a:link {color:red;}a:visited {color:purple;}
freddie-collins-309833
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. 
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. 
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. 
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. 
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. 

21/03/2019, 01:59

Controllo mentale, Prepotenza militare



La--"Comunità-Internazionale"---e--il--Premio-Nobel-per-la-Pace,-in-guerra--contro--Gheddafi,-bombardavano-la-Libia-di-notte,--con-i-droni


 LA GRANDE MENZOGNA MEDIATICA



Assistiamo non alla realtà, ma a una sua rappresentazione che i media dei padroni mettono in scena ogni giorno per noi, il pubblico pagante. 

Quantunque doloroso ed umiliante sia ammetterlo, siamo tutti vittime più o meno inconsapevoli di un inganno mediatico virtuale incredibilmente efficace. Una  fiction  montata con tanta maestria da essere percepita come realtà. Senza rendercene conto, trascorriamo tutta una vita all’interno di un recinto, simile all’ovile nel quale i nostri pastori rinchiudono le pecore o al famoso  corral  (recinto) dei film western nel quale venivano tenuti cavalli e mandrie di bovini da macello. 

Proprio come le pecore e quei pacifici ruminanti dall’espressione non certo intelligente, trascorriamo tutta una vita all’interno del recinto, liberi di vagare senza meta in spazi limitati, in innaturale contrasto con gli sconfinati orizzonti del pensiero umano e dell’immensità dell’Universo. 


Non vedendo intorno a noi robuste staccionate che ci impediscano di uscire, non ci accorgiamo di essere prigionieri e non cerchiamo la libertà.

 La gabbia è virtuale, costruita con sbarre invisibili ma molto più robuste di quelle in ferro. Sdraiati sul divano, col telecomando in mano e una Tv sempre sintonizzata che ci illumina, ci sentiamo pure comodi al suo interno. 

Le sbarre sono fatte di dogmi economici e religiosi, mistificazioni, storia menzognera, educazione scolastica, stampa asservita, informazione occultata,  talk show  e giochi a premi,  Hollywood  e spot pubblicitari: la superficiale cultura mediatica che ha la funzione di impedirci l’accesso ad una Conoscenza superiore.

Se non iniziamo con lo spegnere la Tv, difficilmente riusciremo a venire fuori dal recinto. 


"No, io no ... Io mi informo ... leggo tutti i giorni La Repubblica ... l’Espresso ... Non guardo la Rai ... guardo Sky, i documentari ...non mi faccio fregare, Io ..." 


Non potendoci portare tutti in prigione, con la Tv ci hanno portato la prigione in casa. Una gabbia mentale. 


Ammoniva Bertrand Russell: "L’uomo nasce ignorante. L’educazione lo rende stupido". 



1
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. 
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. 
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. 
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. 
Create a website