a:link {color:red;}a:visited {color:purple;}
freddie-collins-309833
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. 
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. 
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. 
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. 
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. 

18/09/2019, 01:22

Baghavad-gita, SPIRITUALITA'



Quando-il-corpo-è-troppo-vecchio-o-inservibile,-devo-cambiarlo-con-un-altro-corpo.-Questo-cambio-viene-chiamato-morte.-


 Prabhupada : E a proposito dell’anima? Esiste una scienza dell’anima? I materialisti non ne hanno alcuna.



Un altro brano estratto da MEDITACION Y SUPERCONCIENCIA. Ricordo che tutti gli scritti di Prabhupada sono precedenti al 1977.


La conoscenza non inizia direttamente con Krsna, ma da cose che siamo abituati a vedere tutti i giorni. 
La terra è densa, e se uno la tocca può sentire la sua consistenza. Però, quando la materia si fa più sottile, si trasforma in acqua e la sua consistenza è più soave. Da lì si passa al fuoco, che è ancora più fine. Dopo il fuoco e l’elettricità ci sta l’aria, ancora più sottile; e dopo l’aria c’è il cielo e l’etere, ancora più fine. Dopo l’etere viene la mente, ancora più sottile; e dopo la mente c’è l’intelligenza, che è ancora più sottile. E se uno va oltre l’intelligenza per capire l’anima, vedrà che questa è ancora più fine. 
A partire da questi elementi la gente ha scoperto moltissime conoscenze. Per esempio, ci sono molti scienziati che sono specialisti nello studio del suolo. Analizzando un particolare tipo di terra possono determinare che tipo di minerali contiene, nel caso che qualcuno cerchi argento, oro o mica. Questa è la conoscenza delle cose dense, la terra.
Andando a sostanze più fini uno studia l’acqua, o altre liquidi come il petrolio o l’alcool. Dirigendosi a cose più sottili uno arriverà al fuoco o all’elettricità. Per conoscere l’elettricità è necessario studiare tutta una serie di libri, e da questo tipo di fuoco così sottile si giunge all’aria. Ci sono stati molti progressi in relazione agli aerei; si studia come si muovono, come sono costruiti, ed ora anche sputnicks e jets; si stanno scoprendo tante cose. 
Quindi viene lo studio dell’etereo: l’elettronica, le trasformazioni eteree di una cosa in un’altra, etc. La mente è ancora più sottile, la psicologia e la psichiatria. Però, in quanto all’intelligenza, o sia al razionalismo, c’è stato solo qualche speculazione filosofica al riguardo. E a proposito dell’anima? Esiste una scienza dell’anima? I materialisti non ne hanno alcuna. La scienza materialista ha avanzato sino allo studio dell’etere, o della mente e dell’intelligenza, ma non è arrivata sino a lì.  Non sanno cosa c’è più in là dell’intelligenza. Però nella Baghavad-gita è possibile trovare informazione su questo tema.


La Baghavad-gita inizia nel punto che sta oltre l’intelligenza. Quando Arjuna era dubbioso all’inizio, la sua intelligenza era nel dubbio tra l’entrare in guerra e il non entrare. Krsna inizia la Gita proprio lì dove l’intelligenza viene meno. Come inizia la conoscenza dell’anima? Prendiamo per esempio un bimbo che sta giocando. Uno può capire che ora il corpo del bimbo è molto piccolo, ma che un giorno questo bambino sarà un adulto come noi, ma continuerà ad essere la stessa anima. 
Così, attraverso l’intelligenza si può comprendere che nonostante il corpo sia cambiato, là dentro si trovi la stessa anima. La stessa anima che esisteva nel corpo del bambino continua a vivere nel corpo dell’anziano. Pertanto, l’anima è permanente e unicamente ha cambiato il corpo. Questa è una cosa semplice da capire. E l’ultimo cambio che avviene in questo corpo è la morte. 
Il corpo sta cambiando in ogni momento, ogni secondo, ogni giorno, ogni ora, e il cambio finale avviene quando uno già non può utilizzare quel corpo e deve accettarne un altro. Quando l’abbigliamento è troppo consumato e troppo vecchio per continuare ad usarlo, devo mettermi roba nuova.Con l’anima succede la stessa cosa. Quando il corpo è troppo vecchio o inservibile, devo cambiarlo con un altro corpo. Questo cambio viene chiamato morte. 
Il principio della Baghavad-gita consiste nella conoscenza preliminare dell’anima. E si può notare che sono molto pochi coloro che comprendono che l’esistenza dell’anima è permanente, e che quella del corpo è provvisoria. Per questo motivo Baghavan, il Signore Krsna, dice che tra milioni e milioni di persone, forse una sola capisce questo fatto.  Ciò nonostante la conoscenza sta lì, a disposizione. Non è difficile per qualcuno che voglia comprenderlo.


Continua ...




1
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. 
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. 
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. 
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. 
Create a website