a:link {color:red;}a:visited {color:purple;}
freddie-collins-309833
PAOLO MALEDDU
PAOLO MALEDDU

Per maggiori informazioni, puoi scrivere a:

paolo.maleddu@gmail.com

+39 3496107688

Il Blog

La moneta è uno straordinario strumento di creazione e distribuzione di benessere per tutta l'Umanità. Non può esserlo solo per una esigua schiera di Usurai malati di delirio di onnipotenza.


19/01/2018, 10:18



THE-SECRETS-OF-THE-FEDERAL-RESERVE:--GLI-ANNI-’30


 In questa seconda parte del cap. XIII, incredibili ammissioni dei Governatori della Fed ci fanno capire il perché di tanta miseria e sofferenza per noi e potere e illimitata disponibilità di denaro per i banchieri.



THESECRETS OF THE FEDERAL RESERVE 

CapitoloXIII - Parte seconda

GLIANNI ’30 

Durante l’amministrazioneRoosvelt, il Federal Reserve Board, per quanto riguarda il pubblico,era Marriner Eccles, un emulatore e ammiratore del "Capo". Ecclesera un banchiere dello Utah, Presidente del First SecuritiesCorporation, un trust di investimento familiare che consisteva in un numero di banche che Eccles aveva rilevato a prezzi stracciatidurante la Recessione dell’Agricoltura del 1920/21. Eccles eraanche direttore di corporations come Pet Milk Company, MountainStates Implement Company, e Amalgamated Sugar. Come grande banchiere,Eccles si inseriva bene nel gruppo di uomini potenti che Roosveltaveva attivato. C’era qualche discussione nelCongresso riguardo alla presenza di Eccles nella Federal Reserve Boardmentre era proprietario di tutte queste banche in Utah, ma egli dichiarò che avevamolto poco a che fare con la First Securities Corporation nonostantene fosse Presidente, e venne confermato Presidente del Board.   Eugene Meyer, Jr. si era dimesso dalBoard per avere più tempo da dedicare a prestare i due miliardi didollari di capitale del Reconstruction Finance Corporation, estabilire a modo suo il valore del collateral a garanzia. Il Banking Act del 1935, cheincrementò notevolmente il potere di Roosvelt sulle finanzenazionali, fu una parte integrale di legislazione con cui propose diestendere il suo regno sugli Stati Uniti. Non ci fu opposizione daparte della gente come per il National Recovery Act, perché non erauna infrazione delle loro libertà altrettanto chiara. Era, comunque,una misura importante. Prima di tutto, estendeva la durata in caricadel Federal Reserve Board dei Governatori a 14 anni, cioè, tre voltee mezzo la lunghezza della carica presidenziale. Ciò significava cheun Presidente che fosse ostile al Board e entrasse in carica nonavrebbe potuto nominare una sua maggioranza. Quindi, una politicamonetaria iniziata prima che un Presidente entrasse alla Casa Biancaandrebbe avanti indipendentemente dai suoi desideri. Il Banking Act del 1935 abrogòanche la clausola del Glass-Steagall Banking Act del 1933, chestabiliva che una azienda bancaria non potesse partecipare al MercatoAzionario ed essere allo stesso tempo una banca d’investimento.Questa era una buona clausola, dal momento che impediva ad una bancadi prestare denaro ad una corporation di sua proprietà. C’è daricordare anche che questa clausola mascherava qualche altradisposizione come la creazione della Federal Deposit InsuranceCorporation, procurando denaro per le assicurazione per un ammontaredi 150 milioni di dollari, per garantire 15 miliardi di dollari didepositi. Questo aumentò il potere delle grandi banche su quelle piùpiccole, e diede loro un altro pretesto per poterle indagare. IlBanking Act del 1933 legiferò pure che tutti i guadagni delle banchedella Federal Reserve dovevano per legge andare alle stesse banche.Infine, la disposizione nell’Act con cui si eliminava la partecipazioneai profitti del Governo. Non era mai stata rispettata, e l’aumentonegli assets (attivi) delle Banche della Federal Reserve da 143milioni di dollari del 1913 a 45 miliardi di dollari del 1949 andòinteramente agli azionisti privati delle banche. Quindi, la positivadisposizione del Banking Act del 1933 venne abrogata nel 1935, e oraalle Banche della Federal Reserve era permesso di prestaredirettamente alle industrie, in competizione con altre banche che nonpotevano sperare di uguagliare le stesse capacità di concederegrandi prestiti. Quando la disposizione secondo laquale le banche non potevano partecipare come banche d’investimentoe operare sul Mercato Azionario fu abrogata nel 1935, a Carter Glass,originario proponente della disposizione, venne chiesto daigiornalisti:"Ciò significa che J.P. Morganpuò tornare ad essere una banca d’investimento?""Perché no? Si era levato ungrido d’allarme in tutto il Paese perché le banche non facevanoprestiti. Adesso i Morgans li possono nuovamente sottoscrivere."                          
Dal momento che la disposizione nongli era favorevole, i banchieri avevano semplicemente smesso di fareprestiti sino a quando non venne abrogata. Newsweek del14 Marzo del 1936 notò che:"Il Consiglio della FederalReserve ha licenziato nove presidenti di Banche Reserve, spiegandoche intendeva far diventare la presidenza delle Banche Reserve piùche altro un lavoro part-time a titolo onorario"Era un altro esempio dicentralizzazione del controllo nella Federal Reserve System. La parteregionale del sistema non era mai stato un fattore importantenell’amministrazione della politica monetaria, e il Board non stavariducendo i suoi funzionari fuori Washington. Il Presidente dellaCommissione del Senato sul Sistema Bancario e la Moneta avevachiesto, durante le Audizioni sulle Gold Reserve del 1934: "Non risponde a verità,Governatore Young, che il Segretario del Tesoro negli ultimi dodicianni ha controllato la politica delle banche della Federal Reserve eil Consiglio della Federal Reserve riguardoall’acquisto di Titoli degli Stati Uniti?"Il Governatore Young lo avevanegato, ma era già venuto fuori che, in entrambi i suoi frettolosiviaggi in questo Paese nel 1927 e 1929 per dettare la politica dellaFederal Reserve, il Governatore Montagu Norman della Bank of Englandera andato direttamente da Andrew Mellon, Segretario del Tesoro, perconvincerlo ad acquistare Titoli di Stato nel mercato aperto einiziare l’invio di oro da questo Paese all’Europa. Le audizioni sul Gold Reserve avevaanche portato dentro un’altra persona che aveva interesse nelleoperazioni del Federal Reserve System. James Paul Warburg, appenarientrato dalla London Economic Coference con il Professor O.M.W.Sprague e Henry L. Stimson, dichiarò che il gold standard avrebbedovuto essere modernizzato. Frank Vanderlip suggerì di farla finitacol Consiglio della Federal Reserve e di mettere in piedi una FederalMonetary Authority. Questo non avrebbe cambiato niente per ibanchieri di New York, che avrebbero ugualmente scelto il personale.E il senatore Robert L. Owen, da lungo tempo critico del sistema,fece la seguente dichiarazione:"La gente non sapeva che le Banchedella Federal Reserve erano state messe in piedi per produrreprofitti. Era inteso che stabilizzassero il credito e l’emissionedi moneta del Paese. Quell’obiettivo non è stato raggiunto.Invece, c’era stata la maggior variazione nelpotere d’acquisto del denaro da quando il System iniziò adoperare. Gli uomini della Federal Reserve sono selezionati dallegrandi banche, attraverso piccole e discrete operazioni, enaturalmente seguono i suggerimenti che vengono loro presentati comei più sicuri da un punto di vista finanziario."Benjamin Anderson, economista dellaChase National Bank of New York, disse:"Al momento, 1934, abbiamo 900milioni di dollari di riserve in eccesso. Nel 1924, incrementando leriserve di 300 milioni, avresti avuto molto rapidamente tre o quattromiliardi di espansione di credito. Quel denaro extra fu messo fuori dalle Banche della Federal Reserve nel 1924, con l’acquisto diTitoli di Stato e fu la causa della rapida espansione del creditobancario. Le banche continuarono ad avere riserve in eccesso perchéentrava altro oro, e perché, in qualsiasi momento mancasse, la gentedella Federal Reserve ne metteva fuori altro. Si trattennero un po’nel 1926. Le cose si fermarono un po’ quell’anno. Quindi, nel1927, misero fuori poco meno di 300 milioni di riserve addizionali,misero in moto il mercato azionario in modo selvaggio, e ciò cicondusse dritti al crollo del 1929."Dr. Andrson dichiarò anche che:"Il denaro della Federal Reserve èdenaro che loro hanno creato. Quando comprano titoli di Stato creanoriserve. Pagano i Titoli di Stato con loro assegni, e quegli assegniarrivano alle banche commerciali che li depositano nelle banche dellaFederal Reserve, e denaro che prima non esisteva, adesso esiste."

SENATOR BULKLEY:  Non aumenta i mezzidi scambio in circolazione?

ANDERSON: No. 

Questa è una spiegazione di come lebanche della Federal Reserve aumentarono gli attivi da 143 milioni didollari a 45 miliardi in trentacinque anni. Non produssero niente,erano imprese non produttive, ed ebbero ugualmente questo enormeprofitto, unicamente creando denaro, 95 per cento del quale sottoforma di credito, che non si aggiunse ai mezzi di scambio circolanti.Non arrivò ad essere distribuito tra la gente sotto forma distipendi, né incrementò il potere d’acquisto degli agricoltori edei lavoratori. Era credito creato dai banchieri ad uso e guadagnodei banchieri, che aumentarono la loro ricchezza di oltre quarantamiliardi in pochi anni perché avevano ottenuto il controllo delcredito del Governo nel 1913, passando il Federal Reserve Act. 
Anche Marriner Eccles ebbe molto dadire riguardo la creazione di denaro. Considerava sé stesso uneconomista, ed era stato introdotto al servizio del Governo da StuartChase e Rexford Guy Tugwell, due dei primi brain-trusters diRoosvelt. Eccles era l’unico del gruppo di Roosvelt che rimase incarica per tutta la durata della sua amministrazione.

Davanti alla Commissione dellaCamera sul Sistema Bancario e la Moneta il 24 di Giugno del 1941, ilGovernatore Eccles disse:

"Ildenaro è creato dal diritto diemettere moneta-credito." 

Girandoil credito del Governo nel 1913 ai banchieri privati, diede loroillimitate opportunità di creare denaro. Il Federal Reserve Systempoteva pure distruggere grandi quantità di denaro in operazioni dimercato aperto. Eccles disse, alle Audizioni sull’Argento del1939: "Quandovendi obbligazioni nel mercato aperto, elimini riserve."

Eliminareriserve significa togliere di mezzo la base per emettere denaro ecredito, o, fare una stretta su denaro e credito, una condizione cheè normalmente persino più favorevole ai banchieri della creazionedi denaro. Richiamareo distruggere denaro dà ai banchieri un controllo immediato eillimitato della situazione finanziaria, dal momento che sonogli unici con denaro e gliunici con la possibilità diemettere denaro in tempi di carenza.Lecrisi del 1873, 1893, 1920/21, e 1929-31, furono caratterizzati da unritiro del mezzo di scambio. In termini economici, non suona come unacosa terribile, ma quando significa che la gente non ha soldi perpagare l’affitto o comprare cibo, e quando significa che unimprenditore è costretto a licenziare tre-quarti dei suoi aiutantiperché non può prendere in prestito il denaro per pagarli, le colpeenormi dei banchieri e il lungo elenco di sofferenze e miseria dellequali sono responsabili, vorrebbe suggerire che nessuna punizionepotrebbe essere troppo severa per i crimini commessi contro il loroprossimo. 

 Il30 di settembre del 1940, il Governatore Eccles disse: 

 "Senon ci fossero debiti nel nostro sistema bancario, non ci sarebbedenaro."

Questaè una dichiarazione veritiera sul nostro sistema monetario. Invece di essere creato dal lavorodella gente, l’incremento annuale di beni e servizi, il denaroviene creato dai banchieri sui debiti delle persone. Dal momento chenon è in quantità adeguata, è soggetto a grandi fluttuazioni ed èbasicamente instabile. Queste fluttuazioni sono anche causa di grandiguadagni. Per questo motivo, la Federal Reserve Board si ècostantemente opposta ad ogni legislazione che cerca di rendere ilsistema monetario stabile. La loro posizione è stata definitivamentestabilita nella lettera del Presidente Eccles al Senatore Wagner il 9di Marzo del 1939, e nel memorandum emesso dal Board il 13 Marzo del1939.

  IlPresidente Eccles scrisse che: "... sieteinformati che il Board dei Governatori della Federal Reserve Systemnon è favorevole all’attivazionedella Decisione del Senato N. 31, un emendamento del Federal ReserveAct, o qualsiasi altra legislazione di questo tenore."

IlMemorandum del Board stabiliva, nel suo "Memorandum sulle Propostedi mantenere i prezzi ad un livello prestabilito": 

"IlBoard dei Governatori si oppone ad ogni Dichiarazione che propone unlivello di prezzi stabile, con le motivazioni che i prezzi nondipendono principalmente dal prezzo o costo del denaro; che ilcontrollo del Board sul denaro non può essere completo; e che prezzistabili, anche se ottenuti con azioni ufficiali, non assicurerebberouna prosperità duratura."

  Ancora,William McChesney Martin, il Presidente del Board dei Governatori nel1952, disse davanti alla SottoCommissione sul Controllo del Debito,il Comitato Patman, il 10 marzo del 1952, che
                                                         " Uno dei propositifondamentali del Federal Reserve Act è quello di proteggere ilvalore del dollaro."IlSenatore Flanders gli chiese: "E’ specificamente stabilito nellalegislazione che diede origine alla costituzione del Federal ReserveAct?" "No,"replicò Mr. Martin, "ma faparte dell’intera storia legislativa e delle circostanze che lestanno attorno." 

IlSenatore Robert L. Owen ci ha raccontato come sia stato messo fuoridalla originale legislazione contro il suo volere, e che il Board deiGovernatori si era opposta a tale legislazione. Apparentemente, Mr.Martin non ne è a conoscenza.Prezzimedi costanti, in verità, sono impossibili sino a quando avremospeculatori nel mercato azionario guidando i prezzi su e giù inmodo da ricavare profitti per sé stessi. Nonostantel’insistenza del Governatore Eccles che stabili prezzi non assicurano unaduratura prosperità, potrebbero fare tanto per facilitare questacondizione. Un uomo con una retribuzione annuale di 2.500 dollari nonsta meglio se il prezzo del pane aumenta di cinque centesimi durantel’anno. 

  Nel1935, Eccles disse davanti alla Commissione della Camera sul SistemaBancario e sulla Moneta:

"IlGoverno controlla le riserve d’oro, cioè, il potere di emetteremoneta e credito, quindi regolando grandemente la formazione deiprezzi." 

Questaè quasi una diretta contraddizione della dichiarazione di Eccles del1939 che i prezzi non dipendono, principalmente, dal prezzo o costodel denaro. 

 Nel1935, il Governatore Eccles dichiarò davanti alla Commissione dellaCamera: 
"IlFederal Reserve Board ha il potere di operare nel mercato aperto. Leoperazioni di mercato aperto sono i singoli strumenti più importantidi controllo sul volume e il costo del credito in questo Paese.Quando dico "credito" inquesta circostanza, voglio dire denaro, perché la gran parte didenaro in uso dalla gente di questo Paese è sotto forma di creditobancario o depositi bancari. Quando le Banche della Federal Reservecomprano cambiali o obbligazioni nel mercato aperto, incrementano ilvolume di denaro della popolazione e ne diminuiscono il costo; equando vendono nel mercato aperto diminuiscono il volume del denaro ene aumentano il costo. L’autorità su queste operazioni checondizionano il benessere dell’intera popolazione, deve essereprerogativa di un ente che rappresenti gli interessi nazionali."

Latestimonianza del Governatore Eccles mette a nudo il funzionamentodella macchina dei soldi che Paul Warburg rivelò ai suoi increduliamici banchieri a Jekyll Island nel 1910. La maggior parte degliamericani dicono di non riuscire a comprendere come la FederalReserve System operi. Rimane di difficile comprensione non a causadella sua complessità, ma perché è così semplice. Se un uomo difiducia ti viene accanto e si offre di farti vedere la suameravigliosa macchina dei soldi, tu vedi come inserisce un fogliobianco e tira fuori una banconota da 100 dollari. Questo è ilFederal Reserve System. Tu allora chiedi di comprare la meravigliosamacchina dei soldi, ma non puoi. E’ proprietà degli azionistiprivati delle banche della Federal Reserve, le cui identità possonoessere parzialmente,ma non completamente, riconducibili alla "London Connection".


1

PAOLOMALEDDU.COM @ ALL RIGHT RESERVED 2018

INFO COOKIE POLICY | TERMINI DI SERVIZIO

Articoli correlati

Enthusiastically visualize adaptive catalysts for change whereas cross functional e-services.
Credibly negotiate efficient testing procedures rather than multifunctional innovation. ​

THE SECRETS OF THE FEDERAL RESERVE: GLI ANNI ’30

19/01/2018, 10:18

THE-SECRETS-OF-THE-FEDERAL-RESERVE:--GLI-ANNI-’30

In questa seconda parte del cap. XIII, incredibili ammissioni dei Governatori della Fed ci fanno capire il perché di tanta miseria e sofferenza per noi e potere e illimitata disponibilità di denaro per i banchieri.

Create a website