a:link {color:red;}a:visited {color:purple;}
freddie-collins-309833
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. 
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. 
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. 
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. 
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. 

03/12/2018, 01:01

Moneta, controllo mentale



Bruno-Tarquini-e-Giacinto-Auriti,--due-autentici-luminari-nella-lotta-contro-l’ingiustizia-dell’emissione-monetaria-e-l’omertà-delle-Istituzioni.--Gli-scritti-che-ci-hanno-lasciato-ci-conducono-INEVITABILMENTE-verso-il-trionfo-della-verità.-


 La banca la moneta e l’usura - La Costituzione tradita



Nel Luglio 2001 Bruno Tarquini, già Giudice e Procuratore della Repubblica, pubblicava un autentico (per quanto riguarda la materia monetaria) capolavoro intitolato "La banca la moneta e l’usura - La Costituzione tradita". 


Prima ancora che l’euro entrasse in circolazione, aveva chiaramente denunciato, con un linguaggio da uomo di Legge, chiaro, deciso e che non lascia possibilità alcuna a false interpretazioni, le devastanti conseguenze sulle popolazioni della fraudolenta emissione monetaria da parte del sistema bancario privato.  


Il sottotitolo,  La Costituzione tradita,  indica chiaramente la strada a seguire a coloro che, forti dell’insegnamento auritiano, si sentono di voler continuare, contro la meschina complicità e omertà di Istituzioni e classe politica, la giusta battaglia che non può che condurci, INEVITABILMENTE, alla vittoria finale del popolo sovrano.


Continueremo perciò a riprodurre già da domani e in post successivi, divisa in brevi brani per essere più facilmente assimilabili, l’intera Opera Maestra di colui che si considerava, oltre che amico, grato allievo di Giacinto Auriti, dal quale era stato introdotto alla materia monetaria.  


Di seguito riporto la breve prefazione del Professore al prezioso testo di Tarquini.


     Goethe affermava che nessuno è più schiavo di chi si ritiene libero senza esserlo. Questo principio è particolarmente valido nel sistema monetario vigente. Infatti il cittadino si illude di essere proprietario dei soldi che ha in tasca, mentre ne è il debitore.
     Scopo di questo libro è di togliere al lettore l’illusione di essere libero e di avviarlo, con la verità, alla conquista della libertà.
Cristo insegna: "La verità vi farà liberi" (Giovanni, 8,92).
     E’ facilmente prevedibile che i lettori rimarranno non solo sorpresi dalla novità degli argomenti che caratterizzano la Scuola Teramana della moneta, ma anche (data la semplicità e chiarezza dell’esposizione) scandalizzati dal fatto che essi non siano stati manifestati prima. L’omertà del silenzio ha coperto da secoli la verità monetaria.
     Pertanto, scopo di queste poche righe di presentazione è di accendere nel lettore la curiosità e l’incentivo a leggere.
    Gli prometto che non se ne pentirà.

                                                              

                                                                           GIACINTO AURITI



1
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. 
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. 
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. 
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. 
Create a website