumento di creazione e distribuzione di benessere per tutta l'Umanità. Non può esserlo solo per una esigua schiera di Usurai malati di delirio di onnipotenza.


17/11/2018, 01:02

Controllo mentale, Prepotenza Militare



NORMALI-PROCEDURE-DI-SADISMO-E-DI-MORTE


 Video molto crudo dal post originale di MONDART, non facile da vedere : Solo carne da macello - Eradicare l’empatia per sostituirla col sadismo, rendere insensibili




Formidabile post, essenziale e coinvolgente, come tanti lasciatici da un grande Mondart : difficile restare insensibili.



03 luglio 2011 
NORMALI PROCEDURE DI SADISMO E DI MORTE 

 Propongo questo video, dalle scene piuttosto crude, non per stimolare la riflessione sui temi dell’animalismo e dell’alimentazione (temi importanti, ma che non sono argomenti di questo post), quanto per spostarla, ancora, sulle più sottili dinamiche psicologiche che sottostanno in modo complice alla nostra riduzione in schiavitù. Perché se poco si può fare su una direzione degli eventi ormai posta al di fuori della nostra possibilità di intervento tramite l’introduzione di "procedure e strutture" istituzionalizzate, molto si potrebbe fare a monte di ciò: l’istituzione di una procedura infatti passa sempre attraverso il nostro preventivo condizionamento, al fine di ottenere sia la sua accettazione che un più o meno consapevole consenso.

Tre i motivi di riflessione che voglio proporre partendo dalle immagini del filmato: 
1) Il Processo di disumanizzazione: quanta reale e sincera empatia verso la vita è rimasta ancora in voi? Riesce a scuotervi almeno un poco la visione di questo filmato, o riuscite a passarci sopra adducendo le solite sconsolate motivazioni: "Tanto sono solo animali", "Il lavoro è lavoro/il dovere è dovere", "Tanto cosa ci posso fare, se questo è il sistema" ... 

La visione di tali scene infatti dovrebbe risvegliare un forte senso di repulsione e dissociazione da quanto rappresentato, a sottolineare ancora una volta, se ancora ce ne fosse bisogno, che l’essere umano è naturalmente portato all’empatia verso la vita, empatia che non deriva altro che dall’istinto di conservazione, ed è alimentato sostanzialmente da pulsioni di amore e di spontaneo rapporto; come in ogni gruppo animale la cooperazione tra individui della stessa specie offre molti più vantaggi che non la sopraffazione reciproca: sopraffazione che, lungi dall’essere la scelta primaria del suo interagire sociale, è solo il frutto di un preciso e ben orientato indottrinamento di massa; sopraffazione che trova il suo fondamento in postulati di tipo squisitamente "meccanicistico" che guardacaso cominciano a palesarsi nella cultura ufficiale quale oggetto di studio obiettivo "auspicabile" da perseguire proprio grazie alla riforma Calvinista prima ed ai filosofi illuministi poi (da Hobbes a Kant, da Darwin a Malthus, ecc.); da allora tale concetto viene sempre idolatrato e propagandato tramite i media e la cultura ufficiale. 

  Non a caso le prime società, anche quelle più competitive e guerriere, si sono sempre organizzate in tribù ove la cooperazione costituiva l’interesse di tutti; lo stesso potere occulto, che vuole per noi il completo disfacimento di ogni forma familiare ed aggregativa, si costituisce proprio in tribù ben circoscritte, tribù a elezione finanziaria ma a motore arcaico, basato sulla discendenza di sangue (e dove sta allora la differenza con la vecchia nobiltà?), sui matrimoni combinati tra famiglie ( e dove sta allora la differenza con le culture dette "retrograde"?), sulla ritualità palese ed occulta ( e dove sta allora la differenza con l’antico potere dogmatico?), su postulati astratti ed indiscutibili (e dove sta allora tutto questo sedicente "illuminismo"?? ... io non lo vedo, vedo invece il solito specchietto per allodole, buono per controllare la massa, mentre l’élite segue dinamiche completamente opposte). 

La ricerca della sopraffazione quale modello sociale e scelta primaria dell’umano interagire viene invece insistentemente ed ossessivamente inculcata nelle nostre menti da apparati solo apparentemente innocui: uno sport, una trasmissione televisiva, un film dato al cinema, un gioco elettronico, la scuola, il traffico, l’organizzazione della vita in genere (e se fosse veramente caratteristica innata non si spiegherebbe il perché di tale sforzo mediatico continuo, martellante, ossessivo !) ... ed ecco che TUTTO assume quindi, nel condizionamento operato dal potere, la connotazione opposta a quella cui tenderebbe spontaneamente la nostra natura più intima. 

  Questa è esattamente la più grande crisi mai indotta dal sistema nella nostra mente e nel nostro comportamento: una crisi al cui confronto tutte le altre scompaiono, anzi non esisterebbero proprio se non venisse effettuato questo condizionamento preventivo sulle nostre menti, un condizionamento lungo una vita, ed atto appunto a "far accettare" tutto quanto verrà successivamente proposto. 
Un esercizio di lenta schiavitù, di lenta accettazione di parametri INNATURALI di esistenza. 
 Una crisi dello stesso istinto di sopravvivenza, che ci impone categoricamente di gioire di fronte ad ogni manifestazione di vita ed inorridire di fronte ad ogni sua forma di mortificazione; un istinto naturale messo proprio a salvaguardia della specie, che altrimenti si annienterebbe accecata di mero egoismo ... 

Eppure è proprio in questa seconda direzione che stiamo andando ... e chi ha predisposto che debba essere così avrà certamente dei motivi ... solo il profitto, solo il guadagno quindi? 
 Nossignori; il profitto posso realizzarlo anche concedendo a quell’animale del filmato due secondi in più per morire prima di essere scaraventato nell’acqua bollente, o prima di essere fatto a pezzi dal coltello del macellaio ... il motivo vero è un altro, ossia inculcare sempre, in ogni modo, ad ogni passo, ad ogni respiro, in ogni più banale azione delle nostre teste, forte e chiaro, il dictat fondamentale di questa struttura sociale, il leveraggio di base, la "conditio sine qua non" su cui è strutturata l’intera macchina occidentale: la leva sado-masochista. 

 Leva sadomasochista che è il mattone, la cellula, il componente minimo che ripetuto all’infinito permette l’esistenza della piramide sadomasochista: e se alla struttura finale è poi difficile sottrarsi, più difficile è fare in modo che tutti accettino ogni singolo leveraggio dell’intero sistema; proprio per questo è quindi necessario una fortissima azione di condizionamento in tal senso: eradicare ogni forma di empatia e sostituirla col sadismo. 

 (Vi siete chiesti come mai non esistano più, per esempio, i reporter ed i fotografi di guerra, perché non compaia assolutamente più nessuna immagine, nè televisiva nè sulla stampa, di nessun conflitto? Chi ha la mia età ricorda benissimo i reportage dal Vietnam che venivano pubblicati nella celeberrima rivista "Life": fotografie crude, drammatiche, in rigoroso bianco-nero, rigorosamente "dentro la scena " ... e l’effetto che riuscivano ad ottenere sull’opinione pubblica). 

Ed ecco che con un semplice colpo di bacchetta magica si crea il magma sub-umano che potrà successivamente essere plasmato a favore del potere: nel lavoro non esisteranno più "colleghi", ma solo "concorrenti"; ogni rapporto sarà valutato in base alla sua "convenienza"; ogni visione non puramente meccanicistica della vita verrà considerata una puerile debolezza ... e via di questo passo. Mediaticamente viene contestualmente cercata e perseguita una "insensibilità di base" proprio ponendo la gente di fronte a spiazzamenti logici, a continui "non sense", alla riproposizione forzata di cattive notizie senza cercarne una soluzione; vengono messe appositamente in mostra corruzione, scandali, morti assurde proprio perchè la gente rinunci a darvi un senso logico, e diventi psicologicamente insensibile a tutto. 
Rendere insensibili, indebolendo il naturale senso di empatia, è esattamente il primo punto fermo da conseguire, essenziale a questo tipo di potere. 

  Un potere strano e mai visto prima d’ora, un potere che non possiamo nemmeno chiamare autoritario, e neanche dittatura: ad entrambe queste forme infatti un forte e ben sviluppato senso di empatia serve eccome: serve per innestarvi sopra i concetti di patriottismo, di senso di appartenenza al gruppo, alla terra, alla nazione, alla patria; serve per far fronte ad un nemico esterno, serve allo stesso dittattore per far presa sulla folla ... 
 No, questo è un potere completamente diverso: un potere che vuole gli uomini simili ad oggetti inanimati, del tutto privi di dinamiche emozionali spontanee e ridotti a pura "materia vivente": ed è esattamente l’aspetto limite del sadismo, che non riesce più a riconoscere nell’altro il sè, che non vede più nessuna caratteristica umana nell’oggetto del del suo malato dominio. Un’umanità ridotta a polli d’allevamento, a carne da consumo e macello, esattamente come accade già oggi per i tristi animali del filmato. 

  2)  Metafora della civiltà occidentale: non solo se a queste galline, conigli, scrofe sostituissimo degli umani avremmo nient’altro che la pura descrizione di quanto realmente già succede in tante parti del mondo, ma pensate davvero che la nostra vita "libera" occidentale sia poi molto diversa? ... La morte è forse meno rapida e meno cruenta, la prigione un po’ più comoda ... ma la sostanza di fondo è quella: abbiamo completamente perso ogni vero possesso di noi stessi, assieme ad ogni rispetto e senso di sacralità della vita ( e parlo a prescindere da ogni postulato religioso).
Retrocessi NON a livello animale, ma sub-animale, carne senz’anima, in quanto non riusciamo nemmeno più a percepire l’ERRORE ( e l’orrore) di questo modo di vita. Qualcuno, caduto ancor più in basso, lo ritiene (credendoci davvero !) il "migliore possibile" ... 

E così anche il secondo grande obiettivo del potere è conseguito: ormai non resta che chiudere il cerchio, ormai il gioco è facile, e può procedere su livelli puramente astratti e giuridici ... ormai non serve più la nostra adesione ad ulteriori condizionamenti, che verranno dalla stessa "macchina" del sistema: i presupposti "umani" ormai ci sono tutti; gli obiettivi primari sono stati tutti conseguiti. 
Ora è una strada in discesa. La dichiarazione dichiarata è quella di un’unificazione territoriale che passi attraverso lo smembramento dei singoli Stati e di ogni senso di appartenenza locale; quella non dichiarata il fatto che questo passaggio dovrà portare al potere, IN MODO NON PIU’ ATTACCABILE E SOSTITUIBILE, una ristretta élite, posta alla guida di una massa amorfa ridotta a poltiglia sociale privata di qualsiasi capacità decisionale, e posta a vivere in una landa depauperata e desertificata ove ogni tanto sorgerà qualche scenografica oasi privatizzata ... popolazione il cui ruolo sarà esattamente quello mostrato nel filmato ... animali: animali da lavoro, da allevamento e da divertimento.

Un’immensa Disneyland concepita per la sopravvivenza ed il trastullo dell’élite; uno scenario da potere folle e decadente (perfettamente preconizzato e ferocemente descritto in modo drammaticamente allegorico da Pasolini nel film "Salò, le 120 giornate di Sodoma" ... Nel film il potere prende le distanze dall’umanità, trasformandola in oggetto e il sesso ha un ruolo fondamentale, un "ruolo metaforico orribile", come dirà lo stesso Pasolini. Secondo Pasolini "il sesso in questo film, sia pure in modo onirico e stravolto, diventa la metafora di ciò che oggi il potere fa dei corpi" ...- Vedi film in streaming-), potere che vuole in questo modo porsi come separato ed eterno, e vincitore della stessa legge storica di consunzione ciclica teorizzata da Giambattista Vico.

 3) Sadismo e Necrofilia condensati a forma istituzionale: In questo momento storico non resta al potere occidentale che chiudere il cerchio del controllo mediante l’introduzione normativa e giuridica di "procedure e protocolli" che avrebbero fatto insorgere anche il più ignorante ed oscurantista "servo della gleba" (il quale tanto male forse non stava) ma che la "massa" attuale, a questo punto del condizionamento, accetterà senza opporvisi, o anzi correndovi incontro a braccia aperte in nome della "modernità". (E’ quanto è stato fatto sotto i nostri occhi con l’Euro e l’Unione Europea, quanto fatto di sotterfugio sul Britannia e con la completa privatizzazione di Bankitalia, quanto occultamente complottato redigendo il celeberrimo Trattato di Lisbona ... cronaca, non fantascienza ...)

  Protocolli e procedure che iniziano a vivere di vita autonoma, una vita puramente virtuale e aterritoriale, senza precisi referenti, senza più alcuna possibilità di opporvisi: protocolli che hanno il compito di rendere completamente obsoleta la forma istituzionale dello Stato-Nazione per traghettare l’Europa ad assimilarsi al modello degli Stati Uniti, per conseguire quella unitarietà necessaria al formarsi di un "Polo Occidentale" compatto e competitivo nel futuro scenario multipolare che si prospetta. 

E se riguardo a questa direzione storica ben poco potrà fare la popolazione, molto potrebbe ancora fare rifiutandosi (e parlo soprattutto a livello di atteggiamento mentale) di essere trasformata in "pura massa sado-masochista", rimanendo "persona", applicando nella pratica quotidiana l’esatto contrario di tutto quanto le viene subliminalmente suggerito, aggrappandosi con denti e unghie ai valori scritti nella stessa natura umana.
 (A costo di essere pedante, torno a ripetere ancora una volta che l’Uomo, ben lungi dall’essere quella "tabula rasa" che vorrebbero farci credere, contiene nella sua stessa natura delle motivazioni ben precise, (già perfettamente individuate da Fromm in "Anatomia della distruttività umana", Cap. 10, pag.160-197) che se perseguite condurranno ad una civiltà sana ed adattiva alla vita, se fortemente ostacolate ad una civiltà profondamente malata e sadica ... "come volevasi dimostrare" verrebbe da aggiungere ...)

Motivazioni esistenziali che sono riassunte da Fromm stesso in pochi assunti: 
- Bisogno di relazionarsi in modo efficace
- Bisogno di trascendenza/creatività 
- Bisogno di radicamento 
- Bisogno di identità
- Bisogno di un sistema di orientamento 

RICAPITOLANDO: 
A questo potere necessita il verificarsi nella massa di queste dinamiche, in questo ordine preciso: 

- Instaurarsi di una profonda insensibilità di base
 - Anestetizzare nella gente il naturale sentimento di empatia verso la vita 
- Instaurare protocolli e procedure che sostituiscano in tutto ogni possibile intervento logico ed umanamente empatico 
- Instaurare un sistema piramidale che si regge esclusivamente su leve ad "energia sadica" 

Attaccare l’ultima leva: come opporsi in qualche modo alla procedura istituzionalizzata, alla piramide sadica? Attaccandone furiosamente l’ultima leva. Non è assolutamente vero che "sia tutto inutile, perchè il sistema è grande e grosso", anzi ... la sua forza sarà anche la sua estrema debolezza, se sapremo usarla come un boomerang ... partendo dal presupposto che così facendo non cambieremo il mondo, ma cominceremo col cambiarci le mutande ... 

Opporsi ad ogni procedura sadica e necrofila, anche a quelle più apparentemente innocue e banali ... 

Insomma si potrebbe fare qualcosa di diverso dal solito servile assecondamento del sistema: è che dobbiamo ripensare e recuperare completamente il nostro senso di umana dignità, recuperare un’autorità interna rifiutando e rigettando completamente quella "esterna ed istituzionale" ormai completamente illeggitima e perfidamente malata, ed agendo di conseguenza.
                                                                                  Mondart 

Consultazione consigliata : 
Vedi film:  Salò, o le 120 giornate di Sodoma
E. Fromm:  "Anatomia della distruttività umana" Pdf


1

PAOLOMALEDDU.COM @ ALL RIGHT RESERVED 2018

INFO COOKIE POLICY | TERMINI DI SERVIZIO

Articoli correlati

Enthusiastically visualize adaptive catalysts for change whereas cross functional e-services.
Credibly negotiate efficient testing procedures rather than multifunctional innovation. ​

NORMALI PROCEDURE DI SADISMO E DI MORTE

17/11/2018, 01:02

NORMALI-PROCEDURE-DI-SADISMO-E-DI-MORTE

Video molto crudo dal post originale di MONDART, non facile da vedere : Solo carne da macello - Eradicare l’empatia per sostituirla col sadismo, rendere insensibili

Create a website