a:link {color:red;}a:visited {color:purple;}
freddie-collins-309833
PAOLO MALEDDU
PAOLO MALEDDU

Per maggiori informazioni, puoi scrivere a:

paolo.maleddu@gmail.com

+39 3496107688

Il Blog

La moneta è uno straordinario strumento di creazione e distribuzione di benessere per tutta l'Umanità. Non può esserlo solo per una esigua schiera di Usurai malati di delirio di onnipotenza.


30/01/2018, 07:17



OUR-OCCULTED-HISTORY---CHURCHILL-SULLA-SECONDA-GUERRA-MONDIALE:-DOVETE-CAPIRE-CHE-QUESTA-GUERRA-NON--E’-CONTRO-HITLER-O-IL-NAZIONAL-SOCIALISMO,-MA-CONTRO-LA-POTENZA-ECONOMICA-DEL-POPOLO-TEDESCO,-CHE-DEVE-ESSERE-DISTRUTTA-UNA-VOLTA-PER-SEMPRE-...


 Un primo brano di "La Nostra Storia Occultata" di un grande Jim Marrs, purtroppo recentemente scomparso: dai sacerdoti Sumeri ai cambiavalute, ai banchieri internazionali e alla battaglia di Hitler contro la Finanza ebraica



OUR OCCULTED HISTORY
Jim Marrs

Il primo di una serie di brani che estrarrò da questo bel libro di Jim Marrs che ci parla di tanti eventi molto interessanti a sapersi, che i Padroni della Narrazione ci tengono però nascosti, raccontandoci una storia ufficiale romanzata secondo le esigenze dei loro padroni.

"Sindai tempi dei Babilonesi, le istituzioni religiose si sono affidatealle istituzioni finanziarie. Il modello da seguire prevedevadifondere le finanze dei cambiavalute con la religione prevalente comese il denaro fosse stato ordinato da Dio. 
L’ImperoRomano, specialmente dopo che il Cristianesimo divenne la religioneufficiale, acceleròil diffondersi dei cambiavalute la cui portata si estese ai più altilivelli della società romana. "Il risultato", secondo Joseph P.Farrel, "fu che i cambiavalute e i mercanti Mesopotamici e Sirianicolonizzarono efficacementeleprovince romane confinanti con il Mare Mediterraneo, ilsistema bancario romano era quasimonopolizzatonelle loro mani, poiché l’influenza dei culti misterici Mesopotamicisi estendeva in tutto l’Impero,e le attività del tempio continuavano ad essere associate alcommercio." 
Inseguito alla caduta dell’Impero Romano, i cambiavalute sitrasferirono nell’ Europa del Nord. Nel 1602, gli Olandesifondaronola Dutch East India Company, e cominciarono a stabilirsi in SudAfrica. William d’Orange, discendente di una delle linee dell’éliteolandese, nel 1688 invase l’Inghilterra e divenne Re William III.Nel 1691, William avviò la crescita del sistema bancarioglobale creando la Banca d’Inghilterra, che ha contribuito allosviluppo dell’Impero Britannico. Attorno al 1820, la dinastiabancaria dei Rothschild aveva preso controllo della Bancad’Inghilterra, grazie ai prestiti al Principe ReggenteGeorge Augustus Frederick (da notare il richiamo storico di questinomi), più tardi Re Giorgio IV, da parte di Nathan Rothschild.
"L’espansionedell’Impero Britannico e di altri imperi Europei in tutte le partidel mondo ha portato le dinastie di sangue blu in tutti i continenti,includendo il Nord America, oggi il più importante, ha commentatoDavid Icke. 
L’avventodella stampa portò al Rinascimento e all’Età dell’Illuminismo equindi al declino della Chiesa Romana, dalmomento chepermetteva la stampa della Bibbia e allo stesso tempo della cartamoneta. Primadella stampa della moneta di carta, del conio di monete d’oro,d’argento e di rame, perline, conchiglie e persino bastoncini dilegno erano usati come moneta. In seguito all’invenzione dellastampa, la carta moneta iniziò a rimpiazzare la religione comeprincipale meccanismo di controllo da parte dell’élite. 
Duranteil regno d’Inghilterra di Enrico I, la gente usava bastoncini dilegno, tacche intagliate nel legno oin ossa, per rappresentare numeri o quantità. I bastoncini di legnovenivano divisi a metà. Il pezzo su cui erano intagliate le taccheera tenuto dal re come garanzia contro la contraffazione; l’altrametà circolava come denaro. I tally sticks venivano accettati inpagamento di tasse, e non erano solamente usati dal pubblico, eranomolto richiesti. 
Ilsistema dei bastoncini funzionò egregiamente per 726 anni, maqualsiasi moneta, eccetto argento e oro, havalore unicamente per la fiducia che la gente vi ripone. Oggi nessunopiù ricorda il sistema del bastoncini. Quando venne fondata la Bancad’Inghilterra nel 1694, i suoi azionisti, i cambiavalute del tempo,i cui nomi furono tenuti segreti, si rendevano conto che i bastoncinidi legno erano denaro che sfuggiva al loro controllo, che eraesattamente ciò che Re Enrico voleva.
Perquanto possa sembrare incredibile, questi azionisti acquistaronoquote della banca con i bastoncini intagliati con le tacche, e quindiprocedettero a eliminare lentamente quel sistema in favore dellebanconote della Banca d’Inghilterra. L’uso dei tally stickscontinuò sino al 1826. Nel 1834 fu ordinato di bruciare i bastonciniancora esistenti. Ironicamente,la stufa usata nelle Camere del Parlamento per bruciare i bastoncinisfuggì al controllo, sventrando il Palazzo di Westminster. Fu il piùgrande incendio dal Grande Fuoco del 1666. 
Grazieal sistema della riserva frazionaria, gli azionisti della bancaprestarono molto più denaro di quello che possedevano, e appoggiandoguerre e rivoluzioni, come il rovesciamento di Re Giorgio da parte diOliver Cromwell, divennero così ricchi che rilevaronola proprietà diun miglio quadrato ancora oggi conosciutocome la City di Londra. LaCity (in contrasto con la Londra propriamente detta), Wall Street aNew YorkCitye Zurigo, sono oggi i centri finanziari che dominano il mondo. 
Unesempio della manipolazione del sistema monetario, andatainparallelo ai recenti scandali economici negli Stati Uniti ancoraprecedenti alla fondazione del Paese, eraconosciutacome la Grande bolladel Maredel Sud del1721. Alla Compagnia del Mare del Sud, una società per azionibritannica fondata nel 1711, era stato concesso il monopolio delcommercio con le colonie del Sud America della Spagna. Glispeculatori aumentarono i prezzi delle azioni da circa 100 dollari apiù di 1000 dollari per azione. Il Governo incoraggiò talispeculazioni eliminando le tasse sui dividendi e permettendo alledonne di possedere azioni, una delle poche forme di proprietà che ledonne potevanoa loro volta possedere. 
Nel1719 laCompagniapropose di comprare la metà del debito pubblico della Gran Bretagnacon la promessa di abbassare il tasso di interesse. Si disse chetutti ne avrebbero beneficiato. La speculazione portò ad unagigantesca bolla speculativa che infine scoppiò nel 1721, rovinandola maggior parte degli investitori efacendo crollare le azioni della società. Nelle successive indagini,fu accertata la frode da parte dei direttori dellaCompagnia,nonché corruzione all’interno del gabinetto Britannico.
Nonostanteil mito popolare, la rivoluzione delle colonie Americane control’Inghilterra riguardavapiù la loro moneta che una piccola tassa sul tè.Nelcorso di una visita in Gran Bretagna nel 1763, deifunzionari della Banca d’Inghilterra fecero a Benjamin Franklindelle domande riguardanti la prosperità dei coloni Americani.Franklin spiegò, "E’ semplice. Nelle colonie noi emettiamo unanostra moneta. Si chiama Colonial Script. Laemettiamo in quantità adeguata alle richieste di commercio eindustria per fare in modo che i prodotti passino facilmente daiproduttori ai consumatori. In questo modo, creando da noi stessi lanostra moneta cartacea, ne controlliamo il potere d’acquisto, e nondobbiamo pagare interessi a nessuno. " 
Franklindichiarò in seguito, "Le colonie avrebbero volentieri sopportatola piccola tassa sul tèe altre cose se l’Inghilterra non avesse portato via alle coloniela propria moneta, fatto che creò disoccupazione e malcontento.L’inabilitazione permanenteaicolonidal potere di emettere la loro moneta da parte di Giorgio III e deibanchieri internazionali fu il motivo principale della Guerrad’indipendenza." I rivoluzionari Americani sapevano che pergodere di vera indipendenza dovevano spezzare il potere della Bancad’Inghilterra dominata dai Rothschild, che aveva messo fuori leggela loro moneta - il colonial script basato su beni e servizi - infavore delle banconote della Banca d’Inghilterra gravate diinteressi. 
Versola metà del 1800, i banchieri europei erano andati dappertutto nelmondo, nonostante il contrattempo della Rivoluzione Americana in NordAmerica. Manon smisero i loro tentativi di riprendere il controllo degli StatiUniti e potrebbero in effetti essere stati determinantinell’influenzare il corso degli eventi che portarono alla GuerraCivile. 
Ilcancelliere tedesco Otto von Bismarck dichiarò una volta, "Ladivisione degli Stati Uniti in federazioni di ugual potenza fu decisomolto tempo prima della Guerra Civile dai grandi poteri finanziarid’Europa. Questi banchieri avevano paura che gli Stati Uniti, sefossero rimasti un unico blocco come un unico Paese, avrebberoraggiunto unaindipendenzaeconomica e finanziaria che avrebbe sconvolto il loro dominiofinanziario del mondo. La paroladei Rothschild ebbela meglio...Perciòinviarono i loro emissari in campo per sfruttare la questione dellaschiavitù e aprire unaprofonda divisionetra le due parti dell’Unione." 
Perqualche anno i Rothschild finanziarono grandi progetti negli StatiUniti su entrambi i lati della Mason-Dixon Line. Nathan Rothschild,che possedeva una grande fabbrica di prodotti tessili a Manchester,comprava il suo cotone da produttoridel Sud e finanziava importazioni di cotone del Sud già prima dellaGuerra. Allo stesso tempo, scrisse Wilson il biografo dei Rothschild,"Egli fece prestiti a vari Stati dell’Unione, ed era stato, perun periodo, il banchiere ufficiale Europeo del governo degli StatiUniti e era un dichiarato sostenitore della Banca degli Stati Uniti." 
LaGuerra tra gli Stati riguardava più l’economia che la schiavitù,nonostante il politicamente corretto cerchi di convincere altrimenti.E fu incoraggiata attraverso società segrete, specialmente iCavalieri del Circolo d’Oro, del quale faceva parte John WilkerBooth, l’assassino del Presidente Abraham Lincoln.
AbrahamLincoln era più preoccupato di salvare l’unione federale che diliberare gli schiavi. Proclamò verso la fine del 1862, "Il mioobiettivo principale in questo scontro è quello di salvare l’Unione,e non quello di salvare o distruggere la schiavitù. Se potessisalvare l’Unione senza liberare nessun schiavo, lo farei; e se lapotessi salvare liberando tutti gli schiavi, lo farei; e se lapotessi salvare liberandone alcuni e lasciando soli gli altri, fareianche questo. Ciò che faccio per la schiavitù e per i neri, lofaccio perché credo aiuti a salvare l’Unione ...".
Lincolncapì che il vero motivo per la volontà di divisione negli StatiUniti non era la schiavitù, ma il fatto che il Sud desiderassecomprare prodotti europei importati più a buon prezzo nonostante ipotenti produttori del Nord avessero imposto rigide tariffed’importazione. Queste tariffe aumentarono ancora di più dopo chei parlamentari del Sud lasciarono Washington nel 1861. IlNord industriale, che si riempiva velocemente di immigranti dispostia lavorare per una miseria, non aveva bisogno di schiavi, mentre imaggiori produttori agricoli del Sud dipendevano totalmente dallavoro umano. Sebbene i contrari alla schiavitù sia nel Nord che nelSud si rendessero conto che a causa degli avanzi tecnologici ladismissione della schiavitù fosse solo questione di tempo,estremisti su entrambi i lati, appoggiati da agenti dei finanzierieuropei, alimentavano continuamente il malcontento, e la guerra divenne inevitabile. Molte delle conosciute benestanti famiglieamericane si arricchirono con la Grande Guerra di Lincoln.
Lincolnpuò essersi non ricordato che il primo attentato ad un presidenteAmericano fu contro Andrew Jackson, chesi scontrò con l’ira dei banchieri internazionali con l’abolizionedella banca centrale del Paese. Con la necessità di denaro peraffrontare lo sforzo bellico, Lincoln non si rivolse a queiprestatori, e invece di prendere denaro in prestito dalle bancheeuropee come si pensava, nel 1862 emise circa 450 milioni in unacartamoneta stampata con inchiostro verde e perciò chiamatigreenbacks. Questa moneta di carta, resa legale da un atto delCongresso senza niente a copertura, era moneta fiat senza debito.Lincoln vide la creazione di moneta libera da debito come la maggioropportunità creativa del Governo. Ma scoprì anche che era fatalescontrarsi con i banchieri internazionali. Fu sparato da John WilkesBooth mentre era presente al Ford’s Theatre il 14 Aprile del 1865,e morì la mattina seguente. 
Icambiavalute d’Europa acquisirono ancora maggior potere durante laPrima Guerra Mondiale, quando molte famiglie reali europee persero laloro posizione di leader. La paura più grande venne con l’ascesadel comunismo in Russia. Sebbene i Bolscevichi furono aiutati nellaloro rivoluzione contro lo zar dai banchieri occidentali, ilcontrollo dei banchieri sfuggì quando Stalin ascese al poteredittatoriale in seguito alla morte di Lenin nel 1924. Con il successodella Rivoluzione Bolscevica, Russiricchie titolati fuggirono nei paesi occidentali, avvertendoi pericoli per il capitalismo da parte del comunismo internazionale.Si produsse una grande paura tra i ricchi. Le grida di "Operai delmondo unitevi!" risuonavano tra i partiti comunisti da Berlino eParigi a Londra e New York.Avrebbepotuto benissimo essere il piano del dopo Prima Guerra Mondialedell’élite dei banchieri quello di creare un Est socialista econtrapporlo all’Ovest capitalista, ma la paura della diffusionedel comunismo produsseun cambiamento dei programmi.Sidoveva fare qualcosa per fermare la diffusione del comunismosocialista, e la Germania era in posizione centrale per agire comebarriera.
Però,qualcosa doveva essere prima fatto con la democratica Repubblica diWeimar in Germania. Una soluzione era quella di combinare ilcapitalismo americano con aziende tedesche negli anni ’20, sotto ilDawes Plan e il Young Plan, che chiaramente erano piani per aiutarela Germania a ripagare il suo debito dopo la Prima Guerra Mondiale.Questi progetti utilizzavano i prestiti americani per creare econsolidare i giganti tedeschi dell’acciaio e della chimica,Vereinigte Stahlwerke e IG Farben, entrambi grandi sostenitori delneonato Partito Nazista. Entrambi i piani furono descritti dallostorico Carroll Quigley come " in gran parte prodotti di J.P.Morgan." 

SEGUIIL LEADER
Lasoluzione finale fu quella di finanziare un caporale dell’EsercitoAustriaco che si procurava una paga come agente sotto copertura peri suoi superiori militari dopo il fallito tentativo di diventare unartista. Questi, naturalmente, era Adolph Hitler, che prese poteregrazie agli aiuti sia della segreta Thule Society, composta diaristocratici tedeschi e ricchi industriali, sia di interessi delsistema bancario occidentale. Nel corso di diversi anni,l’ex-caporale portò il suo Partito Nazional Socialista Tedesco deiLavoratori (i Nazionalsocialisti) da un pugno di membri a unaorganizzazione nazionale di milioni di partecipanti. 
All’iniziodel 1933, Hitler fu eletto cancelliere della Germania. Nel 1934, conla morte del Presidente Paul von Hindenburg, Hitler si consolidò nelpotere come presidente e assunse il titolo di fuhrer, capo di tuttala nazione. 
Mapoi Hitler commise un errore fatale - lo stesso che può esserecostato la vita a Lincoln. Smise di seguire i desideri dell’élitedanarosa di prendere denaro in prestito dai banchieri internazionali.Invece, emise la sua moneta libera da debito, i reichsmarks, e rimisei Tedeschi a lavorare su pubbliche infrastrutture come il sistema diautostrade e la produzione bellica. 
Neiprimi incontri Nazionalsocialisti, Hitler aveva sentito le opinionidell’economista tedesco Gottfried Feder, che era favorevole a uncontrollo monetario attraverso una banca centrale nazionale piuttostoche banche private, ed era convinto che gli interessi della finanzaavessero reso schiava la popolazione col controllo della quantità didenaro in circolazione. Una delle basi del Partito Nazionalsocialistaera l’abbattimento della "schiavitù da debito", cioè, ilpagamento degli interessi. 
"Ascoltandola prima conferenza di Gottfried Feder su "Abbattere la Tiranniadegli Interessi", capì immediatamente che la questione riguardvauna verità teorica che avrebbe avuto enorme importanza per il futurodel popolo tedesco", scrisse Hitler nel Mein Kampf ...lo sviluppo della Germania era già troppo chiaro ai miei occhiper non rendermi conto che la battaglia più dura era da combatterenon contro paesi ostili, ma contro il capitale internazionale ... Lalotta contro la finanza internazionale e il prestito di capitali eradiventato il punto più importante nel programma della lotta dellaGermania per la sua indipendenza e libertà. " Sfortunatamente lavisione di Hitler dalla finanza internazionale si restringeva allasola finanza Ebraica. 
Nel1933 la Germania, come l’America, si trovava negli abissi dellaGrande Depressione. Una gran parte della popolazione era senzalavoro, e la moneta era fortemente inflazionata. Molti ricordano iracconti dei tedeschi che avevano bisogno di una carriola di monetadi carta per acquistare un po’ di pane. Al tempo delle Olimpiadi diBerlino del 1936 - appena tre anni dopo - la Germania eradiventato una potenza economica, con quasi piena occupazione e unamoneta stabile, grazie alla sua indipendenza dai banchieriinternazionali. Comunque, la ricca élite i cui segreti provenivanodagli antichi Sumeri, non potevano permettere che il resto del mondosi rendesse conto dei benefici della moneta libera da interessivoluta da Benjamin Franklin, Thomas Jefferson e molti altri nellastoria.

WinstonChurchill, un membro della aristocratica e ricca élite, sintetizzòla loro reazione all’operato di Hitler nella Seconda GuerraMondiale quando dichiarò " Dovetecapire che questa non è una guerra contro Hitler o ilNazionalSocialismo, ma contro la potenza (economica) del popolotedesco, che deve essere distrutta una volta per tutte,indipendentemente dal fatto che sia con Hitler o con un sacerdoteGesuita." 
Unosi può chiedere, se Lincoln era stato assassinato per aver bypassatoi banchieri internazionali, non c’erano stati tentativi diassassinare Hitler che faceva la stessa cosa? Solo due dozzine ditentativi. Ma a differenza di Lincoln, Hitler era circondato dafedelissimi che lo proteggevano persino dai suoi stessi generali. Civolle la forza combinata di più di due dozzine di paesi in unaguerra mondiale per fermare Hitler e i suoi programmi di un Impero dimille anni.
Itedeschi persero la guerra, ma le ricche élite che avevanofinanziato Hitler e i NazionalSocialisti, non persero. Infatti, intanti modi, avevano vinto. INazionalSocialisti fecero esperimenti in nuova tecnologia in scienzanucleare, manipolazione dell’energia, droghe psichiatriche einnovative tecniche di propaganda e controllo mentale, le quali,tutte, aiutarono le élite. Appresero quali erano i modi migliori dirovesciare le nazioni, intontire le popolazioni con fluoride e altriagenti chimici, e come introdurre paura, tortura e assassinii in unasocietà civilizzata. Portarono tutto ciò, assieme a migliaia diimpenitenti Nazisti, in America sotto una varietà di programmi,incluso Operation Paper-clip,che reclutava scienziati Nazisti e li portava negli Stati Uniti.Tutto ciò li aiutò a formare il loro nuovo stato di polizia. 
Unaserie di eventi in America nella prima parte del ventunesimo secolostranamente ricordava la presa di potere dei NazionalSocialisti inGermania negli anni ’30. In entrambi i paesi un attacco ad unfamoso edificio portò ad una affrettata legislazione che riduceva lelibertà civili, seguita da una erosione della legge civile,militarizzazione della polizia, torture, illimitata detenzione eguerra. A Berlino il Reichstag, l’edificio del Parlamento dellaGermania, fu messo a fuoco all’inizio del 1933. Un malato mentaledi nome Marinus van der Lubbe fu arrestato e, dopo essere statotorturato, confessò di aver appiccicato il fuoco da solo. Dopo ildisastro, il presidente tedesco von Hindeberg diede la colpa ad unacospirazione dei comunisti e dichiarò nulle molte libertà civilifondamentali dei cittadini tedeschi. La legislatura passò alloral’Atto di Abilitazione, che permetteva ad Hitler nel suo ruolo dicancelliere di consolidare nelle sue mani tutti i poteri legislatividel Paese, rendendo di fatto discutibile la costituzione dellaGermania. Hitler consolidò anche tutte le agenzie di polizia dellaGermania col pretesto della sicurezza della patria. In maniera similenegli Stati Uniti, nei primi anni del ventunesimo secolo, le Torridel World Trade Center venivano distrutte, furono addossate le colpeai terroristi - questa volta erano fanatici Medio Orientali - eil PATRIOT Act fu passato dal Congresso, limitando in pratica lelibertà civili negli Stati Uniti e permettendo al governo maggiorepossibilità di monitorare i propri cittadini. Tutto ciò seguitodalla creazione del Ministero della Sicurezza della Patria.


1

PAOLOMALEDDU.COM @ ALL RIGHT RESERVED 2018

INFO COOKIE POLICY | TERMINI DI SERVIZIO

Articoli correlati

Enthusiastically visualize adaptive catalysts for change whereas cross functional e-services.
Credibly negotiate efficient testing procedures rather than multifunctional innovation. ​

OUR OCCULTED HISTORY - CHURCHILL SULLA SECONDA GUERRA MONDIALE: DOVETE CAPIRE CHE QUESTA GUERRA NON E’ CONTRO HITLER O IL NAZIONAL SOCIALISMO, MA CONTRO LA POTENZA ECONOMICA DEL POPOLO TEDESCO, CHE DEVE ESSERE DISTRUTTA UNA VOLTA PER SEMPRE ...

30/01/2018, 07:17

OUR-OCCULTED-HISTORY---CHURCHILL-SULLA-SECONDA-GUERRA-MONDIALE:-DOVETE-CAPIRE-CHE-QUESTA-GUERRA-NON--E’-CONTRO-HITLER-O-IL-NAZIONAL-SOCIALISMO,-MA-CONTRO-LA-POTENZA-ECONOMICA-DEL-POPOLO-TEDESCO,-CHE-DEVE-ESSERE-DISTRUTTA-UNA-VOLTA-PER-SEMPRE-...

Un primo brano di "La Nostra Storia Occultata" di un grande Jim Marrs, purtroppo recentemente scomparso: dai sacerdoti Sumeri ai cambiavalute, ai banchieri internazionali e alla battaglia di Hitler contro la Finanza ebraica

Create a website