a:link {color:red;}a:visited {color:purple;}
freddie-collins-309833
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. 
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. 
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. 
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. 
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. 

23/08/2019, 01:01

EZRA POUND



"L’oro-greggio-non-è-moneta-...-ciò-che-determina-(nel-disco-di-metallo-prezioso)--la-qualità-di-moneta-è-il-conio-dello-stato."


 Un governo che dicesse: «non possiamo costruire strade perché non abbiamo denaro» sarebbe ridicolo come un governo che, dicesse: «non possiamo costruirne perché non abbiamo chilometri».



Grande Ezra Pound.  Spinto da un sincero desiderio di trasmettere alle popolazioni la consapevolezza dell’inganno attorno all’emissione monetaria da parte dei banchieri (che sinteticamente chiamava Usura ), dava grande importanza alla educazione alla materia, all’esposizione di un "ABC dell’Economia", semplice, comprensibile, con l’uso di termini precisi, non equivocabili.
Una economia ortodossa, per contrastare l’omissione e la subdola, ricercata mancanza di chiarezza che la Narrazione ufficiale offriva della materia monetaria. 
Questo estratto proviene da "Rassegna Monetaria":


VERSO UN’ECONOMIA ORTOLOGICA


Il dubbio circa la natura dell’economia cosiddetta «ortodossa», se dovesseconsiderarsi come tentativo sincero (o piuttosto come una pretesa nefasta),può dirsi ormai superato da almeno 50 anni. Attualmente fra i seguacidell’ortodossia non possono esserci che dei conigli, dei ciechi, o deicarrieristi in malafede.Chi indaga sinceramente non può tardare 15 anni a rendersi conto difenomeni visibili e comuni.
...
Quello che uomini seri possono oggi fare è di distinguere tra quella partedell’economia che è scienza, dominio della episteme, e quella che è tekhne odominio della abilità (purtroppo sovente della furberia), dominio del  phronesis.
...
È naturale purtroppo che nelle pubblicazioni economiche regni laconfusione, dato che lo studio dell’economia attualmente viene fatto daempirici, da uomini che mancano di una seria preparazione terminologica.
...
Lo studente può entrare in biblioteca e consultare anche 50 pretesi trattatid’economia senza trovarne uno che cominci euclidamente con un elencochiaro di definizioni dei termini più comuni, fondamentali e necessari perdiscutere di questioni economiche.Cominciamo per esempio, con il termine «moneta» Aristotele lodefinisce male, ovvero non lo definisce, ma ne parla senza veramentedefinirlo. E l’umanità è rimasta per venti secoli in questo stato di semioscurità.
...
Proponendoci di creare un linguaggio scientifico dobbiamo considerareanche il modo di tradurre alcuni termini in lingua straniera. Qual è il precisosignificato delle due parole italiane «denaro» e «moneta» e quale è meglioadoperare nelle definizioni economiche? «Denaro» significa sia cartamoneta che moneta metallica. Ho sentito un alto personaggio dire: «ma lavera moneta è l’oro».

 L’oro greggio non è moneta; lo scambio di monete d’oro con altra merceè in fondo una specie di baratto: baratto di una certa quantità di stoffa o diun certo, peso di merce, contro metallo, in precedenza pesato e misurato.
 La qualità essenziale della moneta è d’essere misurata e di poter servirecome misura. Anche nel baratto di un disco di metallo prezioso con merce,ciò che determina nel primo la qualità di moneta è il conio dello stato. Ungoverno che dicesse: «non possiamo costruire strade perché non abbiamodenaro» sarebbe ridicolo come un governo che, dicesse: «non possiamocostruirne perché non abbiamo chilometri». 
1) Proviamoci a definire che cos’è la moneta (o denaro). «Money ismeasured claim». La moneta è un titolo o mandato misurato (il termine«mandato» si trova usato per gli assegni della casa d’Este nel Quattrocento).«Money is a general claim». La moneta è un titolo non specifico (come unbiglietto ferroviario, un buono d’albergo, un biglietto di viaggio per mareche dà diritto a trasporto, vitto, alloggio ecc.) ma generale. La moneta èinoltre scambiabile, ovvero si può trasferire senza formalità da uno all’altro,e non frutta interesse come un buono di stato, delle ferrovie o di unaqualsiasi società anonima.
 Consideriamo ora i termini inglesi. «Money» è forse meglio tradurlo con«denaro» che con «moneta»; «coin» significa poi precisamente «monetametallica» e per la «moneta cartacea» non si può usare l’espressione «papercoin» come pure potrebbe sembrare! 

2) Passiamo al termine «credito». Si dice che un uomo ha credito quandosi crede che sia capace di pagare in denaro e si ritiene che egli non cercheràdi evitare o ritardare il pagamento. Il «debito» non è precisamente l’oppostodel credito. Il «credito» infatti è sovente la possibilità di far debiti e nonsignifica sempre necessariamente il corrispettivo di un debito già acceso.Siamo perciò di fronte a un termine ambiguo e mentre nella contabilità, initaliano, si parla con maggior chiarezza di «attivo e passivo», in inglese sideve dire «credit» e «debit» o, secondo gli scrittori teorici, «credit» e«debt». 

3) Passiamo infine all’«inflazione». Tra le mezze verità della pretesaortodossia alcune si basano su fenomeni naturali e iterativi. La cosiddettainflazione va anzitutto distinta dall’inflazione vera e questa si ha quanto siemette denaro (o moneta) «corrispondente» a merci o servizi che nessunovuole o in eccesso della quantità desideratane. La moneta non ha valorequando è emessa «contra» (cioè in pseudo corrispondenza a una merce o aun servizio non consegnabile o non eseguibile. Per esempio, emetteredenaro o moneta «contra» un obice esploso nel 1917 sarebbe inflazione e lamoneta stessa non avrebbe valore, poiché nessuno vuole quell’obice enessuno può consegnarlo. 

Una lista breve di definizioni valide può permettere all’uomo medio disfuggire agli inganni, e alla perfidia assoluta, condannevole e putridissimadei grandi usurai e monopolisti.







1
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. 
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. 
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. 
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. 
Create a website