a:link {color:red;}a:visited {color:purple;}
freddie-collins-309833
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. 
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. 
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. 
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. 
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. 

25/08/2019, 01:01

EZRA POUND, USURA



"-...-bisognerebbe-definire-il-problema-centrale-dell’economia-...---la-sua-ragione-d’essere-è-appunto-di-far-mangiare,-vestire-e-vivere-comodamente-la-gente-..."


 Dal senso etico umano (o divino) sorge la volontà di regolare il processo economico in modo giusto.



Nel suo ammirevole tentativo di trovare una soluzione all’inganno monetario, Ezra Pound vede (come elemento indispensabile per la formazione di una onesta economia che chiama ORTOLOGICA) la volontà spinta dal senso etico dell’Essere umano:

 

"Diciamo energicamente che senza un’etica salda non si farà economia nésana né scientifica. Considerare soltanto il puro dinamismo senza tenerconto dello «scopo» di una politica monetaria, condurrebbe a caos. Ladirezione della volontà è una componente da studiare nella scienzadell’economia."
...


L’ECONOMIA ORTOLOGICA


IL PROBLEMA CENTRALE 
In un precedente articolo si è accennato all’impossibilità di costituire, unascienza economica o di distinguere quella parte dell’economia che èprudenza, scaltrezza, perizia (abilità pratica) da quella parte che è o puòessere scienza, senza prima definire chiaramente i termini basilari edelementari e raggiungere l’accordo sulle definizioni stesse. 

Riassumiamo brevemente i principali risultati cui siamo giunti in questaparte, diremo terminologica, del nostro precedente articolo. 

La MONETA è un titolo o mandato quantitativamente prefissato,scambiabile contro qualsiasi merce o servizio senza altra formalità che latrasmissione da mano a mano e che non frutta interesse come i buoni deltesoro, ferroviari o altri.

 La moneta è SANA O VALIDA quando è emessa, da chi possiede unamerce trasferibile o da chi ha la possibilità di eseguire un servizio, incorrispettivo della merce o del servizio, e quando la merce o il serviziostesso sono desiderati. 

L’INFLAZIONE (vera) si ha quando la moneta è emessa in corrispettivodi una merce o di un servizio non trasferibile o non desiderato, o quando èemessa in eccesso della quantità desiderata o trasferibile o non eseguibile. 

Il CREDITO di un singolo o di una ditta corrisponde alla fiducia deglialtri nella possibilità e intenzione di pagare del singolo o della ditta oeseguibile. Solamente in questi anni un pubblico eletto comincia a rendersiconto, principalmente nelle questioni degli scambi fra Stati, che questipagamenti, in ultima analisi, vengono effettuati in merce. 

Tentando di definire la MERCE, potremo chiamare così qualsiasimateria, prima o lavorata. Per entrare però nel campo economico occorreche qualcheduno la desideri. 

Per fare un secondo passo verso una scienza economica bisognerebbedefinire il problema centrale dell’economia ed i suoi necessari componenti ofattori. 

Lo studio economico trae nome dalla parola oîkos = casa. Staccato daquesta sua radice il termine diviene sofisma e teorica vuota poiché la suaragione d’essere è appunto di far mangiare, vestire e vivere comodamente la gente, il che implica naturalmente l’avvicinamento della merce (cibi, ecc.)da dove si trova a chi ne ha bisogno o desiderio. 

Gli elementi necessari del processo economico in qualsiasi società cheabbia superato la fase primitiva (stato degli «uccelli, e degli animali») sonoquattro:


 1) i prodotti della natura;


 2) il lavoro;


3) il trasporto:


4) il «Monetary carrier»  termine che potremo tradurre in italiano con«mezzo di scambio» «strumento monetario». 

Questo strumento è una misura, ma di carattere sui generis. 

Non è infatti una misura posseduta dal venditore e che il venditoretrattenga dopo aver misurato la stoffa, il grano, il liquido venduto. È anziportata dal compratore e da questi lasciata al venditore in corrispettivo dellamerce avuta. 

Tutti questi elementi sono condizionati e governati dalla volontà. Daldesiderio, dalla fame, dal freddo, sorge la volontà di possedere. Dal sensoetico umano (o divino) sorge la volontà di regolare il processo economico inmodo giusto. 

Qui sta tutto il problema; problema che non esiste in vacuo ma che deve essere situato dalla scienza nel mondo e nel clima dell’intelligenza umana qual è non in un clima intellettuale astratto.




1
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. 
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. 
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. 
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. 
Create a website