a:link {color:red;}a:visited {color:purple;}
freddie-collins-309833
PAOLO MALEDDU
PAOLO MALEDDU

Per maggiori informazioni, puoi scrivere a:

paolo.maleddu@gmail.com

+39 3496107688

Il Blog

La moneta è uno straordinario strumento di creazione e distribuzione di benessere per tutta l'Umanità. Non può esserlo solo per una esigua schiera di Usurai malati di delirio di onnipotenza.


29/03/2018, 09:47



IL-PARADISO-TERRESTRE---IL-GRANDE-RECINTO-MEDIATICO,-parte-1°


 CULTURA DELLA SCARSITA’ SUL PIANETA DELL’ABBONDANZA



Il grande recinto mediatico

Osservando con attenzione la foto del Globo terrestre in copertina, non possiamo fare a meno di pensare che sul nostro bellissimo pianeta c’è tutto ciò di cui noi Esseri Umani abbiamo necessità per vivere, immersi in una natura straripante di vita, in armonia con tutti gli altri esseri viventi appartenenti ai regni animale e vegetale.
Tutto ciò che c’è all’interno del Pianeta dell’Abbondanza è a disposizione dell’Uomo, l’animale dominante in virtù delle proprie capacità intellettive e, unico tra tutte le creature, della Coscienza del Sé.
La generosità di Madre Natura, che ci offre in maniera assolutamente gratuita ogni genere di risorse, ci permette di risolvere qualsiasi problema si possa incontrare sul nostro cammino.
Ma allora, come è possibile che all’inizio del terzo millennio dell’era cristiana, con una spettacolare tecnologia in crescita esponenziale da applicare a questa abbondanza di risorse, l’Essere Umano stia ripiombando nell’inferno della sofferenza, dell’angoscia, della disperazione e della miseria materiale e spirituale?
C’è qualcosa che ci sfugge, non ci può essere tanta miseria sul Pianeta dell’Abbondanza.

Iniziando dalla miseria materiale, ci viene ripetuto ormai da tanti anni che "siamo in troppi ...non c’è cibo a sufficienza per tutti, scarseggia l’acqua ..", quando sappiamo tutti benissimo che nella metà ricca del mondo i nostri animali domestici soffrono di obesità, mentre nel terzo mondo (ora anche nel primo ...) si continua a morire di fame.
Chi sono questi signori che continuano a diffondere questa Cultura della scarsità : che autorità e competenza hanno per diffondere tali stupidità, o peggio ancora, quali personali interessi perseguono?
Per quale motivo questi stessi signori, guarda caso gli unici ad avere accesso ai mezzi di comunicazione più diffusi, Tv, giornali, libri e cinema, continuano a nasconderci l’esistenza di un genio universale che risponde al nome di Nikola Tesla, che già negli ultimi decenni del 1800 ci aveva fornito la soluzione ad ogni problema energetico che tanta sofferenza e morte continua a seminare, indicandoci la strada per utilizzare tutta l’energia, pulita e inesauribile, già esistente, nella quale siamo immersi e della quale noi stessi siamo fatti?
Per quale vergognoso ed inconfessabile interesse personale di parte, se oggi il mondo che ci circonda funziona quasi esclusivamente con la tecnologia del genio serbo?
Tv, telefonini, raggi laser,corrente alternata, automobili elettriche o alimentate semplicemente con acqua di rubinetto, lampade a basso consumo, telecomandi a distanza, i droni senza pilota dei bombardamenti notturni teleguidati da casa delle missioni di pace ... tutta tecnologia di Nikola Tesla, resa di pubblico dominio ed offerta gratuitamente al mondo intero dallo stesso genio serbo oltre cento anni or sono, oltre a tutta la sua documentazione scritta (contenente chissà quali altre invenzioni) opportunamente sequestrata dagli uomini del Federal Bureau of Investigation (Fbi) il giorno stesso del suo decesso (7 Gennaio 1943) in una camera d’hotel a New York.

Per quali inconfessabili interessi personali continuiamo ad essere bombardati dal ritornello del "male incurabile", quando gli stessi soloni che hanno il monopolio della medicina mondiale dei protocolli dittatoriali senza alternativa continuano a cercare di sintetizzare artificialmente nei laboratori delle multinazionali farmaceutiche la pillola da mille euro, mentre sanno benissimo che ogni soluzione si trova in natura?
Sarà perché sono anche al corrente che ciò che si trova in natura non è brevettabile e non può pertanto essere fonte di rendita di denaro?
Come mai anche gli animali carnivori senza studi universitari, quando soffrono problemi fisici vanno a cercarsi le erbe curative diventando temporaneamente erbivori se necessario?
Perché non viene dato un microfono a Ryke Geerd Hamer, il medico tedesco che dal 1981 continua a ripeterci che il cancro non è una malattia?
Per quale motivo è già stato incarcerato due volte, accusato di antisemitismo, e, come egli stesso ci fa sapere, da una trentina d’anni i medici ebrei hanno l’obbligo di curare i loro correligionari con la Nuova Medicina Germanica del
Dr. Hamer ed i gentili con i protocolli obbligatori fatti di micidiali chemio e radioterapie?

Per quanto riguarda la miseria spirituale, per quale motivo tutti i media mainstream degli Usurai continuano ad imporre tra noi e la Divinità la presenza di mediatori impostori che continuano a nasconderci le grandi potenzialità della nostra spiritualità latente?
In passato i grandi Inquisitori ricorrevano al fuoco purificatore per zittire gli eretici e oggi continuano a spingerci verso un consumismo materiale volgare ed insensato per occultarci l’essenza stessa della nostra ragione di vivere: la spiritualità, la nostra essenza immortale.

Perché nessuno di noi sa niente dell’origine del valore monetario, di come funzioni il nostro mezzo di scambio, chi lo produce materialmente, quale sia la funzione della moneta all’interno della società, a chi appartenga il valore nominale impresso su di essa e come entra in circolazione?
Come mai sentiamo e leggiamo tutti i santi giorni di quanto siamo indebitati, delle difficoltà di pagare questo mostro sacro del Debito Pubblico, di tutte le aziende che chiudono per debiti, di interi Stati in pericolo di default, senza menzionare i drammi quotidiani di persone che si suicidano perché travolte dai debiti, ma mai nessuno ci spiega con chi siamo indebitati e per quale motivo, se l’intero Pianeta dell’Abbondanza fotografato in copertina è di nostra proprietà?

Cercheremo di schiarirci un po’ le idee con la lettura di questo ed altri libri, perché è assolutamente necessario contrastare l’ignoranza appositamente diffusa per mantenerci schiavi all’interno di un recinto.

"We don’t need no education,
we don’t need no thought control,
no dark-sarcasm in the classroom ....
                                                           Pink Floyd, "Another brick in the wall"


1

PAOLOMALEDDU.COM @ ALL RIGHT RESERVED 2018

INFO COOKIE POLICY | TERMINI DI SERVIZIO

Articoli correlati

Enthusiastically visualize adaptive catalysts for change whereas cross functional e-services.
Credibly negotiate efficient testing procedures rather than multifunctional innovation. ​

IL PARADISO TERRESTRE - IL GRANDE RECINTO MEDIATICO, parte 1°

29/03/2018, 09:47

IL-PARADISO-TERRESTRE---IL-GRANDE-RECINTO-MEDIATICO,-parte-1°

CULTURA DELLA SCARSITA’ SUL PIANETA DELL’ABBONDANZA

Create a website