a:link {color:red;}a:visited {color:purple;}
freddie-collins-309833
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. 
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. 
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. 
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. 
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. 

19/09/2019, 01:01

SPIRITUALITA', SWAMI PRABHUPADA



Il-Falso-Ego


 La coscienza di Krsna è quel mondo spirituale, è lo scorrere della nostra autentica vita.



Continuiamo il post di ieri da  MEDITACION Y SUPERCONCIENCIA, di Swami Prabhupada. Ricordo che la punteggiatura delle parole in lingua Hindù non può essere riportata esattamente a causa della nostra tastiera adatta unicamente alle lingue del mondo occidentale.


"Ora dobbiamo interrogarci sull’esistenza dell’ego, la sostanza materiale più sottile. 
Cos’è l’ego?
 Sono un puro spirito, però con la mia capacità di ragionare e con la mia mente sono in contatto con la materia, e mi sono identificato con la materia. 

A questo si attribuisce il nome di falso ego. Sono l’anima pura, però mi sto identificando con qualcosa di falso. Per esempio mi sto identificando con il territorio pensando di essere hindù o americano. Questo si chiama  ahankara. La parola ahankara  vuol dire il punto in cui l’anima pura entra in contatto con la materia. A questo punto di contatto si dà il nome di  ahankara.  Questo ahankara  è ancora più sottile dell’intelligenza.
Krsna enuncia gli otto elementi materiali: la terra, l’acqua, il fuoco, l’aria, l’etere, la mente, l’intelligenza e il falso ego. Falso ego significa falsa identificazione.
 La nostra vita ignorante ha avuto inizio con questa falsa identificazione: pensare che sono questa materia, nonostante tutti i giorni e in ogni momento mi rendo conto di non essere questa materia. L’anima esiste permanentemente, mentre la materia sta cambiando. Questo pensiero errato, questa illusione si chiama  ahankara, il falso ego. E liberazione significa liberarsi di questo falso ego. 
Qual’è la nostra condizione autentica? Aham brahmasmi, io sono Brahman, sono spirito. Questo è l’inizio della liberazione.
...
In maniera simile, non si arriva alla purificazione semplicemente purificando la mente, rifiutando questa falsa identificazione  ahankara: "Non sono questo corpo, non sono questa materia, sono un’anima."  Questo è appena il principio della liberazione. 
...
Così, semplicemente comprendere  ahankara   significa solamente capire la falsa identificazione. Non si è raggiunta la perfezione col solo comprendere di non essere la materia, di essere un’anima. Gli impersonalisti e i filosofi nichilisti pensano unicamente in negativo, che non sono questa materia, non sono questo corpo. Però questo non è per sempre. Oltre a capire di non essere questo corpo, uno si deve dedicare ad attività del mondo spirituale. E quel mondo spirituale significa lavorare con coscienza di Krsna. 

La coscienza di Krsna è quel mondo spirituale, è lo scorrere della nostra autentica vita. 
Si è già spiegato in cosa consiste il falso ego. Non è né materia né spirito, ma quel punto di contatto nel quale l’anima spirituale entra in relazione con la materia e si dimentica di sé stessa. E’ la situazione uguale a quella di un malato in pieno delirio il cui cervello si confonde e, in maniera graduale, si dimentica di sé stesso e allora impazzisce. Si dimentica in maniera graduale. inizia lentamente a perdere la sua identità e finisce per perderla del tutto. Quel punto iniziale si chiama  ahankara  o falso ego. 
Il canto del  maha-mantra - Hare Krsna, Hare Krsna, Krsna Krsna, Hare Hare / Hare Rama, Hare Rama, Rama Rama, Hare Hare - è il processo che non solo pone fine a questo falso concetto dell’io, ma che va ancora più lontano, sino al punto in cui l’anima spirituale pura si occupa delle sue attività eterne, benedette e colme di conoscenza nel servizio amorevole di Dio. Questo è il culmine dello sviluppo della coscienza, il traguardo finale di tutte le entità viventi che sono ora in evoluzione attraverso i cicli e le specie della natura materiale."

   


1
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. 
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. 
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. 
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. 
Create a website