a:link {color:red;}a:visited {color:purple;}
freddie-collins-309833
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. 
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. 
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. 
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. 
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. 

15/06/2019, 01:51

EZRA POUND, Moneta



"E’-compito-della-nazione-fare-in-modo-che-i-suoi-propri-cittadini-abbiano-quanto-loro-spetta,-prima-di-occuparsi-del-resto-del-mondo.--Sennò,-qual’è-il-senso-di-essere-"uniti"-o-organizzati-in-stato?"


 Ezra Pound : ABC DELL’ECONOMIA



Grandissimo Ezra Pound. Poeta americano dai molteplici interessi, ha dedicato tutta una vita ad una encomiabile lotta contro gli usurai internazionali che si arricchiscono a discapito delle popolazioni. 

Dando un contributo inestimabile in un momento nel quale erano molto poche le voci autorevoli che si levavano contro Sistema Bancario e Finanza speculativa, ci ha lasciato in eredità, oltre ai CANTOS,  numerosi scritti ancora oggi fondamentali per coloro che volessero approfondire lo studio della materia monetaria. 


Nell’introdurre il suo "ABC DELL’ECONOMIA", scrive:


"Lo scopo di questo opuscolo è di spiegare i fondamentali dell’economia con tanta semplicità e chiarezza che anche gli esponenti delle diverse scuole e fazioni economiche saranno in grado di capirsi l’un l’altro quando ne discuteranno.
Dopo la prima quarantina di pagine non "attaccherò", ma mi addentrerò, "mi butterò dentro" ripetizioni e riaffermazioni, nella speranza di arrivare a questa chiarezza e semplicità."


In realtà, nonostante le dichiarate intenzioni di semplicità e chiarezza, Ezra Pound (ma dovrei dire: la grande truffa e la confusione di proposito creata attorno ai meccanismi di emissione monetaria) non è di facile lettura per chi si imbatte per la prima volta nei suoi scritti. 

C’è bisogno di immergersi nel personaggio per apprezzare a fondo la sua umanità, il suo coraggio, il generoso dispendio di energie nell’appassionato tentativo di difendere i popoli contro la grande Usura, come egli stesso era solito chiamarla.
 Le sue buone intenzioni di informare (con i suoi appelli radiofonici) il popolo americano sulle reali ragioni che stavano trascinando gli Stati Uniti nella Seconda Guerra Mondiale e la sua strenua opposizione alla ingannevole politica interventista di Franklin Delano Roosvelt in difesa della grande Usura internazionale, sono state volutamente occultate e distorte dalla stampa prezzolata, presentando lo scomodo personaggio come militante fascista, traditore della patria, antisemita e insano di mente. Fortunatamente, nonostante i meschini tentativi della Grande Menzogna mediatica di consegnare al grande pubblico una rappresentazione interessata degli avvenimenti, la verità finisce sempre per trionfare, ed arriverà il giorno in cui saranno tributati ad Ezra Pound  gli onori dovuti alla sua grandezza e nobiltà d’animo.


 Alcune frasi illuminanti tratte da ABC DELL’ECONOMIA:


"Lo stato concepito come il servizio pubblico. La moneta concepita come un servizio pubblico. E non come comodità private.


... nessuna nazione ha diritto di contrarre debiti che non siano pagabili dentro l’arco di vita dei contraenti ...


Le banche, se possono, usano la loro libertà per inflazionare e deflazionare  a loro proprio spropositato vantaggio.


DUE specie di nazioni esistono : quelle che controllano le finanze e quelle che "sono finanziate".


Quando un essere umano sta bene, anche discretamente bene, senza reali sofferenze, libero, più o meno, da preoccupazioni IMMEDIATE, non si occuperà (in misura quasi incredibile si rifiuterà di occuparsene) di economia. 


L’emissione di credito (o moneta) dev’essere giusta, cioè non troppa né troppo poca. 


Una piccola quantità di "denaro" che cambia di mano rapidamente farà il lavoro di una grande quantità che si muove lentamente ...


Nel momento in cui le banche hanno ricavato più credito di quanto hanno dato all’industriale, il consumatore potenziale non ne ha a sufficienza per acquistare i beni di cui ha bisogno. Dove l’otterrebbe? Le banche gli daranno sempre meno di quanto lui debba restituire. Non sono lì per la sua salvezza.


Il costo contabile dei beni è il costo (reale) dei beni, più il costo del denaro, o l’affitto del denaro. 


E la loro motivazione dovrebbe essere il  bonum publicum,  il benessere pubblico, non scuotere e spostare il setaccio a beneficio di pochi altolocati imbroglioni, mascalzoni e sfruttatori.


LE BASI DELL’ECONOMIA sono così semplici da rendere l’argomento quasi del tutto ininteressante.    




  


1
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. 
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. 
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. 
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. 
Create a website