a:link {color:red;}a:visited {color:purple;}
freddie-collins-309833
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. 
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. 
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. 
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. 
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. 

04/06/2019, 01:01

Controllo mentale, J.G. Fichte



"-...-è-appunto-ingiusto-che-uno-possa-pagarsi-il-superfluo,-mentre-pur-uno-de’-suoi-concittadini-manchi-del-necessario-..."--


 LO STATO SECONDO RAGIONE O LO STATO COMMERCIALE CHIUSO : Johann Gottlieb Fichte



" ... non vi deve essere nello stato un numero  di non-producenti superiore a quello che possa essere alimentato dalle prestazioni dei producenti.


L’acquisizione dei prodotti della natura è la base dello stato; la suprema misura su cui tutto il resto deve essere regolato.


Il superfluo si deve posporre al necessario e a ciò che si può difficilmente trascurare; questo criterio vale anche per la grande economia dello stato.


Debbono tutti essere ben nutriti ed alloggiati, prima che uno pensi a decorare la propria abitazione; debbono tutti esser vestiti comodamente e difesi dalle intemperie, prima che uno pensi a indossare abiti magnifici.


Non vale che ci sia uno che dica : io posso pagare; è appunto ingiusto che uno possa pagarsi il superfluo, mentre pur uno de’ suoi concittadini manchi del necessario o non possa pagarlo. E ciò con cui il primo paga non è di diritto il suo, in uno stato conforme a ragione."



Quelle di Johann Gottlieb Fichte, tratte da  LO STATO SECONDO RAGIONE O LO STATO COMMERCIALE CHIUSO, sono parole sagge, di buon senso, dettate dal cuore, scritte per amore del prossimo e il bene della comunità. 
Concetti che giustamente mettono l’Essere Umano in cima alla scala valori e l’economia, più in basso, come strumento di benessere per tutti.


 Niente a che vedere con la follia neoliberista dei Grandi Usurai che, con l’unico scopo di dominare e controllare le popolazioni, diffonde ( urbi et orbi,  24 ore al giorno attraverso i media di proprietà) una Narrazione  ingannevole che mette in cima alla scala valori l’economia e, molto più in basso, la popolazione come strumento per raggiungere il  pareggio di bilancio.


Restiamo sempre in attesa di una Magistratura che inizi a vedere la madre di tutti i reati,  la fraudolenta emissione monetaria,  e di una classe politica che sia, al tempo stesso, capace ed onesta. 
Basta con politicanti camerieri dei banchieri



1
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. 
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. 
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. 
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. 
Create a website