a:link {color:red;}a:visited {color:purple;}
freddie-collins-309833
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. 
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. 
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. 
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. 
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. 

26/06/2019, 18:16

CONTROLLO MENTALE



SEI-MILIONI-DI-ITALIANI-POVERI-----parte-seconda


 Nuovo Rinascimento italiano o Lusso per pochi e miseria per i più ?



Sempre a proposito della nomina di Milano-Cortina per i Giochi Invernali del 2026, ci torniamo (non troppo volentieri) per cercare di comprendere i sottili meccanismi di condizionamento del pensiero delle masse. 


Con l’imprinting  dall’alto  degli argomenti da trattare, vengono date alle pochissime grandi agenzie che detengono il monopolio dell’informazione mondiale le linee guida affinché venga diffuso dai media dei Padroni il Pensiero Unico che  deve essere pensato  dalle masse inconsapevoli.


Dall’alto  significa : gli argomenti trattati in principio nei convegni dei  think-tanks  meno pericolosi (perché più noti e visibili) e in quelli più importanti perché ancora sconosciuti al grande pubblico. Tra i primi sicuramente la Commissione Trilaterale del Nord America, Europa e Asia; il  Council on Foreign Relations;  il Bilderberg e altri Forum con nomi differenti. I secondi  think-tanks, non ancora visibili, potrebbero essere le più importanti logge massoniche dai nomi a noi sconosciuti.


Le poche agenzie che detengono il monopolio dell’informazione mondiale potrebbero essere la Associated Press (AP), la France Press (AFP), la Reuters e la Deutsche Presse-Agentur (DPA). Tutte, naturalmente, di proprietà o largamente partecipate da anonime Spa dei CREATORI DI MONETA DAL NULLA.


Per quanto riguarda le linee guida da trattare dai media nei mesi successivi, basterebbe guardare nei programmi dei convegni. Senza andare a vedere (non mi interessa più di tanto e mi dà anche fastidio trattare questi argomenti), mi vengono in mente, per esempio: società "colorata" LGTB, moneta elettronica e possibile scomparsa del contante, accoglienza umanitaria di  milioni  di profughi salvati in mare o meno, formazione di grandi centri di potere sovranazionali che sfuggono al controllo degli Stati, sanzioni contro il riarmo nucleari di Paesi  pericolosi  come Corea del Nord e Iran, lenta ma crescente perdita di sovranità delle nazioni, et cetera. 


Due soli appunti. 

Il primo: l’accoglienza non è una questione di principio umanitario, ma un progetto ben organizzato mirante ad una omologazione verso il basso (perdita di radici, cultura ed identità) delle popolazioni mondiali per poterle meglio dominare.

 Se si presentassero alle nostre frontiere 50 milioni di cinesi o di africani, dovremmo accoglierli per ragioni umanitarie? Sarebbe ancora una questione di principio o la volontà di azzerare una cultura plurimillenaria? 

Se veramente si volesse risolvere il loro problema, non sarebbe più intelligente aiutarli a stare nutriti e felici nella loro Terra, spiegando loro cosa è la moneta e come funziona per attivare una economia di scambi?

Secondo appunto: l’Iran, Paese  guerrafondaio e culla del terrorismo internazionale, non ha dichiarato guerra a nessun altro popolo negli ultimi  quattrocento anni ;  gli Stati Uniti d’America, i  buoni  per eccellenza degli western contro gli indiani pellerossa,  quelli che salvano il soldato Ryan in guerra col popolo vietnamita dall’altra parte del mondo per motivi che ignora, o della Hillary Clinton che in una celebre intervista, RIDE, in maniera disumana, per aver distrutto Gheddafi e la Libia, bombardata  ogni notte, per mesi, con i droni; ebbene, gli Usa hanno combattuto 220 guerre in tutto il mondo, nei circa 240 anni della loro esistenza. 
Tutto il pianeta ce l’ha con loro, o sono loro contro il Resto del Mondo?


Per tornare al Pensiero Unico calato dall’alto nelle nostre menti inconsapevoli, tutto ciò che noi pensiamo viene dall’interno di una cornice (il grande recinto mediatico) nella quale vengono sviluppati i temi promossi nei convegni annuali dei citati think-tanks, e poi diffusi, a cascata dai media dai quali tutti attingiamo la nostra quotidiana dose ritardante.
Le verità e le soluzioni importanti, delle quali ignoriamo persino l’esistenza, rimangono rigorosamente fuori da quella cornice concessa, in modo che noi tutti siamo liberi di vagare senza meta all’interno del recinto, intrattenuti  da logorroici talk-show e interminabili discussioni che non portano da nessuna parte.  Ci mantengono all’interno del recinto. 


CI HANNO SEQUESTRATO IL PENSIERO.


 Impedendoci di prendere in esame correttamente, con cognizione di causa, un qualsiasi evento che ci condiziona pesantemente, ci hanno privato della libertà.


Tornado alla nomina di Milano-Cortina, questi festeggiamenti fuori luogo (appropriati forse solo per coloro che si divideranno i soldi che saranno stanziati) hanno l’obiettivo di spostare la nostra attenzione su di una notizia di scarsissima importanza, facendoci gioire per il nulla e dimenticare i nostri guai quotidiani almeno per qualche momento. 


 Da più parti  si è parlato di incremento del PIL nazionale e addirittura di NUOVO RINASCIMENTO italiano : ridicolo, se la situazione che il popolo italiano sta vivendo non fosse drammatica.
Nelle ultime ore si è pure aggiunta, in toni poco meno trionfalistici, la notizia dell’inizio dei lavori del ponte crollato l’estate scorsa a Genova. 


Sento quasi del tutto inutile ripetere (a chi non vuole sentire e non può capire) che con UNA CORRETTA EMISSIONE MONETARIA di Biglietti di Stato, per far star bene il popolo italiano non avremmo nessun bisogno di elemosinare dei Giochi Invernali, evitando tali ipocrite sceneggiate a reti unificate, e potremmo costruire tutti i ponti necessari. Potremmo anche  buttare giù, prima che cadano, i ponti precedentemente costruiti AL RISPARMIO con la velenosa MONETA DEBITO dei Grandi Usurai, attualmente in uso.


Tutti abbiamo diritto di gioire, ciascuno a proprio modo,  per un risultato sportivo raggiunto; ma per una gioia veramente condivisa e spontanea, sarebbe bene assicurare prima ad ogni italiano l’accesso ad una alimentazione quotidiana garantita, ad un tetto sicuro sopra la testa e a un abbigliamento dignitoso per mantenere una adeguata temperatura corporea in ogni stagione dell’anno.
In caso contrario, i SEI MILIONI DI POVERI italiani avranno poco di che gioire per i Giochi Olimpici del 2026, se saranno ancora tra noi.



1
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. 
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. 
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. 
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. 
Create a website