a:link {color:red;}a:visited {color:purple;}
freddie-collins-309833
PAOLO MALEDDU
PAOLO MALEDDU

Per maggiori informazioni, puoi scrivere a:

paolo.maleddu@gmail.com

+39 3496107688

Il Blog

La moneta è uno straordinario strumento di creazione e distribuzione di benessere per tutta l'Umanità. Non può esserlo solo per una esigua schiera di Usurai malati di delirio di onnipotenza.


12/02/2018, 07:29



THE-SECRETS-OF-THE-ETERNAL-BOOK-:--CREATORE-E-CREATURE,-ALTRUISMO-ED-EGOISMO,-DONARE-E-RICEVERE,-LO-SCOPO-DELLA-CREAZIONE


 Mondo spirituale e mondo materiale, il Creatore e la Creazione, il desiderio di donare e il desiderio di ricevere, l’anima e il corpo



INPRINCIPIO (Genesis,Beresheet)"Inprincipio Dio creò il cielo e la terra. E la terra era informe edeserta, e le tenebre ricoprivano l’abisso e lo spirito di Dioaleggiava sulle acque." 

Interpretare queste paroleletteralmente può spingere la mente a pensare come è fatto ilCreatore, come Egli "si muove", "parla", "vede" ... C’ègrande spazio per la fantasia: acque, tenebre, abisso ... 

Ma chi ha bisogno di questafantasia? Coloro che sono prigionieri dei desideri di questo mondomateriale, che vogliono imparare ma non conseguire qualcosa, coloro acui piace contemplare e discutere, specialmente se c’è qualcunoattorno ad ascoltare. 

Se sei tuttora contento dei piaceridi questo mondo, vai avanti e goditi la musica, l’arte e ogni altragioia che questo mondo può offrire. Ma se vuoi raggiungere il mondospirituale, dovresti occuparti di qualcosa del tutto differente -hai bisogno del Creatore. 

Se ti servono risposte a domande chenon ti lasciano tranquillo, se vuoi sapere perché sei nato, qualesia lo scopo di questo vasto universo nel quale ci troviamo,significa solo una cosa: che non avrai pace sino a quando non arrivia capire a fondo il mistero della tua anima. 

Se questo è il caso, bene, ètutt’altra storia. Vuol dire che hai già iniziato ad ascendere lascala spirituale. 

 Davanti a te sta il gradino piùalto che uno può raggiungere. É Beresheet, ilcapitolo di apertura del Libro della Genesi. Lo stato più altodescritto al suo interno può essere raggiunto solo al termine della correzione. 

"Inprincipio Dio creò il cielo e la terra." Questo passaggio parladella creazione del Mondo Superiore - uno spazio nel quale vivràla tua anima. Il tuo "Io" non si è ancora destato; nonsei ancora consciodella tua esistenza. Solol’habitat è stato creato - la Madre Soprannaturale nel cuigrembo sarai concepito.

  Quindi,cos’è l’habitat? Faccio un piccolo balzo in avanti e dico: leparole "creò" e "in principio" alludono alla creazione didue qualità - egoistae altruista- tra cui la tua anima silibrerà. 

 " ... laterra era informe e deserta." Qui fanno la prima apparizione ditermini spirituali. La parola "terra" in ebraico è Eretz,dal termine Ratzon -desiderio. Perciò, la terra rappresenta il desiderio. D’ora in avantiavremo solo a che fare col desiderio, perché il desiderio determinatutto.

  "... la terra (il desiderio) erainforme e vuota." Ne deriva che il desiderio ancora non esisteva(informe e vuoto), volendo dire che noi non avevamo nessun desideriodi scoprire il mondo spirituale. 

 Quindi,cosa c’era? Solo un foglio di carta bianca pronto a documentare lastoria dell’umanità, la storia di un anima. A ciò alludono ipassaggi - proprio inprincipio, quando ilmondo spirituale è stato concepito dentro di te.In altre parole, in questocapitolo iniziamo a prendere in esame l’insieme di forze che sononate per prime. Diedero forma al mondo nel quale l’uomo (Adam, iltuo "Io" spirituale) appare in seguito. Crearono l’habitat chel’uomo abiterà. "L’uomo" è il desiderio spirituale chesorge dentro. 

 Ti potresti chiedere: "Se questeforze sono dentro di me, perché non le sento?"

Beh,innanzi tutto, puoi sentire come i tuoi organi lavorano, comeil tuo stomaco digerisce il cibo, come i tuoi polmoni respirano? No,non puoi. 

 Questi processi determinano la tuasopravvivenza fisica, eppure non li percepisci.Qui si applica lo stesso principio.La tua vita spirituale è formata da processi tumultuosi che tu nonpercepisci sino a quando non inizi a sentire un travolgente desideriodi diventare un partecipante, o meglio ancora, il protagonista diquesto meraviglioso gioco.

Cosìha preso forma la tua anima. Ora stanno lavorando su di te i tuoibisnonni - le forze del mondo di Atzilut. Èarrivato il tuo momento - il momento di nascere. Prima o poi,mentre attraversi tutti igradi della correzione, tu arriverai ad incontrare i tuoi "parenti".Ma nel frattempo, devi avere pazienza. 

Unoschermo nero, impenetrabile, ti separa da tutto ciò che accadeall’interno; non puoi vedere o percepire niente oltre lo schermo.In tantotempo è diventato si èingrossato (usando unlinguaggio terreno), rendendoti sempre più egoista e interessato aquestioni superficiali, piuttosto che interiori. Sei cresciuto semprepiù interessato al tuo corpo, piuttosto che alla tua anima. Pensa atutti i desideri sorti dentro di te durante la vita, e quantodistanti erano dalla spiritualità.

 Stratosu strato, lo schermo è diventato più spesso, reprimendo dentro dite i desideri spirituali, sino a quando ti sei trovato in un vicolocieco. "Da cosa sono circondato? Corpi e altri corpi. Mangiano,fanno soldi, si propagano ... Davantia me cosa c’è?  La morte?  Ma se è così, quale è lo scopo della mia esistenza?" 

Questesono le domande che spingono uno verso il sentiero "ritorno alleorigini", al Beresheet, "ilprincipio". In realtà questo sentiero conduce alla Luce. Ascendiverso le forze che governano il mondo. Ogni livello spirituale delpercorso è un mistero: "Quali altre grandi sorprese ha in serboper me il Creatore?."

Inquesto modo iniziamo a purificarci da questo scuro rivestimentochiamato "egoismo", che ci impedisce di vivere, respirare,vedere. Iniziamoa scoprire sempre più lenostre anime, un complicato meccanismo per raggiungere il mondospirituale.

  Il piacere che siamo destinati aprovare è assoluto. É precisamente ciò che il Creatore ha dispostoper noi. Ecco lo scopo della creazione - riempire noi, le Suecreature, di sentimenti di eternità e perfezione. Perché lo StessoCreatore è eterno e perfetto. Vuole distribuire la Sua essenza alleSue creature.

Bene allora, non Lo facciamo aspettare. 

 "E Dio disse, "Che sia luce".E fu luce". Così fu creato il mondo spirituale. Questo è come leforze di cui abbiamo parlato in precedenza si uniscono e determinanol’esatta collocazione della futura anima. Risiederà nella Luce ene sarà piena. 

 Cos’è la Luce? Qualunque cosa tufaccia, non provare ad immaginarlo. É una impresa inutile, inparticolare perché le nostre nozioni corporali sono troppo ristretteper definirla in maniera esatta. Noi paragoniamo la Luce alla lucedel sole, o ad un sentimento di armonia interiore.

La Luce è la sola cosa che esiste.Ci circonda - le nostre anime, l’intero mondo, e l’interouniverso. É la qualità del Creatore, la qualità di una concessionetotale e assoluta. É la legge dell’Amore e della Bontà. La Luce ètutte queste cose. 

 Prima ce ne rendiamo conto, primasupereremo tutte le sofferenze di questo mondo, che ci sono date perun unica ragione - aiutarci a renderci conto di ciò che abbiamobisogno per "tornare" a quella stessa Luce di Amore.

  "EDio vide che la luce era buona cosa; e Dio separò la lucedall’oscurità". Se la Luce - concessione totale, la grandelegge dell’altruismo del Creatore - entra in esistenza, èragionevole pensare che ci debba pure essere qualcuno che il Creatorevoglia deliziare, qualcuno al quale Egli desidera donare tutto ciòche possiede.

  Ilruolo di questo "qualcuno"è svoltodalla Creazione. Noi siamo laCreazione. Sono io, l’intero mondo, il mio mondo interiore.

  Noi siamo coloro che ricevono. 

 E allora, due entità che nonesistevano precedentemente vengono ad esistere: concessione -qualità del Creatore (o, la Luce), e ricezione - qualità dellaCreazione.

  Ilpassaggio, "E Dio separò la luce dall’oscurità," allude aquesto avvenimento - il formarsi dei due stati: la Luce el’oscurità, le qualità del Creatore e della Creazione,concessione e ricevimento.

  Questoprocesso era compreso proprio nella prima parola del Libro dellaGenesi - Beresheet,che viene dalla parola Bar (Aramaico:fuori), volendo significare la separazione della Creazione dalCreatore, la sua uscita dal "seno" del Creatore.

  Laparola Beresheetracchiude l’intero percorso dell’umanità e il significatocompleto della Bibbia. É inclusa la comprensione che tu sei uscitodal seno del Creatore e devi tornare a Lui seguendo un lungo percorsodi crescente egoismo che l’umanità intera deve percorrere. Perché ciò succeda, devi renderti conto che ti sei veramente allontanatodal Creatore e ti sei immerso nell’egoismo, chenon stai bene, e l’egoismo è la causa del tuo malessere.

  Inoltre,la malattia dell’egoismo colpisce l’intero mondo, lo fa a pezzi.Solo dopo averlo capito puoi intraprendere il percorso di ritornoverso il Creatore. Mentre vai avanti nel tuo cammino di correzionedel tuo egoismo, ti guadagni una ricompensa infinitamente più grandedi quanto possa immaginare - ti guadagni l’Eternità. Acquisiscieterna, illimitata felicità. Ti riunisci al Creatore in un livellosuperiore perché questa riunificazione è consapevole. 

"EDio chiamo la luce Giorno e le tenebre Notte. E fu sera e fu mattina,primo giorno." Dentrodi te si sono venute a creare due condizioni: Luce-ascesa, donazione,una qualità altruista, e il buio-caduta,ricevimento, una qualitàegoista. La separazione, la differenziazione tra loro è il tuo primopasso verso la correzione. Questo è chiamato "Primo Giorno dellaCreazione.


1

PAOLOMALEDDU.COM @ ALL RIGHT RESERVED 2018

INFO COOKIE POLICY | TERMINI DI SERVIZIO

Articoli correlati

Enthusiastically visualize adaptive catalysts for change whereas cross functional e-services.
Credibly negotiate efficient testing procedures rather than multifunctional innovation. ​

THE SECRETS OF THE ETERNAL BOOK : CREATORE E CREATURE, ALTRUISMO ED EGOISMO, DONARE E RICEVERE, LO SCOPO DELLA CREAZIONE

12/02/2018, 07:29

THE-SECRETS-OF-THE-ETERNAL-BOOK-:--CREATORE-E-CREATURE,-ALTRUISMO-ED-EGOISMO,-DONARE-E-RICEVERE,-LO-SCOPO-DELLA-CREAZIONE

Mondo spirituale e mondo materiale, il Creatore e la Creazione, il desiderio di donare e il desiderio di ricevere, l’anima e il corpo

Create a website